martedì 26 Gennaio 2021

Coronavirus, morto un giovane indigeno Yanomami in Amazzonia

La paura del Coronavirus è arrivata anche nelle tribù indigene dell’Amazzonia. Giovedì, in seguito a una settimana di terapia intensiva nella città di Boa Vista, è morto Alvanei Xirixana, un giovane Yanomami di soli 15 anni. A darne l’annuncio è il Ministero della Salute brasiliano, che si dichiara preoccupato per le popolazioni indigene.

Alvanei viveva a Rehebe, tra lo stato brasiliano di Roraima e il Venezuela, una delle aree più remote del bacino amazzonico. Lì non ci sono strutture sanitarie locali attrezzate per fronteggiare l’urgenza, e le comunità indigene, che vivono a stretto contatto, potrebbero subire gravissimi danni. Proprio in quell’area, si trovano diversi accampamenti minerari sfruttati dai garimpeiros, cercatori d’oro e di metalli preziosi, per entrare illegalmente in territorio amazzonico.

Sebbene non sia chiaro come sia stato contagiato il ragazzo, si ipotizza che possa aver contratto il virus prorio da qualcuno dei circa 20.000 garimpeiros, che entrano ed escono dalla zona senza alcun controllo. Si tratta di uno dei primi casi accertati, ma secondo l’agenzia di stampa ufficiale Agência Brasil, le autorità sanitarie brasiliane hanno finora individuato 24 casi sospetti di Coronavirus tra gli 850mila indigeni del Paese.

Le autorità locali fanno sapere che per i circa 38mila Yanomami che vivono per lo più nelle zone di confine fra nord del Brasile e sud del Venezuela, la morte del giovane 15enne potrebbe rivelarsi come l’inizio di una possibile strage, da scongiurare con qualsiasi mezzo. Intanto, il Brasile registra più di 20.727 casi confermati e 1124 morti.

“Gli indigeni convivono con le epidemie portate dall’uomo bianco fin dal XVI secolo”, ha scritto questa settimana l’editorialista Bernardo Mello Franco sul quotidiano brasiliano O Globo. “Ora, con l’arrivo del Coronavirus, la minaccia è tornata”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Fusione dei ghiacci a ritmi record, dal ’94 persi 28 trilioni di tonnellate

Il primo studio effettuato con dati satellitari da un gruppo di ricerca dell'Università di Leeds conferma che il fenomeno è ormai in linea con gli scenari più preoccupanti previsti dagli esperti

Il biometano al centro della campagna Unfakenews contro le bufale ambientali

Prosegue l'impegno di Legambiente e Nuova Ecologia per fare chiarezza su temi ostacolati dall'opinione pubblica. Questo mese il biocombustibile a km0

Biometano, ecco le risposte che cerchi

È al centro della campagna Unfakenews di Legambiente e Nuova Ecologia contro le bufale ambientali. Non c'è spazio per i dubbi

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Il biometano al centro della campagna Unfakenews contro le bufale ambientali

Prosegue l'impegno di Legambiente e Nuova Ecologia per fare chiarezza su temi ostacolati dall'opinione pubblica. Questo mese il biocombustibile a km0

Biometano, ecco le risposte che cerchi

È al centro della campagna Unfakenews di Legambiente e Nuova Ecologia contro le bufale ambientali. Non c'è spazio per i dubbi

Emilia-Romagna a biogas, una regione circolare

Transizione verso le rinnovabili, ottimizzazione della differenziata e riduzione degli spandimenti fuori legge. Sono i vantaggi degli impianti a biometano

Life Delfi, cresce la rete di soccorso dei mammiferi marini in difficoltà

Nel primo anno di attività il progetto europeo ha permesso di formare e attivare i futuri rescue team che interverranno in mare o sulle coste per salvare cetacei spiaggiati o rimasti impigliati nelle reti da pesca

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente