Clima, al via in Kenya il vertice Onu

Si aprono a Nairobi i lavori della quarta Assemblea delle Nazioni Unite sull’ambiente, appuntamento che riunisce i 193 Stati membri. In una lettera aperta Joyce Msuya, la direttrice esecutiva dell’Unep, chiede “coraggio e risolutezza, perché il tempo stringe”

un'immagine dei lavori dell'assemblea Onu in Kenya

Al via a Nairobi, in Kenya, la quarta Assemblea delle Nazioni Unite sull’ambiente, appuntamento che riunisce i 193 Stati membri dell’Onu. L’obiettivo del forum ambientale più importante del mondo è naturalmente capire come salvare il pianeta dal cambiamento climatico e dal sovrasfruttamento delle risorse. E in quest’ottica, fino al 15 marzo, capi di Stato e ministri dell’Ambiente, con ong, attivisti e dirigenti di multinazionali si incontreranno per discutere e assumere impegni, nella prospettiva di un patto globale per l’ambiente.

In Kenya si parlerà delle soluzioni innovative per risolvere le sfide climatiche, come la geoingegneria, e dall’altro di produzione e consumo sostenibili. Ancora, si affronteranno temi sensibili, come lo stop allo spreco alimentare, il sostegno alla decarbonizzazione delle economie e l’inquinamento da plastiche in mare. Su quest’ultimo fronte, il Wwf ha lanciato una mobilitazione per chiedere un trattato legalmente vincolante per tutti i Paesi del mondo.

Un altro tema importante che sarà oggetto di discussione a Nairobi è quello delle nuove tecnologie, dalle soluzioni per rimuovere la CO2 dall’atmosfera agli aerosol iniettati nella stratosfera per bloccare i raggi solari, e nell’Assemblea si discuterà una risoluzione in materia.

Quel che sembra certo, speriamo almeno, è che non è più il momento di rimandare. Come ha evidenziato Joyce Msuya, la direttrice esecutiva a interim dell’Unep, in una lettera agli Stati membri in cui chiede “coraggio e risolutezza” nell’affrontare le sfide ambientali perché “il tempo stringe”.