lunedì 27 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

ECOFORUM UMBRIA

Dallo “studio virtuale di Assisi” l’evento online
ANTICIPAZIONE SUI COMUNI RICICLONI 2020: saranno premiati tra gli altri Calvi dell’Umbria, Otricoli, Arrone, Narni, Terni e Assisi.

Torna, dopo essere slittato di qualche mese per ragioni legate all’emergenza sanitaria in corso, l’EcoForum sull’economia circolare in Umbria. L’appuntamento, giunto alla sua quarta edizione, analizza casi e numeri legati alla gestione dei rifiuti nella nostra regione. Un’analisi, quella che emergerà dall’EcoForum, sia qualitativa che quantitativa, legata a produzione e recupero dei rifiuti, con approfondimenti su quanto di buono viene realizzato nei diversi territori dell’Umbria. L’appuntamento in versione ibrida, con uno studio allestito presso la Sala della Conciliazione nel palazzo comunale di Assisi, dove si alterneranno alcuni ospiti in presenza e molti altri invece collegati via web, ha l’obiettivo di promuovere le buone pratiche che vengono dai Comuni e facilitare la discussione tra gli attori (imprese, istituzioni e cittadini) dell’economia circolare in Umbria. Sarà possibile seguire i lavori collegandosi ai canali social di Legambiente Umbria.

L’associazione ambientalista, in collaborazione con Arpa Umbria, e il supporto di istituzioni e aziende, rinnova, dunque questa importante giornata , diventata ormai l’appuntamento principale per fare il punto sulle politiche ambientali legate ai rifiuti nella nostra regione.

Ad aprire i lavori della prima sessione, intitolata pensare circolare: la risposta dei territori alle filiere di riciclo, ci sarà il senatore Luca Briziarelli, che interverrà stimolato da Enrico Fontana di Legambiente nazionale. Seguiranno poi interventi che faranno il punto sul valore e sulle problematiche delle filiere umbre del riciclo di materia, con interventi, tra gli altri, di Franco Graziosi della Cartiera di Trevi, Valentina Meschiari di Corepla, Daniela Riganelli di Novamont e il direttore di Arpa Umbria Luca Proietti.

Il primo blocco si concluderà con un focus specifico su un tema molto attuale in Umbria, e in particolare nelle zone colpite dagli eventi sismici del 2016/17, quello dei rifiuti edili. In particolare si parlerà della valorizzazione degli inerti da riciclo con Antonio Pergolizzi, uno degli autori del rapporto annuale sull’Ecomafie di Legambiente.

La seconda sessione si concentrerà sui fondi e sul PNRR (piano nazionale ripresa e resilienza) e sulle sfide per la gestione sostenibile dei rifiuti in Umbria. Interverranno Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente e Stefania Proietti sindaca di Assisi. Seguiranno i focus di Arpa Umbria e AURI sulle principali novità normative e la nuova tariffazione; sarà illustrate le strategie che intende mettere in campo Gesenu per aumentare qualità e quantità della differenziata, con l’intervento di Massimo Pera. Al termine della seconda sessione si parlerà del caso di Assisi e del progetto Fra Sole, e Lorenzo Barucca di Legambiente presenterà il progetto ECCO Economie Circolari di COmunità, promosso da Legambiente e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, progetto ha visto nascere 15 laboratori di economia circolare in 13 regioni italiane, per promuovere le opportunità di occupazione del settore green, aumentare la sostenibilità dei territori, favorire l’innovazione e lo sviluppo di nuove competenze.

In conclusione sarà la volta di uno dei momenti più attesi, la presentazione del Rapporto Comuni Ricicloni 2020, e la successiva premiazione con la consegna “virtuale” degli attestati ai comuni Ricicloni umbri vincitori.

“Vogliamo mettere assieme e ragionare con i tanti attori di questa economia regionale della circolarità, – afferma Maurizio Zara, presidente di Legambiente Umbria – istituzioni pubbliche, aziende, associazioni, i comuni Ricicloni Umbri, che anche quest’anno premieremo per la qualità del loro lavoro sul territorio, e solleciteremo al contempo le altre amministrazioni, e gli altri attori umbri, a condividere l’obbiettivo di una economia circolare dei rifiuti.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Clima, migliaia di studenti in piazza a Roma

"Di chi è il futuro?". Questo lo slogan della prima grande manifestazione post Covid, che nel giorno dello sciopero mondiale ha riunito giovani e famiglie intasando il traffico della capitale. Le voci dal Global Strike

Al via il Global Climate Strike, insieme per il clima e l’ambiente

Migliaia di giovani in piazza sull'onda lunga dei venerdì di Greta. E parte anche Puliamo il Mondo, che sostiene a gran voce i tanti ragazzi che in tutto il mondo scioperano per chiedere ai Grandi della Terra azioni concrete per il Pianeta

Forum Acque – Conferenza finale Progetto Life ESC VisPO

Al via la prima edizione del Forum Acque in Piemonte, momento di dialogo per affrontare le sfide del futuro, rappresentate dal cambiamento climatico e dalla pressione antropica sulla risorsa idrica

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto