martedì 15 Giugno 2021

Acquista

Login

Registrati

Ciclovie del cuore: il numero di giugno di Nuova Ecologia

Boom della bicicletta che spinge il turismo di prossimità. Nel nuovo numero del magazine 12 percorsi ciclabili fra natura e borghi per rigenerare mente e corpo. E ancora, l’inchiesta che denuncia l’incubo degli allevamenti intensivi, l’intervista al giornalista Gianni Minà e il punto sullo stato dell’acqua a 10 anni dal referendum / L’editoriale del direttore Francesco Loiacono

La voglia di svago corre sui pedali. Pandemia e crisi climatica hanno contribuito in maniera significativa al “boom globale delle bici”: non fa eccezione l’Italia, dove nel 2020 sono state acquistate due milioni di biciclette ed è un fiorire di spazi urbani per pedalare e di iniziative di cicloturismo. Tanto che, in vista della bella stagione, si prevede il tutto esaurito sulle ancora poche ciclovie del Belpaese.

Nuova Ecologia numero giugno 2021A raccontare gli scenari aperti sulla cartina dello Stivale è la storia di copertina della Nuova Ecologia di giugno – con servizi di Giulia Assogna e Sebastiano Venneri – che propone anche 12 percorsi consigliati da altrettanti opinion bikers chiamati a segnalare la propria ciclovia del cuore. Tra itinerari che attraversano aree protette, scalano vulcani e incontrano borghi e luoghi di culto, le possibilità per vivere un turismo di prossimità all’insegna di cultura, benessere e divertimento sono diverse e tutte percorribili in sella alla bicicletta.

Allevamenti intensivi: la testimonianza di Cristian, volontario della Lav “infiltrato”

Il nuovo numero della rivista di Legambiente contiene anche l’inchiesta a firma di Daniele Di Stefano che ha per protagonista Cristian, volontario della Lav “infiltrato” negli allevamenti intensivi per raccogliere prove e denunciare l’incubo vissuto dagli animali, tra violazioni delle più basilari regole sul loro benessere e numeri che non generano soltanto sofferenza, ma anche impatti ambientali altissimi. Un comparto sul quale è urgente intervenire, a partire da un’etichettatura per il benessere animale che è in dirittura d’arrivo ma che, denunciano Legambiente e Compassion in world farming, allo stato attuale potrebbe rivelarsi un’occasione sprecata.

L’intervista a Gianni Minà

Giornalista, scrittore, documentarista, empatico con tutti e capace, soprattutto, di cogliere la storia nella vita dei singoli: è Gianni Minà, gigante tra i grandi dello sport, della musica, del cinema e della politica. Un professionista che nel corso della sua lunga carriera si è spinto sempre più in là e che, a colloquio con il direttore Francesco Loiacono, spiega che cosa voglia dire essere un “detective della diversità”.

Dieci anni dal referendum sull’acqua bene comune

A dieci anni dal referendum con cui 27 milioni di italiani si espressero con due “sì” a favore dell’acqua bene comune, Elisa Cozzarini fa il punto sullo stato del sistema idrico nel nostro Paese, dove rimane ancora tanto da fare per garantire un servizio equo, efficiente e sostenibile. Infine, lo speciale cantiere Italia con un focus di Maria Maranò dedicato al Piano nazionale di ripresa e resilienza presentato dal governo Draghi a Bruxelles: una versione che mostra passi in avanti rispetto alla bozza precedente, ma che necessita ancora di miglioramenti. E di una visione per vincere la sfida climatica.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Come scegliere l’auto meno cara e inquinante?

In Svizzera è il Touring Club a suggerire agli automobilisti auto elettriche che costino poco. Ma per il consumatore un'attenzione resta d'obbligo: non lasciarci influenzare dallo sconto all’acquisto e dal risparmio per carburante e manutenzione

Transizione energetica, creare valore per le persone e le comunità

È l'orizzonte che si pone la strategia di sostenibilità del Gruppo Maire Tecnimont. Individuati quattro macroaree di intervento e otto obiettivi prioritari per il 2025, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite

#liberidaiVeleni, terza tappa della campagna di Legambiente sul fiume Fratta Gorzone

Dopo la Terra dei Fuochi in Campania e la Valle del Sacco nel Lazio, è stata la volta del corso d'acqua colpito dall’inquinamento da Pfas. Appello di Legambiente al ministero della Transizione ecologica: "Accelerare le bonifiche di acque, falde e suoli"

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Come scegliere l’auto meno cara e inquinante?

In Svizzera è il Touring Club a suggerire agli automobilisti auto elettriche che costino poco. Ma per il consumatore un'attenzione resta d'obbligo: non lasciarci influenzare dallo sconto all’acquisto e dal risparmio per carburante e manutenzione

#liberidaiVeleni, terza tappa della campagna di Legambiente sul fiume Fratta Gorzone

Dopo la Terra dei Fuochi in Campania e la Valle del Sacco nel Lazio, è stata la volta del corso d'acqua colpito dall’inquinamento da Pfas. Appello di Legambiente al ministero della Transizione ecologica: "Accelerare le bonifiche di acque, falde e suoli"

Le imprese green sono quelle che resistono di più alla crisi del Covid

Il 16% delle imprese eco-investitrici ha aumentato il proprio fatturato nell’ultimo anno. È il quadro che emerge alla fine del progetto Ecco - Economie Circolari di COmunità, promosso da Legambiente

Il rovescio dei reflui

In tre isole greche, e nella nostra Gorgona, si sperimentano sistemi per recuperare le sostanze nutritive delle acque di scarico. Per ridurre il danno ambientale e sviluppare l’economia

Mosaico Verde, messi a dimora 267mila alberi in 60 aree gestite da Comuni

Presentati il 9 giugno a Roma i risultati raggiunti dalla campagna nel triennio 2018-2021. Grazie ai nuovi alberi piantati si stima per i prossimi anni un assorbimento di circa 186.900 tonnellate di CO2
Ridimensiona font
Contrasto