giovedì 16 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Sostenibilità e coltivazione biologica per vini di qualità

È il “marchio di fabbrica” delle Cantine Pellegrino i cui vigneti, situati nel lembo più occidentale della Sicilia, garantiscono dal 1880 una produzione rispettosa del territorio e attenta all’ambiente

Salvaguardia del territorio. Coltivazione delle uve con metodo biologico. Scelte green in tutti gli ambiti di produzione, dall’illuminazione alla logistica, dalla gestione dei rifiuti all’utilizzo di risorse idriche, fino al contenimento di ogni forma di inquinamento ambientale. È questo il “marchio di fabbrica” delle Cantine Pellegrino i cui vigneti, situati nel lembo più occidentale della Sicilia, garantiscono dal 1880 vini di pregiatissima qualità.

Il rispetto dell’ambiente passa attraverso scelte che, quotidianamente, la famiglia Pellegrino mette in pratica. Sono scelte sostenibili come, ad esempio, quella di risparmiare energia grazie all’utilizzo di tecnologia led per l’illuminazione dell’azienda, e il considerevole ricorso al fotovoltaico, con impianti che permettono di autoprodurre un’elevata quota di energia da fonti rinnovabili.

Benedetto Renda, presidente di Cantine Pellegrino

“Pellegrino si impegna nella tutela del territorio coltivando uve esclusivamente in biologico – conferma il presidente di Cantine Pellegrino Benedetto Renda – Scelte green riguardano tutti gli ambiti di produzione: illuminazione, logistica, gestione rifiuti, risorse idriche e contenimento delle forme di inquinamento”. Ma non solo. Nei suoi cicli produttivi l’azienda predilige, inoltre, l’utilizzo di materiali riciclabili, come carta, cartone e plastica. Quasi assenti sono le emissioni in atmosfera da parte della cantina, che considera anche l’acqua un bene prezioso, tanto da scegliere di farne un consumo controllato grazie a due pozzi di proprietà. E poi c’è la cura certosina nel coltivare le vigne e, nel farlo, l’impegno di tutelare il paesaggio.

Il tutto, spiega l’azienda, “intessendo con il territorio di appartenenza un rapporto di rispetto verso una terra da amare, tutelare e tramandare alle future generazioni”. Una storia di famiglia che va avanti, ininterrottamente, da 135 anni. E che promette di proseguire a lungo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Articoli correlati

Alle isole Far Øer uccisi in un solo giorno quasi 1.500 delfini

La mattanza risale al 12 settembre in occasione della "Grindadráp", la tradizionale caccia ai cetacei. La denuncia dell'organizzazione Sea Shepherd: "La caccia ai delfini deve cessare completamente"

I Comuni al centro della pianificazione urbana nella sfida all’emergenza climatica

Se ne parla il 17 settembre a Campi Bisenzio a un convegno organizzato da Legambiente nell'ambito del Festival dell'Economia Civile

Venezia78, il premio Green Drop Award al film “Il Buco” di Michelangelo Frammartino

A premiare le produttrici Piera Boccacciaro e Chiara Cerretini è stato Lino Banfi, che ha ricevuto la Goccia Blu insieme a Ronn Moss

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

I Comuni al centro della pianificazione urbana nella sfida all’emergenza climatica

Se ne parla il 17 settembre a Campi Bisenzio a un convegno organizzato da Legambiente nell'ambito del Festival dell'Economia Civile

Venezia78, il premio Green Drop Award al film “Il Buco” di Michelangelo Frammartino

A premiare le produttrici Piera Boccacciaro e Chiara Cerretini è stato Lino Banfi, che ha ricevuto la Goccia Blu insieme a Ronn Moss

Maxiprocesso Eternitbis, appuntamento il 19 settembre al Parco Eternot

A porte chiuse il processo con le voci dei testimoni a Novara. La comunità monferrina si ritrova e partecipa alla lotta per la giustizia

Giretto d’Italia 2021, al via l’undicesima edizione della gara per la mobilità sostenibile

Casa-lavoro in bici o mezzi di micromobilità elettrica: sfida al maggior numero di spostamenti sostenibili. Al vincitore un weekend per due

Urban experience, nuovi paradigmi fra naturale e digitale

di Carlo Infante - Dal 14 al 20 settembre, a Roma, si svolge “Performing Media!” con walkabout, performance, installazioni e videoproiezioni nomadi
Ridimensiona font
Contrasto