#ClimateStrikeOnline, lo sciopero per il clima si sposta sui social

Il movimento Fridays For Future lancia l’hashtag per portare avanti la protesta sul web e impedire così la diffusione del contagio. L’appello di Greta: “Anche in tempi come questi, è fondamentale ricordare che la crisi climatica è ancora qui” / Coronavirus, ripensare l’ecologia e gli stili di vita / L’epidemia di Coronavirus smorza gli impegni green delle compagnie aeree / Coronavirus, emissioni globali in calo del 6% con il blocco delle fabbriche cinesi

#ClimateStrikeOnline protesta clima

A causa della progressiva diffusione del Coronavirus in vaste aree del pianeta, e del conseguente divieto di assembramenti di persone per impedire la diffusione del contagio, il movimento Fridays For Future lancia per la giornata di oggi uno sciopero per clima online lanciando l’hashtag #ClimateStrikeOnline.

L’appello rivolto a tutti gli attivisti è di pubblicare una loro foto con un cartello sui social media usando l’hashtag. L’obiettivo è portare avanti un’azione dimostrativa forte, inclusiva e priva di rischi per continuare a chiedere ai governi misure più efficace per il contenimento degli effetti dei cambiamenti climatici. azione politica sul clima.

“Chiediamo a tutti coloro che ne hanno la possibilità di partecipare allo sciopero online previsto per venerdì 13 marzo 2020. Tutti sono invitati a scattarsi una foto con un cartello di protesta e pubblicarlo sui social media usando l’hashtag #ClimateStrikeOnline e taggando il proprio gruppo locale Fridays for future di riferimento per diffondere il messaggio”.

“Il nostro obiettivo non è creare panico, ma contribuire in modo costruttivo a fermare questa crisi – ha dichiarato la giovane leader del movimento, l’attivista svedese Greta Thunberg – Anche in tempi come questi, è fondamentale ricordare che la crisi climatica è ancora qui, ed è ben lontana dall’essere risolta. Unitevi a noi nel #ClimateStrikeOnline, per continuare la nostra protesta e ricordare costantemente ai leader mondiali e all’opinione pubblica che siamo sempre qui, e che non ci arrenderemo”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER