domenica 18 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Verso Cop26, Cingolani: “Italia in prima linea per lo sviluppo di rinnovabili, tecnologie pulite e idrogeno”

Il 31 marzo si è svolto in modalità virtuale il Net Zero Summit, organizzato da Iea nell’ambito delle iniziative che conducono alla Cop26. Un’iniziativa utile per fare il punto, a livello globale, sulle azioni attuare per rafforzare il percorso verso un futuro  di energie pulite e su come i Paesi possono lavorare insieme per ridurre in maniera efficace le proprie emissioni di gas ad effetto serra in linea con la “World’s Roadmap to Net Zero by 2050”, la nuova roadmap dell’International energy agency finalizzata a raggiungere l’obiettivo delle emissioni net-zero nel 2050.

Al confronto ha partecipato per l’Italia il ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani. Insieme a lui erano presenti il direttore esecutivo dell’Agenzia internazionale dell’energia Faith Birol, ministri e rappresentanti di vari paesi fra cui Dan Jorgensen (Danimarca), Arifin Tarif (Indonesia), Anne Marie Trevelan (Gran Bretagna), Seamus O’Regan (Canada), Teresa Ribera Rodriguez (Spagna), Jan Carlos Jobet (Cile), Barbara Pompili (Francia), Zang Jianhua (Cina), Raj Kumar Singh (India), John Kerry (Usa), Gwede Mantashe (Sud Africa), Anders Ygeman (Svezia), Diego Mesa Puyo (Colombia). Erano presenti, inoltre, Alok Sharma, presidente della Cop26, Ngozi Okonjo-Iweala, direttore generale della Wto, Frans Timmermans, vicepresidente della Commissione europea, Cristiana Figueres, founding partner di Global Optimism.

Cingolani: “Puntiamo su efficienza energetica nel settore civile e industriale”

Nel suo intervento Cingolani ha ricordato come l’Italia sia impegnata in prima linea pianificando importanti investimenti nelle fonti rinnovabili, nelle nuove tecnologie pulite in ambito marittimo, per l’efficienza energetica nel settore civile e industriale, per l’uso dell’idrogeno nell’industria pesante. “L’Italia – ha sottolineato il ministro della Transizione ecologica – è fortemente impegnata sul fronte dell’innovazione con una partnership internazionale che la vede guidare assieme a Gran Bretagna e Cina ‘the mission power’, che punta a dimostrare che i sistemi energetici in differenti condizioni geografiche e climatiche possono essere integrati fino a raggiungere il 100% di uso di fonti rinnovabili come l’eolico e il solare”. Il nostro Paese punta, al contempo, alla condivisione della nuova ‘Missione Idrogeno’. Tutti temi questi che – ha concluso Cingolani – saranno ripresi e ribaditi nel corso della ministeriale G20  clima ed energia che si svolgerà a Napoli a luglio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

L’orsa JJ4 resterà libera

Il Tar di Trento ha pubblicato la sentenza con cui cancella l’ordinanza della Provincia di Trento che disponeva la cattura

ADRIATICO A RISCHIO

Il webinar Come fare a recuperarlo? Verso un riserva marina nel Canale d'Otranto. A cura di Medreact e Legambiente

Transizione ecologica: è l’ora del dibattito pubblico

Occorre scommettere su trasparenza delle informazioni e qualità dei progetti. A dirlo è un Manifesto promosso da 14 associazioni tra cui Legambiente, Greenpeace, Action Aid e Cittadinanza Attiva

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Catanzaro, continua la battaglia contro la discarica di Scala Coeli

Legambiente ha presentato di nuovo il ricorso al Tar per verificare se gli ultimi interventi non rappresentino un'anticipazione dell'ampliamento. Ciafani: "Serve un cambio di rotta"

Il 29 maggio in Trentino il primo concerto climate positive

L'iniziativa si chiama TreeTicket e sarà il primo evento musicale per assistere al quale si pagherà in alberi. A Malga Costa in Val di Sella, nella cornice della foresta artistica di Arte Sella, si esibiranno il violoncellista Mario Brunello e Stefano Mancuso

Agricoltura e clima, per il frumento perdite di produttività del 20% entro il 2040

È uno dei dati che emerge dal nuovo rapporto “12 passi per la terra (e il clima)” dell’associazione Terra! Ecco le proposte per offrire una via d’uscita dalla spirale di crisi in cui il settore agricolo rischia di restare invischiato

South beach, Legambiente dice stop al consumo di suolo sulla costiera molisana

L'associazione ambientalista contraria al progetto sostenuto dalla Regione che punta a urbanizzare ed edificare un’area di circa 160 ettari a ridosso del mare

In Italia 17,5 milioni di abitazioni riscaldate con gas metano

Dal settore residenziale proviene il 53% delle emissioni di PM10, mentre dagli edifici il 18% di quelle climalteranti. I dati del nuovo studio sulla decarbonizzazione dei sistemi di riscaldamento realizzato presentato da Legambiente e Kyoto Club
Ridimensiona font
Contrasto