giovedì 25 Febbraio 2021

Acquista

Login

Registrati

A Campi Bisenzio la quarta edizione del Festival dell’economia civile

immagine di una tavola rotonda durante il Festival dell'economia civile del 2017Laboratori nelle scuole, formazione, riflessioni, buone pratiche e buone azioni, presentazioni di libri, spettacoli, approfondimenti: una 5 giorni ricca di eventi aperta a cittadini e associazioni per fare il punto e rilanciare l’impegno dei Distretti dell’economia civile italiani. A Campi Bisenzio prenderà il via martedì 12 novembre, fino al 16, la quarta edizione del Festival dell’Economia Civile. Come sempre saranno cittadini e amministratori di tutta Italia i protagonisti dell’edizione, organizzata dal Comune di Campi Bisenzio insieme a Legambiente, Regione Toscana, Anci Toscana, LegaCoop Toscana e Fondazione NOI-LegaCoop Toscana.

Saranno presenti il padre dell’economia civile Stefano Zamagni, il direttore di Caritas Italiana Don Francesco Soddu, il segretario generale della Fondazione  Symbola Fabio Renzi, tantissimi sindaci e amministratori, rappresentanti delle imprese, del mondo delle associazioni e di tante buone pratiche di innovazione sociale da tutta Italia. Ci saranno momenti di scambio di buone pratiche, il primo Forum nazionale dei Distretti dell’Economia Civile nati in questi anni in Italia, momenti di formazione organizzati da Sociolab su come diventare attivatori di comunità, da Anci Toscana sul Green Public Procurement e il Servizio Civile, da Cesvot sul volontariato per la gestione dei Beni Culturali.

Spazio anche al mondo della produzione e del lavoro, con l’assemblea delle cooperative dell’Area Vasta Toscana Centrale aderenti a LegaCoop Toscana, ad un incontro con Massimo Mercati di Aboca e Fabio Renzi, segretario generale della Fondazione Symbola, sulla responsabilità sociale di impresa e sul contributo che può dare all’economia civile.

Sabato 16, alla vigilia delle Giornata mondiale del povero, ci sarà anche la presentazione nazionale del flash report di Caritas sulla povertà, con un capitolo realizzato in collaborazione con Legambiente sulle correlazioni tra “Povertà e crisi ecologica”, alla presenza, tra gli altri, del vicedirettore della Caritas Italiana, Paolo Beccegato. E poi ancora: pranzi di comunità a km0 con Qualità e Servizi, cena con le associazioni del territorio, gli spettacoli del 13 novembre (“Un pianeta ad aria condizionata”, con Antonio Cianciullo e Patrizio Roversi) al TeatroDante Carlo Monni, presentazioni di libri sulle tematiche del festival.

Festival dell'economia civileIl festival sarà inoltre luogo di racconto e disseminazione del progetto ECCO, promosso da Legambiente e finanziato dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il cui obiettivo è di promuovere e sviluppare l’economia circolare tramite un approccio integrato in grado di generare benefici ambientali, economici e sociali, sia su scala nazionale sia a livello locale, a partire da 13 territori italiani, tra cui Campi Bisenzio. Venerdì 15 è previsto il kickoff del progetto, alla presenza di un rappresentante del ministero del Lavoro e numerose altre personalità coinvolte nel percorso.

“Campi – dice il Sindaco Emiliano Fossi – ha scelto anni fa di diventare il primo Distretto dell’economia civile italiano ed oggi, grazie al lavoro fatto, soprattutto con Legambiente e la Regione Toscana, siamo diventati un centro propulsore di questo lavoro a livello nazionale. Ne siamo orgogliosi!” poi aggiunge “questa discussione su un nuovo modello di sviluppo possibile è appassionante e sfidante, da noi annualmente si tiene il festival, ma 365 giorni l’anno lavoriamo in questa ottica per provare a fare di un territorio particolare come il nostro – come ha dimostrato l’analisi dell’Unifi sulla città che sarà presentata in apertura – un luogo dove si sperimentino e facciano vivere idee all’altezza delle sfide della contemporaneità. Per questo sono particolarmente contento di ospitare ECCO, e di essere stati selezionati assieme a 13 altri comuni in Italia dal Ministero del Lavoro per il progetto con Legambiente: Campi è laboratorio di innovazione davvero e questo ci riempie di orgoglio”.

“Sarà un festival in grado di tenere insieme un livello ideale e quello delle azioni, da qui il nome scelto per questo anno: IdeAzioni. Per noi è una questione determinante: trasformare spunti, riflessioni, buone pratiche che nascono altrove, in una risorsa per il governo del nostro territorio è fondamentale” così l’Assessore Giorgia Salvatori, che aggiunge “vorrei ringraziare tutti coloro che da anni lavorano al festival, i partner, il network che lo sostiene. E’ un’esperienza che arricchisce il nostro territorio e che segna un punto importante a livello nazionale”.

Prenotazioni e programma su www.festivaleconomiacivile.it

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Nasce l’Osservatorio indipendente sul Piano nazionale di ripresa e resilienza

A lanciare l'iniziativa sono un gruppo di organizzazioni della società civile che chiedono al Governo Draghi pieno coinvolgimento nella definizione del Pnrr. Tra queste c'è anche Legambiente

Cambiamenti climatici, in Europa ogni anno danni per 12 miliardi di euro

La cifra potrebbe aumentare addirittura a 170 miliardi nel caso in cui le temperature dovessero aumentare ulteriormente. La Commissione Ue vara una strategia di adattamento con la creazione di un nuovo osservatorio sul clima e la salute

Ecoforum Basilicata 2021

Le sfide dell'economia circolare

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Volontariato in tempi di pandemia, le nuove proposte di Legambiente

Imprese e Terzo Settore insieme per la sostenibilità ambientale. Il 23 febbraio il 7° workshop: tutela dell'ambiente, valori sociali e solidarietà. Nasce la “carta d'identità del volontariato aziendale”

Emissioni, per raggiungere target Ue bisogna decarbonizzare caldaie e riscaldamenti

La campagna #Coolproducts con Legambiente e Kyoto Club: servono nuove etichette energetiche e target più ambiziosi già a partire dal 2023

Gli scienziati all’UE: “No alle gabbie negli allevamenti”

Più di 140 scienziati, tra cui la primatologa Jane Goodall, hanno firmato la lettera conto le gabbie indirizzata alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen

Cobalto in Congo, mai più schiavi delle risorse

Buona parte del cobalto che alimenta i nostri pc portatili si trova in Repubblica Democratica del Congo, dove ieri sono stati uccisi il nostro ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista. Eppure il Paese rimane uno dei più poveri del pianeta

“Il mare è fonte di vita”. L’intervista a Nicola Sammarco, ideatore di Nicopò

La prima serie animata in cui l’entertainment incrocia i temi ambientali. Sullo sfondo Taranto, i fantasmi dell'Ilva e il sogno di cambiare la città
Ridimensiona font
Contrasto