Cinemambiente: Legambiente premia “The Climate Limbo”

Il documentario di Francesco Ferri e Paolo Caselli indaga la complessa connessione tra disastri ambientali e migrazioni.

The Climate Limbo documentario

La menzione speciale di Legambiente a CinemAmbiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino, è stata assegnata quest’anno
a “The Climate Limbo” di Francesco Ferri e Paolo Caselli, documentario sulla complessa connessione tra disastri ambientali e migrazioni.
Attraverso le storie di Queen, costretta a fuggire dalla Nigeria a causa dei
danni causati dal petrolio sull’ambiente, di Rubel, scappato dalle inondazioni
del Bangladesh, e le voci di Francesco, Luigi e Carlotta, agricoltori e
allevatori italiani che si confrontano con il problema della desertificazione e
della perdita di biodiversità in Italia, il film documenta come il
cambiamento climatico spingerà sempre più persone a lasciare la propria terra.
A fare da cornice scientifica sono un glaciologo, un fisico climatologo e un
avvocato dei diritti dell’immigrazione. Ancora non esiste un riconoscimento
della condizione di rifugiato climatico nel sistema di asilo internazionale,
milioni di uomini e donne vivono in un limbo creato dall’uomo e dal suo impatto
sull’ambiente.

“La forte emergenza climatica in cui ci troviamo ci viene raccontata dalle voci
scientifiche di un glaciologo, di un fisico climatologo e di un avvocato dei
diritti dell’immigrazione ma anche da allevatori e agricoltori che con la desertificazione, la mancanza di biodiversità ci hanno a che fare tutti i giorni. La scelta di raccontare questa emergenza sul doppio binario dell’analisi scientifica e
dell’ecologia umana si sposa perfettamente con l’impostazione operativa di
Legambiente. E’ con piacere che decidiamo di premiare il lavoro di Francesco
Ferri e Paolo Caselli perché ne condividiamo l’approccio, ma soprattutto riconosciamo
l’urgenza di agire contro i cambiamenti climatici, di tradurre in azione
l’Accordo di Parigi, di intraprendere un impegno concreto e tempestivo sulle
procedure di tutela giuridica dei migranti climatici”.

Questa la motivazione del premio assegnato a “The Climate Limbo” da parte dei
giurati di Legambiente Sergio Capelli (circolo Legambiente Metropolitano), Alice De Marco (Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta) e Federica Sisti (Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta). Ora la pellicola premiata partirà in una vera e propria tournée tra le iniziative estive organizzate dai circoli di Legambiente e farà tappa in
particolare ad agosto al Clorofilla Film Festival nell’ambito di FestAmbiente a
Rispescia (GR). Un riconoscimento concreto mirato a diffondere a più persone i
messaggi contenuti nel documentario.