venerdì 24 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Coronavirus e caporalato, scontri a Mondragone per un nuovo focolaio del contagio

Mondragone coronavirus

Momenti di tensione a Mondragone, in provincia di Caserta, dove sono scoppiati dei disordini attorno alle palazzine ex Cirio in cui è stato individuato nuovo focolaio di Coronavirus.

Lungo la costa Domiziana, una delle zone a più alta presenza di migranti in Italia, da tempo ong e associazioni attive sul posto lanciano l’allarme sul rischio di un’estensione a macchia d’olio del contagio. Migliaia di persone che vivono qui, non solo stranieri ma anche italiani, sono disoccupati e faticano a trovare un lavoro anche a causa delle problematiche di un territorio difficile. Altri sono invece impiegati nell’edilizia e nell’agricoltura, spesso in condizioni di pesante sfruttamento. In un contesto del genere, era inevitabile che i primi focolai del contagio avrebbero creato dissidi.

“I disordini di Mondragone che oggi stupiscono tutti sono la conseguenza tangibile dell’invisibilità istituzionale in cui si trovano a vivere migliaia di persone in questo territorio – spiega Sergio Serraino, referente dell’ambulatorio di Emergency nella vicina cittadina di Castel Volturno – L’unico modo per far sì che non si creino questo tipo di situazioni è agire prima, garantendo alle diverse categorie di migranti un permesso di soggiorno, un contratto regolare di lavoro, la possibilità di ottenere la residenza e di conseguenza di richiedere un medico di base presso il quale curarsi. Riconoscere diritti per noi rappresenta l’unica soluzione possibile”.

Dal 2013 Emergency ha attivato a Castel Volturno servizi di medicina di base e specialistica, educazione sanitaria e orientamento socio-sanitario per facilitare l’accesso al sistema sanitario a chi ne ha bisogno. Finora ha erogato oltre 56 mila prestazioni per un totale di 9749 beneficiari. In questi anni Emergency ha notato che l’esclusione di fatto dal Servizio Sanitario Nazionale provocata dalla mancanza di un regolare contratto di lavoro e quindi dall’impossibilità di ottenere la residenza ha compromesso sostanzialmente il diritto alla cura per molti dei migranti comunitari presenti sul territorio.

“Conosciamo quella realtà, in questi anni sono passati dal nostro ambulatorio circa 70 pazienti bulgari di quell’area. Per la maggior parte si trattava di bambini, dato che la regione Campania non permette ai figli dei cittadini della Comunità Europea non residenti in questi comuni di ottenere un pediatra di libera scelta. Anche per questo diciamo che, in un contesto di emergenza sanitaria come quello che stiamo vivendo, garantire un medico di base è nell’interesse di tutti perché rappresenta il mezzo più efficacie per tutelare la salute pubblica,” ha concluso Serraino.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Al via il Global Climate Strike, insieme per il clima e l’ambiente

Migliaia di giovani in piazza sull'onda lunga dei venerdì di Greta. E parte anche Puliamo il Mondo, che sostiene a gran voce i tanti ragazzi che in tutto il mondo scioperano per chiedere ai Grandi della Terra azioni concrete per il Pianeta

Forum Acque – Conferenza finale Progetto Life ESC VisPO

Al via la prima edizione del Forum Acque in Piemonte, momento di dialogo per affrontare le sfide del futuro, rappresentate dal cambiamento climatico e dalla pressione antropica sulla risorsa idrica

Sessant’anni fa la prima Marcia per la pace

Dal numero di settembreEra il 24 settembre 1961 quando Aldo Capitini organizzò l'appuntamento intorno al quale è cresciuto il movimento nonviolento italiano. Il nostro speciale con le voci dei protagonisti di ieri e di oggi: "Un mondo diverso è sempre possibile"

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto