Carota mon amour

Amata dai più piccoli, è ricca di vitamine e rende più forte il sistema immunitario

Almanacco di Settembre 2019 a cura di BARBANERA

Dolce e croccante, al punto di piacere anche ai bambini, la carota deve le sue salutari virtù all’elevato contenuto di carotene, trasformato dal fegato in vitamina A, ma anche di vitamine B1, B2 e C. Antiossidante, protegge dal cancro e fortifica il sistema immunitario.

Coltiviamola così Ama posizione soleggiata e clima temperato. In inverno si consiglia di collocare il vaso in un punto riparato. Foglie di rosmarino e issopo sulla terra terranno lontana la mosca della carota.

La semina Va effettuata in vasi profondi almeno 40 cm, e piuttosto larghi, in Luna calante, interrando i semi a distanza di 1-2 cm l’uno dall’altro, a circa 0,5-1 cm di profondità. Si può seminare da febbraio a giugno, scalarmente ogni venti giorni circa, in modo da avere carote a lungo.

Raccolta e conservazione La raccolta è scalare, in Luna crescente, da giugno a dicembre. Una volta estratte dal terreno si fanno asciugare in un locale aerato. In casa si possono tenere in frigorifero, dopo aver tagliato le foglie, in una busta di carta aperta, lontano da mele e pere.

Pollice Bio – Riprodurre gli arbusti 

Propagare le piante vuol dire preparare in questo momento dell’anno, quando l’autunno si fa strada, le cosiddette talee. La prima regola è aspettare la fase di Luna crescente per poi mettere mano agli arbusti quali bosso, forsizia, lavanda e ligustro. Una volta tagliate, prelevando dai rami più belli una parte semi-legnosa lunga 10-12 cm, le talee vanno messe in contenitore con terreno composto da 3 parti terra da giardino, 2 di torba e uno di sabbia. La base della talea va immersa in un composto a base di ormoni radicanti e poi interrata a 4/5 cm di profondità. Annaffiare e coprire con un telo di plastica.