giovedì 25 Febbraio 2021

Acquista

Login

Registrati

Disarmo necessario

Famiglia

Famiglia, lo spettacolo di Valentina Esposito, obbliga lo spettatore a uscire da certe gabbie mentali dure a morire e a sbarazzarsi delle categorie legate al “genere”. Sul palcoscenico si vedono ex detenuti in scena al fianco di attori professionisti che hanno scelto di frequentare la marginalità come condizione esistenziale. Fra questi c’è Marcello Fonte, piccolo uomo chapliniano, che dopo la Palma d’oro come miglior attore a Cannes per Dogman di Matteo Garrone, è assediato dalle richieste di lavoro. Ma lui non dimentica la sua “prima casa”, e si fa vedere a suo agio fra gli attori stabili della compagnia Fort Apache Cinema Teatro, il progetto teatrale rivolto a detenuti ed ex detenuti per il loro inserimento nel sistema spettacolo. Nata in un contesto completamente indipendente quattro anni fa da un’idea di Valentina Esposito, la compagnia continua a portare in giro questo spettacolo ammaliante e sincero, di respiro cechoviano. Famiglia racconta il matrimonio di una giovane donna. Alla sua festa si presentano i vivi e i morti, i membri di un gruppo familiare che ha conosciuto la violenza e lo scandalo, e che non si ferma di fronte a nulla. Attorno all’anima di Marcello Fonte, violento nonno calabrese morto da anni, ruota un vortice di poesia scenica che innesca un contatto tra gli invitati e i loro fantasmi, inducendo alla fine tutti alla necessità del disarmo come scelta di vita.
«Questo spettacolo è dedicato a chi non c’è. Ai figli lontani e ai padri che sono morti mentre i figli erano lontano. Sulla scena ci sono tutti, le persone, i personaggi e i fantasmi – dichiara Valentina Esposito – Non importa se non c’è più il muro di un carcere a separarli. Ancora una volta questi attori usano il teatro per quello che serve, per colmare una distanza, per aggredire il senso di colpa, per sostenere il peso del giudizio».
(Visto al Teatro India di Roma)

Articoli correlati

Nasce l’Osservatorio indipendente sul Piano nazionale di ripresa e resilienza

A lanciare l'iniziativa sono un gruppo di organizzazioni della società civile che chiedono al Governo Draghi pieno coinvolgimento nella definizione del Pnrr. Tra queste c'è anche Legambiente

Cambiamenti climatici, in Europa ogni anno danni per 12 miliardi di euro

La cifra potrebbe aumentare addirittura a 170 miliardi nel caso in cui le temperature dovessero aumentare ulteriormente. La Commissione Ue vara una strategia di adattamento con la creazione di un nuovo osservatorio sul clima e la salute

Ecoforum Basilicata 2021

Le sfide dell'economia circolare

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Volontariato in tempi di pandemia, le nuove proposte di Legambiente

Imprese e Terzo Settore insieme per la sostenibilità ambientale. Il 23 febbraio il 7° workshop: tutela dell'ambiente, valori sociali e solidarietà. Nasce la “carta d'identità del volontariato aziendale”

Emissioni, per raggiungere target Ue bisogna decarbonizzare caldaie e riscaldamenti

La campagna #Coolproducts con Legambiente e Kyoto Club: servono nuove etichette energetiche e target più ambiziosi già a partire dal 2023

Gli scienziati all’UE: “No alle gabbie negli allevamenti”

Più di 140 scienziati, tra cui la primatologa Jane Goodall, hanno firmato la lettera conto le gabbie indirizzata alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen

Cobalto in Congo, mai più schiavi delle risorse

Buona parte del cobalto che alimenta i nostri pc portatili si trova in Repubblica Democratica del Congo, dove ieri sono stati uccisi il nostro ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista. Eppure il Paese rimane uno dei più poveri del pianeta

“Il mare è fonte di vita”. L’intervista a Nicola Sammarco, ideatore di Nicopò

La prima serie animata in cui l’entertainment incrocia i temi ambientali. Sullo sfondo Taranto, i fantasmi dell'Ilva e il sogno di cambiare la città
Ridimensiona font
Contrasto