A Marina di Genova installato un cestino galleggiante ‘acchiappa plastica’

Il dispositivo si chiama ‘Seabin’ ed è in grado di catturare i rifiuti che incontra 24 ore su 24, filtrando 25.000 litri d’acqua marina all’ora

Il dispositivo Seabin promosso da Coop e Lifegate

Coop e Lifegate hanno lanciato un progetto di salvaguardia dell’ambiente a Marina di Genova, il polo turistico e nautico situato a Sestri Ponente, a poca distanza dall’Aeroporto e dal centro storico del capoluogo ligure.

L’iniziativa ha come protagonista un cestino galleggiante ‘acchiappa plastica’ capace di recuperare oltre 500 chili di rifiuti plastici dal mare ogni anno. Il nome del dispositivo è ‘Seabin’. Galleggiando a pelo d’acqua il cestino ‘cattura’ i rifiuti che incontra, dai più grandi fino alle microplastiche, 24 ore su 24, sette giorni su sette, filtrando 25.000 litri d’acqua marina all’ora. Con questa installazione, la seconda a Genova, sono 5 in totale i Seabin collocati nel Mar Ligure. Gli altri sono stati installati a Varazze, Santa Margherita Ligure, Portofino e al Museo del Mare di Genova.

“Abbiamo accolto favorevolmente la proposta di collaborazione con LifeGate – ha dichiarato Stefano Bassi, presidente di Ancc-Coop -. Ci piace pensare di lasciare un segnale della nostra presenza nella città di Genova che abbiamo scelto come sede della nostra Assemblea anche per testimoniare la nostra vicinanza a una città duramente colpita. E ci piace che questo segnale vada nella direzione giusta, ovvero fare un ulteriore gesto concreto per migliorare l’ecosistema marino”.