venerdì, Ottobre 23, 2020

Cesena dichiara “emergenza climatica”

Fridays For Future italia

Cesena, prima città in Emilia-Romagna, risponde all’appello del movimento globale Fridays for Future lanciato dall’attivista svedese Greta Thunberg e dichiara l’emergenza climatica, unendosi così ad altre città italiane come Milano e Napoli e complessivamente a oltre 600 giurisdizioni in 13 Paesi del mondo.

La dichiarazione è stata discussa e approvata durante la prima seduta del nuovo consiglio comunale che si è tenuta ieri al termine delle procedure di insediamento e proclamazione di consiglieri e assessori della nuova giunta comunale. La richiesta – arrivata dalla ‘sezione’ cesenate del movimento – prevede un impegno formale e una presa di responsabilità da parte delle istituzioni attraverso interventi concreti e incisivi che limitino le emissioni nette di anidride carbonica. Cesena diventa così la prima città della regione a impegnarsi a trattare i cambiamenti climatici come un’emergenza.

 
Le stesse richieste sono state fatte all’amministrazione comunale di Roma dal movimento dei Fridays for future.”Le attuali temperature insostenibili, sono la chiara dimostrazione che i cambiamenti climatici sono in atto, anche alla luce dei dati Ispra di ieri che certificano che l’Italia nel 2018 ha avuto temperature medie superiori di 1,7°C. rispetto agli ultimi 58 anni. Per questo è ancora più urgente che il Campidoglio dichiari l’emergenza climatica, ed è questo il senso del nostro presidio sotto le finestre del Comune. Negli ultimi mesi numerose nazioni e comuni in tutto il mondo hanno iniziato a riconoscere l’urgenza di attuare contromisure per fronteggiare l’emergenza climatica e in Italia, nonostante il rifiuto del Senato, molti comuni tra i quali Torino, Milano e Napoli, hanno già approvato mozioni per affrontare il problema. 
speriamo che la prossima città sia Roma, per questo  ribadiamo l’invito a tutti e tutte a partecipare insieme a noi il 28 giugno, al presidio in campidoglio per chiedere al comune di dichiarare lo stato di emergenza climatica e attraverso questo, impegnarlo ad agire il prima possibile. Appuntamento sotto la statua di Marco Aurelio alle ore 17 “
Così scrivono i ragazzi di Fridays for future Roma con la speranza di vedere accolta la loro mozione.
Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Ciclo-Via Appenninica: 2 milioni di euro per la cartellonistica dell’itinerario

L'Appennino Bike Tour sarà inaugurato entro il 2021: un percorso in bici ben segnalato che unirà la Liguria alla Sicilia, valorizzando borghi, cultura e paesaggi italiani

Giappone, obiettivo emissioni zero entro il 2050

Lo annuncia il Primo Ministro Yoshihide Suga. Pressioni sulle aziende inquinanti, ora il futuro del Paese è in mano alle rinnovabili

Riforma Pac: un’ecotruffa scoraggiante firmata Ue

Il Parlamento Europeo e il Consiglio AgriFish con le loro posizioni sulla riforma della Politica Agricola Comune (PAC) hanno decretato una battuta di arresto del percorso di attuazione del Green Deal europeo.

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
20,879FollowersFollow

Gli ultimi articoli

Ciclo-Via Appenninica: 2 milioni di euro per la cartellonistica dell’itinerario

L'Appennino Bike Tour sarà inaugurato entro il 2021: un percorso in bici ben segnalato che unirà la Liguria alla Sicilia, valorizzando borghi, cultura e paesaggi italiani

Giappone, obiettivo emissioni zero entro il 2050

Lo annuncia il Primo Ministro Yoshihide Suga. Pressioni sulle aziende inquinanti, ora il futuro del Paese è in mano alle rinnovabili

Riforma Pac: un’ecotruffa scoraggiante firmata Ue

Il Parlamento Europeo e il Consiglio AgriFish con le loro posizioni sulla riforma della Politica Agricola Comune (PAC) hanno decretato una battuta di arresto del percorso di attuazione del Green Deal europeo.

In Italia 598 Comuni rifiuti free, in crescita quelli del Sud

Legambiente premia i Comuni Ricicloni 2020. Il Nord Est guida la graduatoria grazie a porta a porta e tariffazione puntuale, con Veneto e Trentino Alto Adige le regioni più virtuose. In risalita il Meridione, mentre resta stabile l'andamento del Centro. I risultati dell'indagine

Recovery plan, “Un investimento per il futuro dei nostri figli”

Il sottosegretario del ministero dell’Ambiente Roberto Morassut indica la direzione prevista per i fondi in arrivo dalla Commissione europea. Tra le priorità gli impianti per la rigenerazione dei rifiuti, una maggiore applicazione del Gpp e l’emanazione di nuovi decreti End of waste