mercoledì 26 Gennaio 2022

Acquista

Login

Registrati

Clima, per Papa Francesco “molto debole” la risposta della politica

Un'immagine di papa Francesco

“Ancora molto debole”. Ricevendo oggi in udienza il corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede, Papa Francesco ha definito così la risposta della politica internazionale ai cambiamenti climatici emersa dalla COP25, svoltasi a Madrid lo scorso dicembre.

“La cura della nostra casa comune dev’essere una preoccupazione di tutti e non oggetto di contrapposizione ideologica fra diverse visioni della realtà, né tantomeno fra le generazioni”, ha spiegato Bergoglio. “La custodia del luogo che ci e’ stato donato dal Creatore per vivere non può dunque essere trascurata, né ridursi ad una problematica elitaria”.

Nel suo discorso il Pontefice ha parlato anche dei milioni di giovani del movimento Fridays for Future, guidato da Greta Thunberg, che da mesi chiedono un maggior impegno da parte dei governi sulle tematiche ambientali. “I giovani ci dicono che non può essere così, poiché esiste una sfida urgente, a tutti i livelli, di proteggere la nostra casa comune e di unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale. Essi ci richiamano all’urgenza di una conversione ecologica. Purtroppo, l’urgenza di questa conversione ecologica sembra non essere acquisita dalla politica internazionale, la cui risposta alle problematiche poste da questioni globali come quella dei cambiamenti climatici è ancora molto debole e fonte di forte preoccupazione”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,811FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Ridimensiona font
Contrasto