Costa: “L’Aia per l’ex Ilva sarà riesaminata”

Il ministro dell’Ambiente ha accolto la richiesta del sindaco di Taranto per un riesame dell’Autorizzazione di impatto ambientale dopo la lettura dei rapporti Arpa e Asl  in cui sono stati valutati danni sanitari e rischi per la popolazione

foto di Taranto, Ilva

Il ministro Sergio Costa ha accolto la richiesta per procedere ad un riesame dell’Autorizzazione di impatto ambientale per l’ex Ilva. Si tratta di una dettagliata richiesta – formulata dal sindaco di Taranto nei giorni scorsi – che ha come base delle ragioni di ordine sanitario evidenziati all’interno di rapporti presentati da Arpa Puglia e Asl. Al centro della proposta di riesame dell’Aia ci sono gli “esiti del rapporto di valutazione del danno sanitario elaborati” attraverso i quali si evidenzia “un rischio residuo non accettabile per la popolazione”, come ha spiegato il ministro Costa ascoltato in commissione Ambiente alla Camera, aggiungendo che la procedura permetterà di arrivare alla fine del “completamento degli interventi previsti” dall’Aia del 2012.

foto di Sergio Costa

Intanto il prossimo 24 giugno il ministro dell’Ambiente sarà di nuovo a Taranto come aveva promesso ai cittadini nell’ultima visita istituzionale: “È un dovere procedere al riesame; lo dobbiamo ai cittadini e ai lavoratori. Abbiamo accolto con favore l’istanza del sindaco, con il quale il rapporto di collaborazione è costante e proficuo”. Il ministro ha concluso l’intervento annunciando che: “In base ai risultati si procederà a rivalutare l’Aia, eventualmente fissando più adeguate condizioni di esercizio”.