giovedì 22 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Completato nuovo tratto della Ciclovia dell’Acquedotto pugliese

Un tratto della Ciclovia Acuedotto Pugliese

La Ciclovia dell’Acquedotto pugliese (Aqp) si arricchisce di un ulteriore tratto lungo cinque chilometri che si aggiungono ai dieci chilometri già liberamente percorribili della pista ciclabile che quando sarà tutta adeguatamente attrezzata e messa in sicurezza si snoderà per circa 200 chilometri di lunghezza. Ne dà notizia la Regione Puglia evidenziando che siamo nel punto tra i più suggestivi della grande condotta idrica che parte dal Sele, in Campania, e arriva sino in Puglia attraversando paesaggi, pezzi di storia, arte e numerosi comuni. Il tratto in cui sono stati completati i nuovi lavori è nel cuore della Valle d’Itria: a Locorotondo, con le sue 146 contrade, nella provincia di Bari, e a Cisternino e Martina Franca, rispettivamente nelle province di Brindisi e Taranto. Un territorio impreziosito da vigneti, mandorleti, alberi da frutta di ogni tipo, querce, campi di seminato suddivisi da piccoli e grandi muretti di pietra a secco, nei colori e nelle caratteristiche delle tradizioni popolari ed enogastronomiche che esercitano un grande fascino e un grande richiamo di turisti e di cicloamatori.
L’assessore ai Trasporti e Lavori pubblici della Regione Puglia, Giovanni Giovanni Giannini, sottolinea che “la Ciclovia rappresenta un potente strumento di promozione del territorio ed allo stesso tempo un volano di sviluppo economico che arricchisce l’offerta turistica regionale. L’idea è quella di proporre un nuovo modo di fare turismo sostenibile e amico
dell’ambiente con l’obiettivo di valorizzare il nostro patrimonio infrastrutturale, la nostra storia, anche recente”.
“La conquista dell’acqua pubblica attraverso la realizzazione dell’Acquedotto pugliese ha rappresentato un evento epocale – conclude l’assessore – e a distanza di oltre 100 anni da quel
momento, consentire al il simbolo di quella epopea, il Canale Principale, di essere vissuto, è anche il giusto tributo ai nostri padri che resero possibile tutto questo”.  
“È questo il modo migliore per festeggiare in Aqp una ricorrenza da non dimenticare”, sottolinea il presidente di Aqp, Simeone di Cagno Abbrescia, ricordando che “il 26 giugno del 1902 fu promulgata la legge che istitutiva l’Acquedotto Pugliese”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Protetto: QualEnergia marzo/aprile 2021

CLICCA QUI PER SFOGLIARE LA RIVISTA ATTIVA UN ABBONAMENTO ACQUISTA UNA COPIA SFOGLIA I NUMERI PRECEDENTI (FREE)

QualEnergia marzo/aprile 2021

ITALIA CLIMATE NEUTRAL 2050 FOCUS SUL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA   RISERVATA AGLI ABBONATI: CLICCARE QUI PER SFOGLIARE LA RIVISTA IN OMAGGIO PER TUTTI: CLICCARE QUI...

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano
Ridimensiona font
Contrasto