Clima, a Londra salgono a mille i fermi per i blocchi stradali

Secondo i media britannici le persone del movimento Extinction Rebellion identificate dalla polizia sono 1.065, 53 quelle denunciare per aver bloccato il traffico. Domenica a Hyde Park in migliaia ad applaudire Greta Thunberg

L'arresto di un attivista di Extinction Rebellion

“Voi state facendo la differenza”. L’attivista ambientalista svedese di 16 anni Greta Thunberg, che sta girando il mondo per motivare chiunque protesti contro i cambiamenti climatici, ha galvanizzato a Londra una folla di militanti ambientalisti, soprattutto quelli del movimento Extinction Rebellion, che da sette giorni protestano bloccando le strade e opponendo la resistenza passiva all’arresto e allo sgombero.

Nella giornata di ieri, 22 aprile, i fermi di coloro che bloccano il traffico nella capitale inglese ha superato la cifra di mille in otto giorni: 1.065, secondo quanto riferito dalla polizia, 53 dei quali sono stati denunciati per aver bloccato il traffico. La protesta che ha bloccato Waterloo Bridge è stata sgomberata durante la notte.

Greta ha parlato a una folla di migliaia di persone radunate in una Pasqua di sole a Marble Arch, all’angolo nord-est di Hyde Park, che la incitavano calorosamente con grida, “We love you!”, e lunghi applausi. “Per troppo tempo i politici e le persone al potere se la sono cavata senza fare nulla di nulla per combattere la crisi climatica e la crisi ambientale”, ha tuonato la sedicenne fondatrice del movimento Global strike for future. “Ma faremo in modo che d’ora in poi non se la cavino più”.