martedì 21 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Nel 2021 l’economia circolare riparta da alcuni passi compiuti nel 2020

I decreti end of waste, per la gomma da pneumatici fuori uso e per carta e cartone, fra le notizie positive dell’anno

Nel 2020 l’Italia ha recepito il pacchetto di direttive europee sull’economia circolare. Si è quindi definito il contesto in cui occorre muoversi da qui ai prossimi anni. Il raggiungimento, nei tempi previsti, degli obiettivi che l’Europa, e anche l’Italia, si è prefissata avverrà però se si faranno i giusti passi.

Qualcuno è stato fatto in questi mesi. Nel marzo 2020 è stato approvato il decreto end of waste per la gomma riciclata da pneumatici fuori uso; nel settembre scorso è stato firmato quello relativo a carta e cartone. Norme che servono per mettere in moto l’economia circolare vera e propria. Visti in quest’ottica, però, i decreti end of waste approvati fino ad ora sono ancora troppo pochi. Ci auguriamo che il 2021 sia l’anno della svolta in questo senso. Un altro passo importante è l’emendamento approvato in Senato che toglie il tetto del 50% di plastica riciclata per gli imballaggi alimentari e ora, finalmente, si potrà arrivare fino al 100%.

“Nel 2020 ci sono state anche occasioni mancate. Come la modifica normativa per la rimozione del tetto massimo di 25/euro a tonnellata per l’ecotassa di conferimento in discarica”
– Giorgio Zampetti

Al tempo stesso, nel 2020 ci sono state anche occasioni mancate. Come la modifica normativa per la rimozione del tetto massimo di 25/euro a tonnellata, stabilito per l’ecotassa di conferimento in discarica, modifica necessaria per raggiungere l’obiettivo del limite massimo del 10% di rifiuti conferiti in discarica. Oppure l’approvazione anche in Italia di una norma sul dibattito pubblico, a livello nazionale, declinata poi sulle singole regioni, che preveda l’avvio di percorsi partecipativi per accompagnare la realizzazione di un’adeguata rete impiantistica, necessaria per diffondere impianti per la produzione di materia prima seconda e per chiudere il cerchio, a partire dagli impianti di digestione anaerobica per trattare i rifiuti organici e produrre biometano. Preoccupa invece che nella bozza del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), quando si parla di impianti di economia circolare il solo riferimento esplicito sia ai Tmb (trattamento meccanico biologico), impianti destinati a trattare i rifiuti indifferenziati prima del loro smaltimento in discarica,

Noi non abbiamo dubbi, l’economia circolare è strategica per il decollo di una delle più importanti eccellenze industriali ed economiche del nostro Paese e il superamento delle emergenze rifiuti. Ma perché le diventi concretamente occorre agire subito, a partire dal Pnrr e fin dai primi mesi del 2021.

Leggi anche:
Speciale 2020, un anno di ambiente

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Giorgio Zampettihttps://www.lanuovaecologia.it
Direttore generale di Legambiente

Articoli correlati

Clima, Draghi: “Italia determinata ad affrontare l’emergenza”

L'intervento al Climate moment a New York: "Dobbiamo agire subito o non rimarremo sotto l'incremento di 1,5 °C"

Clima, il rapporto del Cmcc indica il futuro dell’Italia tra eventi estremi e siccità

I dati del Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici: aumento delle temperature di 2-5 °C entro il 2050. Incremento del rischio idrogeologico e perdite fino all’8% del Pil pro capite con nuove differenze socio-economiche tra Nord e Sud / Leggi il rapporto del CMCC

Buco dell’ozono, ora supera le dimensioni dell’Antartide

I dati di Copernicus: "Nel 2021 il buco dell'ozono è cresciuto considerevolmente ed è ora più grande del 75% se comparato alla stessa fase della stagione del 1979"

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Parchi eolici italiani, online la prima guida turistica dedicata

Da Rivoli Veronese a Gibellina, undici gli impianti da scoprire con Legambiente attraverso una serie di itinerari tra percorsi ciclabili, borghi, arte e buona cucina diventati laboratori della transizione energetica

Commercio illegale di idrofluorocarburi, disponibile il rapporto ufficiale dell’Environmental Investigation Agency

I gas refrigeranti inquinano come emissioni di gas serra di più di 6,5 milioni di automobili in un anno. E la Romania rimane in silenzio

Attivismo giovanile, arriva lo Youth climate meeting Lazio

Appuntamento a sabato 18 settembre 2021, alle ore 16.00 presso il Parco della Garbatella a Roma

Punta Campanella, nate 82 tartarughe marine sulla spiaggia di Maiori

Con questa schiusa, la conta dei nidi di Caretta caretta in Campania sale a quota 52. Un anno da record storico

Youth climate meeting, il diario della terza edizione

Giustizia sociale, comunicazione digitale, mobilità sostenibile e lotta alle fonti fossili. Riuniti oltre 250 volontari di Legambiente
Ridimensiona font
Contrasto