Ciclovia della Magna Grecia, il progetto entra nel vivo

Il percorso partirà da Pozzallo e terminerà a Lagonegro coprendo quasi mille chilometri. In Italia il turismo in bici genera un valore economico di circa 8 miliardi di euro

Un tratto della Ciclovia della Magna Grecia

Sarà Pozzallo la fermata capolinea della ciclovia della Magna Grecia che partirà da Lagonegro coprendo quasi mille chilometri. Il percorso collegherà tre regioni – Basilicata, Calabria e Sicilia – ed è uno dei dieci inseriti nel piano nazionale delle ciclovie.

A Roma, lo scorso aprile, è già stato firmato un protocollo d’intesa tra il ministero delle Infrastrutture e le tre Regioni interessate. Entro 90 giorni il governo metterà a disposizione circa 16 milioni di euro per il progetto di fattibilità tecnico economica. Il turismo in bici genera oggi in Italia un valore economico di circa 8 miliardi di euro e rappresenta un  segmento in via d’espansione.

“La Ciclovia della Magna Grecia – afferma l’assessore al Turismo del Comune di Pozzallo, Giuseppe Privitera – apre buone possibilità di conquistare nuove fette di una domanda turistica in espansione. Pozzallo in questa ciclovia, che in Sicilia si svilupperà lungo l’itinerario Messina-Catania-Siracusa-Pozzallo, rappresenta il punto di arrivo di uno strumento di pianificazione turistica e infrastrutturale che, a opera compiuta, si collegherà con il resto d’Italia e parte d’Europa”.