giovedì 22 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Consumatori consapevoli con “Spreco Zero 2016”

spreco

Il consumatore italiano è consapevole della sua propensione ad aumentare gli sprechi, ma al contempo può essere in grado di arginare questa tendenza che “costa” 13 miliardi all’anno. È la premessa alla base di Spreco Zero 2016, la sesta campagna di Last Minute Market presentata il 6 luglio a Roma. «Spreco Zero 2016 – spiega Andrea Segrè, presidente di Last Minute Market – andrà proprio alla radice dello spreco domestico, indicando con precisione qualità e quantità del cibo sprecato ad ogni pasto».

Last Minute Market e Università di Bologna hanno avviato il progetto Reduce, per monitorare i consumi domestici. Un campione di famiglie ha compilato dei “diari”, annotando il cibo gettato ad ogni pasto, con annessa motivazione. Si è poi proceduto a verificare, nei sacchi della spazzatura, gli scarti effettivamente gettati: la contro-analisi sui rifiuti ha confermato solo in parte quanto dichiarato nei Diari, evidenziando sprechi alimentari ben superiori da quelli percepiti. «Il progetto Reduce – commenta il responsabile scientifico Luca Falasconi – evidenzia il bisogno di educare alla riduzione dello spreco. Intendiamo partire dalle scuole: in collaborazione col Ministero dell’Istruzione, stiamo sviluppando dei moduli educativi, teorici e pratico-ludici, a gratuita disposizione degli insegnanti». Oltre a essere ricerca ed educazione, Reduce è anche comunicazione: «l’obiettivo – prosegue Falasconi – è di avere entro il 2017 una fotografia precisa sugli sprechi alimentari, per poter fornire alle famiglie concreti strumenti anti-spreco».

Intanto, per promuovere le buone pratiche, Last Minute Market assegnerà il premio Vivere a Spreco Zero, i piccoli oscar della sostenibilità per i Comuni, le aziende e le scuole. La giuria di giornalisti ed esperti ambientali (tra cui Marco Fratoddi, direttore de La Nuova Ecologia), ha decretato come testimonial il giornalista Paolo Rumiz e lo chef Moreno Cedroni. Spreco Zero 2016 partecipa anche alla campagna In the name of Africa: diecimila piatti vuoti, in due piazze di Milano e Bologna, ricorderanno il dramma epocale della fame e della malnutrizione. «È chiara ed evidente la correlazione tra malnutrizione e spreco alimentare – ha osservato Segrè – offriremo uno spunto di dibattito anche sulle implicazioni sanitarie ed ambientali legate ad una cattiva gestione del cibo acquistato». Combattere gli sprechi alimentari significa anche promuovere dal basso nuovi modelli di consumo. Non bisogna imporre codici o restrizioni alle aziende o alle pubblicità – ha affermato Andrea Segrè – per avere successo sul mercato, i produttori sono pronti ad accogliere i desideri del consumatore. L’esortazione, quindi, è quella di esigere dal mercato prodotti sostenibili e a spreco zero».

«Anche il Governo sta lavorando per rendere più virtuoso il consumatore finale – ha dichiarato Barbara Degani, sottosegretario al Ministero dell’Ambiente – La valutazione degli sprechi (ad esempio nelle mense scolastiche) è uno dei parametri che, per legge, deve essere valutato nelle gare di appalto dei servizi pubblici».

 

 

 

Articoli correlati

Protetto: QualEnergia marzo/aprile 2021

CLICCA QUI PER SFOGLIARE LA RIVISTA ATTIVA UN ABBONAMENTO ACQUISTA UNA COPIA SFOGLIA I NUMERI PRECEDENTI (FREE)

QualEnergia marzo/aprile 2021

ITALIA CLIMATE NEUTRAL 2050 FOCUS SUL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA   RISERVATA AGLI ABBONATI: CLICCARE QUI PER SFOGLIARE LA RIVISTA IN OMAGGIO PER TUTTI: CLICCARE QUI...

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano
Ridimensiona font
Contrasto