Camminare nella natura, dove farlo e perché fa bene

Fa bene allo spirito e al corpo. Camminare fa bene a tutto e a tutti e, nel centro Italia, Four Seasons Natura e Cultura ha lanciato nuovi percorsi di trekking adatti a tutte le età

Esplorare e viaggiare significa partire alla scoperta non soltanto di luoghi lontani ma anche delle bellezze a poca distanza da casa. È sufficiente dedicarsi un fine settimana per scappare dalla routine e ritemprarsi, magari immergendosi nella natura.
Il modo migliore per farlo? Camminando, senza dubbio. Che sia in pianura o sulle vette alpine, camminare è infatti un’attività che fa bene sia al fisico che allo spirito, poiché diminuisce lo stress e assicura una sensazione di benessere diffusa.

Per uscire davvero dal quotidiano e liberare la mente da ansie e preoccupazioni, l’ideale può essere quindi prendere parte ad un’escursione dove, in compagnia di guide esperte, si riscopre la natura e si rientra in contatto con sé stessi.

“L’escursionismo è un’attività che permette di trascorrere un fine settimana in maniera diversa, camminando e scoprendo la natura che ci circonda, lontani dalle scartoffie dell’ufficio”, spiega Andrea Giorgi, operatore di Four Seasons Natura e Cultura (FSNC), tour operator di riferimento in Italia nel settore del turismo escursionistico consapevole, attivo dal 1993.


Camminare è l’attività all’aria aperta più consigliata e diffusa, poiché fondamentalmente è ideale a tutte le età, come sottolinea Filippo Belisario, Guida Ambientale Escursionistica che da anni organizza trekking ed escursioni con Four Seasons Natura e Cultura: “i più piccoli si abituano a vivere la natura e a rispettarla, gli adulti riescono a ritemprarsi rispetto alla vita in città, le persone della terza età mantengono un fisico allenato e una muscolatura tonica”.

Four Seasons Natura e Cultura – che dal 1993 promuove la cultura del viaggio autentico, sostenibile e responsabile, e dell’educazione ambientale – propone itinerari di varia difficoltà in Italia, in Europa e nel mondo agli amanti del viaggio e dell’escursionismo. Inoltre FSNC organizza ogni weekend uscite di trekking nel Centro e nel Nord Italia: in particolare, nel Lazio ha da poco presentato una nuova stagione di escursioni, con percorsi per tutte le età e i gusti. Tutti i trekking sono organizzati in piccoli gruppi, guidati dalle guide AIGAE (associazione italiana guide ambientali escursionistiche) specializzate in una varietà di settori tra cui l’etnologia, le tradizioni, la storia, l’archeologia, la geologia, la flora e la fauna, ma anche l’enologia e la gastronomia tipica.

Il programma di escursioni di FSNC nel Lazio


Il nuovo programma del Lazio valorizza i cavalli di battaglia del tour operator ma presenta anche numerose novità per chi è sempre alla ricerca di esperienze nella natura. Tanti nuovi ed originali itinerari a tema storico, in compagnia delle guide storiche di FSNC come Giuseppe Rotili, Filippo Belisario, Valentina Treviso, Lanfranco Giorgi, Fernando Gozzi e Daniela Boccassino, e interessanti ritorni come quello di Stefano Spinetti, Presidente AIGAE per 10 anni e fondatore di Four Seasons Natura e Cultura, che proporrà diverse escursioni nel fine settimana, mentre Mauro Orazi (coordinatore AIGAE Lazio) racconterà il lavoro delle Guide Ambientali Escursionistiche. Non mancherà lo spazio per le nuove leve, con giovani guide come Enrico Caciolo, Alice Corte, Francesco Tozzi.

Per i più curiosi c’è l’escursione “misteriosa”: ai partecipanti verranno comunicati solo la località e i dettagli dell’appuntamento, per il resto sarà tutto da scoprire in compagnia della storica guida AIGAE esperta di Life Coaching, Riccardo Schiavo. Natura e letteratura si uniscono invece nelle escursioni “Libri in cammino” organizzate dalla guida Marta Pelle che racconterà ogni volta un libro diverso in un entusiasmante trekking letterario.

Le guide di viaggi medio e lungo raggio organizzati in tutto il mondo da Four Seasons Natura e Cultura accompagneranno ora anche le escursioni nel Lazio, raccontando a chi lo richiederà i programmi dei loro viaggi: Paola Pinelli (Estonia, Maldive, Giordania, Sulawesi), Federico Ferrara (Madeira, Costa Rica, Azzorre, Réunion e tanti altri), Mauro Cappelletti (Seychelles, Nepal, Vietnam).

Infine, per chi è alla ricerca di emozioni più forti e di nuovi modi di vivere la natura, Four Seasons ha messo in programma le escursioni in SUP e le camminate di Nordic Walking: accompagnati dalla guida Paola Pinelli sarà possibile conoscere in modo semplice e divertente queste due discipline.

Trekking “eco”: qualche consiglio

Naturalmente, ogni trekking ed esclusione che si rispetti deve essere “eco-compatibile”. Significa entrare in natura in modo rispettoso, ricordandosi di adottare alcuni piccoli e semplici accorgimenti, cominciando ad esempio dallo spegnere il cellulare, così da non farsi distrarre e godersi l’esperienza nel migliore dei modi. Camminare con passo leggero o tenere un tono di voce basso permette invece di ascoltare le voci dell’ambiente, dall’acqua che scorre al vento tra gli alberi. Naturalmente, non vanno raccolti fiori né piante, soprattutto se si tratta di specie protette, o lasciati rifiuti di alcun tipo; meglio inoltre camminare sempre sul sentiero ed evitare di disturbare eventuali animali al pascolo durante il passaggio.

Per tutte le informazioni e i percorsi disponibili, qui il sito di 4 Seasons Natura e Cultura.