domenica 25 Luglio 2021

Acquista

Login

Registrati

Caldo estivo: la dieta mediterranea è il “trucco” per mantenersi in forma

Con le temperature in aumento sarà fondamentale rivisitare il nostro modello nutrizionale introducendo alimenti che possano contrastare l’insorgenza di malattie. Questa e altre proposte al centro del progetto formativo Gusto è Salute

Come noto, il caldo estivo rappresenta un campanello d’allarme anche per la nostra salute. Più aumentano le temperature, più si acutizzano i disturbi gastro-intestinali: gonfiore, mal di pancia, stipsi alternata a diarrea diventano così i nemici numero uno delle vacanze di milioni di italiani, molti dei quali costretti a rinunciare a gusti e sapori delle mete estive. Ma coniugare gusto e salute non solo è possibile, ma può anche contribuire a migliorare la nostra salute.

È questo il tema centrale del progetto Consulcesi e Sanità In-formazione Gusto è Salute. Un’iniziativa pensata per ‘formare i formatori’ e cioè medici di famiglia, nutrizionisti, infermieri e gli altri operatori sanitari per arrivare così alla popolazione generale. Il progetto alterna contenuti teorici a preparazione pratica degli alimenti attraverso video e sessioni di show cooking, proprio come una puntata di Masterchef. La Ecm – series è costituita da cinque corsi dedicati alla dieta giusta per ipo e ipertiroidismo, infiammazione cronica silente, cellulite, intolleranze alimentari e problemi gastro-intestinali.

Protagonista di questo progetto è la dieta mediterranea. Per coniugare gusto e salute e preservare la tradizione culinaria del nostro Paese è però essenziale rivisitare la dieta mediterranea in ottica ‘funzionale’ introducendo alimenti e associando sapientemente ingredienti che possano contrastare l’insorgenza di malattie. La formazione svolge una funzionale essenziale per sfatare alcuni falsi miti culinari e aggiornare le proprie credenze. Ad esempio, che la frittura faccia male e vada evitate. E invece, la frittura stimola la secrezione di bile e facilita la pulizia intestinale. Ad esempio, l’avena deve tornare ad essere protagonista della dieta mediterranea. Infatti, l’avena contiene i beta-glucani favoriscono il transito intestinale e fanno bene al microbiota. E per preservare il gusto, consumare il cioccolato fondente e la frutta secca.

“Colite, disturbi dell’alvo, reflusso, gonfiore sono la spia di numerose problematiche che possono essere gestite con alimentazione funzionale e biotipizzata”- dichiara Serena Missori endocrinologa nutrizionista e responsabile Gusto è Salute. “Importante è non sottovalutarle e correre ai ripari, dice l’esperta, perché spesso questi sintomi sono la spia di qualcosa di più come steatosi epatica, gastriti, colon irritabile, diverticolite e altre malattie infiammatorie e croniche intestinali. L’alimentazione ha ruolo chiave nell’insorgenza di tali problematiche”, conclude la Missori affiancata nelle diverse edizioni di questa serie formativa da Gianfranco Vissani, Roberto Valbuzzi ed ora anche dalla chef Marisa Maffeo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

FestambienteSud parte dall’economia circolare, l’agroecologia e la musica di Daniele Sepe

Al via della XVII edizione del festival nazionale di Legambiente per il Sud l’ecoforum e un incontro sull’economia circolare. In serata il concerto di Daniele Sepe . Il video racconto della prima giornata di FestambienteSud 2021

Azione climatica, l’impegno europeo per ridurre le emissioni è ancora insufficiente

Il nuovo Pacchetto legislativo Clima-Energia “Fit for 55” proposto dalla Commissione lo scorso 14 luglio è inadeguato a fronteggiare la crisi climatica e a mantenere vivo l’obiettivo di 1.5°C. Un obiettivo ambizioso ma possibile

G20, Cingolani: “Raggiunto un accordo unico sulla tutela della natura”, in piazza cresce la protesta

Secondo il ministro il documento riprende la visione del Pnrr italiano: tutela degli ecosistemi e della biodiversità, economia circolare, finanza green I difficili negoziati sulla transizione ecologica

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Al via “La Compagnia del suolo”, nove tappe per analizzare la salute dei terreni agricoli

L'iniziativa, organizzata nell'ambito del progetto "Cambia la Terra", punta ad attraversare l’Italia da nord a sud in nove tappe, a partire dal 28 luglio fino alla prima metà di ottobre

Elettromagnetismo, continua il tentativo di innalzare i limiti di legge

In queste settimane, grazie alla vigilanza della società civile, si è scongiurato il rischio di emendamenti per aumentare da 6 v/m a 61 v/m. Ma la battaglia in Parlamento non è ancora finita

Rete EducAzioni, la scuola in presenza è l’unica opzione

L'appello del coordinamento di cui fa parte tra gli altri il Forum Disuguaglianze Diversità, le Scuole senza zaino, Saltamuri e Asvis al governo e al ministro dell'istruzione. Per un'istruzione senza disparità

G20 a Napoli, il controvertice dell’ecosocialforum

Una tre giorni dal basso, di informazione, di confronto e di mobilitazione. Insieme i Fridays for future, Extinction Rebellion, Greenpeace e tanti comitati locali: sono le "bees against G20"

Formula 1, Vettel raccoglie i rifiuti sugli spalti di Silverstone

Uscito anzitempo al Gran Premio di Gran Bretagna il pilota tedesco ha deciso di dare una mano per ripulire il circuito di Silverstone
Ridimensiona font
Contrasto