sabato 28 Novembre 2020

A Roma dal 15 al 17 febbraio torna Canapa Mundi

Un'immagine di uno stand della Fiera Canapa Mundi

Una Fiera Internazionale della Canapa nel segno della sostenibilità, del benessere, della tradizione e al tempo stesso delle nuove tendenze, tra artigianato e offerte gastronomiche, medicina e cultura. Dal 15 al 17 febbraio torna al PalaCavicchi di Roma Canapa Mundi, una grande festa in cui tutti sono chiamati a raccolta: famiglie, amatori, appassionati, curiosi, addetti ai lavori e scienziati.

Perché la canapa è una risorsa e una tradizione di tutti e per tutti

Canapa Mundi è prima di tutto la rappresentazione della generosità di una risorsa; perché ai numerosi e validi utilizzi della canapa corrisponde la vasta serie di attività che la Fiera Internazionale della Canapa offre al suo pubblico di visitatori, professionisti ed appassionati.

A Canapa Mundi sarà infatti possibile scoprire i mille mondi della canapa lungo un percorso espositivo vastissimo che unisce 250 realtà provenienti da tutto il mondo, pronte a mettere in mostra prodotti di canapa industriale, dai cosmetici ai filati tessili, banche del seme e prodotti per la coltivazione e per l’uso ricreativo, gastronomia ed artigianato made in Italy, accompagnati da presentazioni di libri e mostre fotografiche, giochi e premiazioni, dj area e dancehall.

Un dibattito durante la Fiera Canapa Mundi

E dall’esposizione alla partecipazione il passo è brevissimo perché sono numerosi i laboratori rivolti al pubblico, dai massaggi olistici agli appuntamenti più innovativi dedicati alla stampa 3D, che uniscono ecosostenibilità e alta tecnologia, fino ad arrivare all’offerta pensata per i più piccini, che avranno a disposizione uno spazio loro dedicato nel quale poter giocare, divertirsi e stimolare la creatività con attività manuali a tema canapa.

Canapa: business e scienza

Oltre all’offerta per il pubblico, Canapa Mundi resta un fondamentale appuntamento accademico, ambito al quale viene espressamente dedicata la Terza Conferenza Scientifica sulla canapa, nel cui programma spiccano i focus legati alla nutraceutica e alla fitobonifica, alla cannabis terapeutica e alla medicina veterinaria, all’evoluzione legislativa e al business. E sempre al business è dedicata anche la serie di appuntamenti a favore dell’incontro e del confronto tra i professionisti del settore, in un’ottica di co-produzione, co-branding e condivisione di nuove strategie. Lungo le tre giornate della Fiera, anche diversi workshop tematici, a cominciare da quello dedicato all’analisi del mercato di riferimento, organizzato dalla Scuola Italiana della Canapa.

Un'immagine di un arnese utilizzato per la lavorazione della canapa

Ispirati alla canapa: arte, moda e libri

Per la sezione libri di Canapa Mundi, Maria Novella de Luca presenta I volti della canapa, un libro dedicato alle storie di chi avrebbe diritto a trattamenti palliativi non sempre garantiti, in un dibattito che vuole sfidare tabù, disinformazione e pregiudizio.

In programma anche la mostra di fumetti di Giulia Falciani e l’opera d’arte 50 Shades of Green firmata Burningmax, un’installazione d’arte immersiva ed ‘esperienziale’ realizzata in canapa tessile.

Alla moda è invece dedicata la sfilata realizzata in collaborazione con l’Istituto di Moda Burgo di Roma e grazie all’apporto di Verdefilo Lab e al contributo di Simona Colombo.

Canapa Mundi, a favore di una mobilità sostenibile, come ogni anno garantisce una rete di collegamento gratuita dalla fermata metro Anagnina. Il programma completo di Canapa Mundi su www.canapamundi.com

Articoli correlati

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Al via la campagna “Compostabile, una scelta naturale” sul corretto smaltimento di biopolimeri

Vanno nell’umido insieme agli scarti di cucina, per essere trasformati in compost. BioTable e Legambiente per un’economia circolare

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,148FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Al via la campagna “Compostabile, una scelta naturale” sul corretto smaltimento di biopolimeri

Vanno nell’umido insieme agli scarti di cucina, per essere trasformati in compost. BioTable e Legambiente per un’economia circolare

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Armi, secondo la Legge di Bilancio nel 2021 verranno spesi 6 miliardi di euro

Campagna Sbilanciamoci e Rete Italiana Pace e Disarmo: "Per noi è chiaro. Più sanità e istruzione, meno armamenti"

Alluvione a Crotone, “per l’emergenza climatica il tempo è scaduto”

Appello di Legambiente Calabria dopo l'ennessimo disastro ambientale nella città calabrese. La presidente Anna Parretta: "Indispensabile che la Regione Calabria affronti l’emergenza climatica a partire dai nodi irrisolti del dissesto idrogeologico, dell’abusivismo edilizio e delle scelte urbanistico-edilizie totalmente errate”