martedì 19 Gennaio 2021

Nel 2021 l’economia circolare riparta da alcuni passi compiuti nel 2020

I decreti end of waste, per la gomma da pneumatici fuori uso e per carta e cartone, fra le notizie positive dell’anno

Nel 2020 l’Italia ha recepito il pacchetto di direttive europee sull’economia circolare. Si è quindi definito il contesto in cui occorre muoversi da qui ai prossimi anni. Il raggiungimento, nei tempi previsti, degli obiettivi che l’Europa, e anche l’Italia, si è prefissata avverrà però se si faranno i giusti passi.

Qualcuno è stato fatto in questi mesi. Nel marzo 2020 è stato approvato il decreto end of waste per la gomma riciclata da pneumatici fuori uso; nel settembre scorso è stato firmato quello relativo a carta e cartone. Norme che servono per mettere in moto l’economia circolare vera e propria. Visti in quest’ottica, però, i decreti end of waste approvati fino ad ora sono ancora troppo pochi. Ci auguriamo che il 2021 sia l’anno della svolta in questo senso. Un altro passo importante è l’emendamento approvato in Senato che toglie il tetto del 50% di plastica riciclata per gli imballaggi alimentari e ora, finalmente, si potrà arrivare fino al 100%.

“Nel 2020 ci sono state anche occasioni mancate. Come la modifica normativa per la rimozione del tetto massimo di 25/euro a tonnellata per l’ecotassa di conferimento in discarica”

Al tempo stesso, nel 2020 ci sono state anche occasioni mancate. Come la modifica normativa per la rimozione del tetto massimo di 25/euro a tonnellata, stabilito per l’ecotassa di conferimento in discarica, modifica necessaria per raggiungere l’obiettivo del limite massimo del 10% di rifiuti conferiti in discarica. Oppure l’approvazione anche in Italia di una norma sul dibattito pubblico, a livello nazionale, declinata poi sulle singole regioni, che preveda l’avvio di percorsi partecipativi per accompagnare la realizzazione di un’adeguata rete impiantistica, necessaria per diffondere impianti per la produzione di materia prima seconda e per chiudere il cerchio, a partire dagli impianti di digestione anaerobica per trattare i rifiuti organici e produrre biometano. Preoccupa invece che nella bozza del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), quando si parla di impianti di economia circolare il solo riferimento esplicito sia ai Tmb (trattamento meccanico biologico), impianti destinati a trattare i rifiuti indifferenziati prima del loro smaltimento in discarica,

Noi non abbiamo dubbi, l’economia circolare è strategica per il decollo di una delle più importanti eccellenze industriali ed economiche del nostro Paese e il superamento delle emergenze rifiuti. Ma perché le diventi concretamente occorre agire subito, a partire dal Pnrr e fin dai primi mesi del 2021.

 

>> Leggi lo speciale 2020, un anno di ambiente

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Giorgio Zampettihttps://www.lanuovaecologia.it
Direttore generale di Legambiente

Articoli correlati

A Nemi la raccolta differenziata vola dal 4 al 75%

Nel comune dei Castelli Romani balzo in avanti già dal primo mese in cui sono stati eliminati i cassonetti stradali. Scarti cittadini ridotti di circa un terzo e oltre l'80% in meno di indifferenziato a smaltimento

Incendi in Australia, minacciati gli habitat di 191 specie animali

Tra queste, 49 ne hanno perso più dell'80%. Tra giugno 2019 e febbraio 2020 in totale più di 15mila roghi. Wwf lancia l'iniziativa “Regenerate Australia” per il recupero della fauna selvatica

Mobilità urbana, nel 2020 +84,5% di veicoli a due ruote elettrici venduti

Superati per la prima volta i 10mila veicoli immatricolati. Sale la disponibilità media di piste ciclabili, per i motocicli in calo l'accesso alle corsie riservate ai mezzi pubblici. I dati del quinto rapporto dell’Osservatorio Focus2R promosso da Confindustria Ancma e Legambiente

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

A Nemi la raccolta differenziata vola dal 4 al 75%

Nel comune dei Castelli Romani balzo in avanti già dal primo mese in cui sono stati eliminati i cassonetti stradali. Scarti cittadini ridotti di circa un terzo e oltre l'80% in meno di indifferenziato a smaltimento

Focus 2 ruote, presentazione del report 2021

Appuntamento lunedì 18 gennaio alle ore 11.00 sul sito de La nuova ecologia e su ancma.it

Mobilità sostenibile, l’Italia investe ancora troppo in combustibili fossili

I dati del nuovo studio di Transport & Environment. Dei bus immatricolati nel 2019, solo il 5,4% è a zero emissioni. Legambiente: "Serve un cambio di passo"

Sorrento, trovata morta la balenottera arenata ieri nel porto

Il corpo era a circa 12 metri di profondità. Ultimi aggiornamenti indicano che l'animale sul fondo sarebbe più grande di quello visto ieri sera

La campagna “Alleva la speranza” al fianco di chi non abbandona le terre del terremoto

Riparte “Alleva la speranza +”, la campagna promossa da Legambiente ed Enel per sostenere le realtà colpite da terremoto e pandemia. Che per ricominciare puntano su turismo di prossimità, natura e storia