giovedì 16 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Cambiamenti climatici, soluzioni hacker contro l’emergenza

Hackathon Rovereto

Si è tenuto a Rovereto il primo hackathon sul clima organizzato in Italia dal Programma europeo Copernicus. Il termine deriva dalla fusione tra hacker e marathon (maratona) e indica un evento di durata variabile, dedicato alla collaborazione tra informatici e non solo su un progetto comune, a partire dall’utilizzo dei dati. In questo caso la durata è stata di 24 ore, tra sabato 16 e domenica 17 novembre.

L’Hack for the future: (climate) data for change – questo il titolo dell’hackathon di Rovereto – si è svolto nell’ambito della quinta edizione del Festival della Meteorologia e ha visto la partecipazione di venti giovani informatici, ingegneri, economisti, fisici, matematici, provenienti da tutta Italia. I ragazzi, divisi in quattro gruppi da cinque persone ciascuno, seguiti dagli esperti del Copernicus, hanno accettato la sfida di usare i dati disponibili sul clima per proporre soluzioni utili per l’adattamento nel settore dell’agricoltura, uno dei più sensibili nel territorio trentino. Il gruppo vincitore si è concentrato su come supportare l’eventuale decisione delle imprese vitivinicole di aumentare le quote altimetriche dei vigneti in montagna, dato l’innalzamento delle temperature.

Tra gli obiettivi dell’evento, c’è quello di far conoscere la possibilità di utilizzare la banca dati sul clima del Programma Copernicus, liberamente accessibile a tutti e utile in ambiti diversi, dalla ricerca allo sviluppo di soluzioni per l’industria, l’agricoltura, la gestione sostenibile delle città, l’utilizzo dell’acqua. Il Copernicus Climate Change Service (C3S) è uno dei sei servizi tematici sull’ambiente messi a disposizione dal Copernicus, assieme a quello sull’atmosfera, sul mare, sul suolo, sulla gestione delle emergenze e sulla sicurezza.

Il C3S si rivolge non solo agli scienziati e ai ricercatori, ma anche a politici, amministratori, istituzioni, imprese e cittadini. È possibile inoltre usufruire di un servizio gratuito per imparare a utilizzare la banca dati, il C3S User Learning Services.

Elisa Cozzarini
Laureata in Scienze Politiche a Trieste, come giornalista si occupa di ambiente, e in particolare di fiumi, da oltre dieci anni. Si dedica al racconto del territorio del Friuli Venezia Giulia e del Veneto attraverso la scrittura, la fotografia e l'audiovisivo. Ha pubblicato diversi libri per Ediciclo/Nuovadimensione, tra cui "Radici liquide. Un viaggio inchiesta lungo gli ultimi torrenti alpini", 2018, finalista al Premio Mario Rigoni Stern.

Articoli correlati

Alle isole Far Øer uccisi in un solo giorno quasi 1.500 delfini

La mattanza risale al 12 settembre in occasione della "Grindadráp", la tradizionale caccia ai cetacei. La denuncia dell'organizzazione Sea Shepherd: "La caccia ai delfini deve cessare completamente"

I Comuni al centro della pianificazione urbana nella sfida all’emergenza climatica

Se ne parla il 17 settembre a Campi Bisenzio a un convegno organizzato da Legambiente nell'ambito del Festival dell'Economia Civile

Venezia78, il premio Green Drop Award al film “Il Buco” di Michelangelo Frammartino

A premiare le produttrici Piera Boccacciaro e Chiara Cerretini è stato Lino Banfi, che ha ricevuto la Goccia Blu insieme a Ronn Moss

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

I Comuni al centro della pianificazione urbana nella sfida all’emergenza climatica

Se ne parla il 17 settembre a Campi Bisenzio a un convegno organizzato da Legambiente nell'ambito del Festival dell'Economia Civile

Venezia78, il premio Green Drop Award al film “Il Buco” di Michelangelo Frammartino

A premiare le produttrici Piera Boccacciaro e Chiara Cerretini è stato Lino Banfi, che ha ricevuto la Goccia Blu insieme a Ronn Moss

Maxiprocesso Eternitbis, appuntamento il 19 settembre al Parco Eternot

A porte chiuse il processo con le voci dei testimoni a Novara. La comunità monferrina si ritrova e partecipa alla lotta per la giustizia

Giretto d’Italia 2021, al via l’undicesima edizione della gara per la mobilità sostenibile

Casa-lavoro in bici o mezzi di micromobilità elettrica: sfida al maggior numero di spostamenti sostenibili. Al vincitore un weekend per due

Urban experience, nuovi paradigmi fra naturale e digitale

di Carlo Infante - Dal 14 al 20 settembre, a Roma, si svolge “Performing Media!” con walkabout, performance, installazioni e videoproiezioni nomadi
Ridimensiona font
Contrasto