Costa, i pescatori aiutino a raccogliere la plastica in mare

La metà del pescato nelle reti è spazzatura, al 90% plastica, che viene ributtata in mare. Il ministro dell’Ambiente ipotizza isole ecologiche nei porti e cambio della norma legge 152 del 2006

foto di Sergio CostaI pescatori devono diventare anche raccoglitori della plastica in mare, cambiando le norme che adesso li disincentivano e installando isole ecologiche nei porti. È l’auspicio del ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, presentando il suo programma alla Commissione Ambiente della Camera.

“Oggi i pescatori del Mediterraneo, quando tirano su le reti, trovano un 50% di spazzatura – ha detto Costa – Di questa spazzatura, il 90% è plastica. Oggi, per come è fatta la legge 152 del 2006, i pescatori ributtano in mare questa plastica. Altrimenti, potrebbero essere considerati trasportatori abusivi di rifiuti”.  “È una mia idea: facciamoci aiutare dai pescatori a raccogliere il marine litter – ha aggiunto il ministro – I pescatori sono una risorsa a costo zero. Facciamo le isole ecologiche nei porti e cambiamo la norma sulla raccolta”.