sabato 8 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

Dal buio alla tavola

insalata-belga-indivia_8

Da metà primavera a fine estate possiamo piantare nel nostro orto una gustosa verdura che si può consumare sia cotta che cruda, con poche calorie ma ricca di fibre, vitamine, minerali e con un gusto molto particolare. È l’indivia belga, una varietà di Cichorium endivia, originaria del paese fiammingo anche detta indivia Witloof. Al contrario delle altre due indivie più conosciute (quella riccia e quella liscia) che hanno le foglie a cespo come le insalate, l’indivia belga ha le foglie serrate fra di loro, tanto da farla somigliare a una pannocchia bianca.

La semina si effettua in campo, ben drenato e fertilizzato con letame maturo, ponendo i semi a una profondità di un centimetro e in fila distanti 30 cm. Man mano che le piantine crescono, si diradano fino a lasciarne una ogni 15-20 cm sulla fila. In modo da farle crescere rigogliose. All’arrivo del freddo, quando le foglie iniziano ad appassire va effettuata un’operazione particolare che la leggenda vuole nata da un caso fortuito accaduto a un contadino belga nell’800: estraiamo con delicatezza le nostre piante dal terreno, tagliamo le radici più piccole lasciando solo quella principale, spuntando anch’essa.

Tagliamo le foglie ad un centimetro circa dalla base e mettiamo le nostre piante in cassette (vanno bene quelle in legno da frutta alte) in cui avremo posto uno strato di letame di 10 cm ed uno strato di 15 cm di terriccio leggero ricco di sabbia. Innaffiamo periodicamente e temiamo in un luogo buio e fresco. Dopo qualche settimana avremo le nostre candide indivie pronte. Tagliamole alla base, ben presto ne spunteranno altre.

Articoli correlati

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

Giornata mondiale degli uccelli migratori, tanti esemplari a rischio

Ricorre l'8 maggio ed è stata creata per sensibilizzare alla tutela della biodiversità e degli habitat in cui l'avifauna vive. Un fine settimana pieno di iniziative

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Sex and the cancer, contro ogni tabù

C’è un aspetto nella diagnosi di cancro di cui ancora troppo poco si parla: come cambia la sessualità con e dopo il tumore. Appuntamento all’11 maggio con un convegno sul tema

L’87% dei cittadini di Roma e Milano chiede più spazi verdi

È quanto emerge dai dati italiani del sondaggio europeo YouGov, commissionata dal movimento europeo Clean Cities di cui fanno parte Legambiente e Kyoto Club. Firma la petizione per una mobilità a zero emissioni

Dal 2 all’8 maggio la Settimana internazionale sulla consapevolezza del compost

Obiettivo dell'iniziativa, che si conclude l'8 maggio, è creare consapevolezza sui vantaggi dell'uso del compost e del recupero valorizzato di sostanze organiche per la società civile, il suolo e l'ambiente. Anche quest'anno tra i promotori c'è il Consorzio italiano compostatori
Ridimensiona font
Contrasto