giovedì 29 Luglio 2021

Acquista

Login

Registrati

Clima, nel 2020 temperature e eventi estremi in aumento

A dirlo il nuovo rapporto Onu sullo stato globale del clima pubblicato dall’Organizzazione mondiale di meteorologia. Le emissioni di gas serra sono in aumento nonostante i lockdown dovuti al Coronavirus

Nel 2020, nonostante i numerosi lockdown dovuti al Covid19, i cambiamenti climatici sono continuati in modo implacabile: con effetti e impatti su tutto il globo e condizioni meteo estreme. A dirlo è il nuovo rapporto Onu sullo stato globale del clima messo a punto dall’Organizzazione mondiale della meteorologia, lanciato per il summit Usa del 22 e 23 aprile. Gli impatti peggioreranno se non si investirà subito sull’adattamento nei prossimi decenni: Covid19 e condizioni meteo estreme si sono combinati in un “doppio colpo” all’ambiente. Il 2020 è uno dei 3 anni più caldi del secolo. Dal 2015 abbiamo avuto i 6 anni più caldi. La temperatura media globale raggiunge 1,2 C sopra l’era pre-industriale.

Il 2020 è uno dei 3 anni più caldi del secolo. Dal 2015 abbiamo avuto i 6 anni più caldi. La temperatura media globale raggiunge 1,2 C sopra l’era pre-industriale

 

Un sistema complesso  

Video sintesi dello State of global climate 2020

Il sistema climatico globale è complesso. Al fine di svelare tale complessità, lo stato del clima globale dell’OMM utilizza sette indicatori climatici per descrivere il clima che cambia, fornendo una visione ampia del clima su scala globale. Sono utilizzati per monitorare la composizione dell’atmosfera, i cambiamenti energetici che derivano dall’accumulo di gas serra e altri fattori, nonché le risposte della terra, degli oceani e dei ghiacci.

In aumento i gas serra

Le concentrazioni atmosferiche di gas serra riflettono un equilibrio tra emissioni da attività umane, sorgenti e pozzi. L’aumento dei livelli di gas a effetto serra nell’atmosfera dovuto alle attività umane è uno dei principali motori del cambiamento climatico. Il rapporto li definisce “The Big 3” e sono l’anidride carbonica, il metano e il protossido di azoto. L’anidride carbonica è il gas serra più comunemente affrontato e la sua concentrazione atmosferica è misurata in parti per milione (ppm). Anche il metano (CH4) e il protossido di azoto (N2O) sono straordinariamente importanti per il clima globale e sono misurati in parti per miliardo (ppb). Nel 2019 le concentrazioni di gas serra hanno raggiunto nuovi massimi. Anidride carbonica ha raggiunto il 148% dei livelli preindustriali, il metano il 260%, il protossido di azoto il 123%. Nonostante le battute d’arresto del COVID-19, le emissioni globali di gas serra sono aumentate nel 2020.

Leggi anche:
Si è sciolto A68, l’iceberg più grande del mondo

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Napoli, maxi operazione contro i datterari: 18 arresti

123 indagati, 245 capi di imputazione, 3mila euro di danno per metro quadrato, oltre 6 chilometri di costa devastata. Sono i numeri della vasta operazione portata a termine  dalla Procura di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto

Il naufragar m’è dolce in questo mare (di libri)

Dal mensile. Da Omero alla letteratura contemporanea del Nord Europa, dai romanzi di Melville alle poesie di Rimbaud. Un’immersione nelle profondità della letteratura

Un oceano in miniatura

Dal mensile. Il Mediterraneo è un distillato di tutte le sfide e le contraddizioni che ritroviamo su scala globale, dalle temperature medie sempre più calde all’invasione di specie aliene

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Napoli, maxi operazione contro i datterari: 18 arresti

123 indagati, 245 capi di imputazione, 3mila euro di danno per metro quadrato, oltre 6 chilometri di costa devastata. Sono i numeri della vasta operazione portata a termine  dalla Procura di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto

Il naufragar m’è dolce in questo mare (di libri)

Dal mensile. Da Omero alla letteratura contemporanea del Nord Europa, dai romanzi di Melville alle poesie di Rimbaud. Un’immersione nelle profondità della letteratura

Un oceano in miniatura

Dal mensile. Il Mediterraneo è un distillato di tutte le sfide e le contraddizioni che ritroviamo su scala globale, dalle temperature medie sempre più calde all’invasione di specie aliene

Roberto Danovaro: “Per vivere bene sul pianeta abbiamo bisogno dell’oceano sano”

Dal mensile. Professore di Biologia marina e presidente della Stazione zoologica “Anton Dohrn”, spiega perché è importante studiare i mari e quanto resta ancora da fare per tutelare quelli italiani

Scrigno d’acqua

Dal mensile. Biodiversità, cibo, energia, materie prime. I servizi ecosistemici che rendono possibile la vita sulla Terra possono nutrire l’economia del futuro. Se gli ecosistemi marini saranno ben tutelati
Ridimensiona font
Contrasto