sabato 28 Novembre 2020

Cambiamenti climatici, 10 buone pratiche per ridurli

L'immagine di un'auto elettrica

Ognuno di noi può fare la propria parte per mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici. A patto di modificare abitudini e stili di vita in modo da ridurre anzitutto le impronte di carbonio. A sostenerlo è un rapporto che ha incrociato i risultati di oltre 7mila studi e che verrà pubblicato su Environmental Research Letters. L’analisi propone un elenco di 10 buone pratiche quotidiane da seguire. Si tratta di comportamenti virtuosi a cui, in buona parte, siamo stati “costretti” ad attenerci a causa delle limitazioni agli spostamenti imposte da inizio marzo in tutto il pianeta a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Al primo posto di questo elenco c’è un utilizzo sempre minore della propria auto. Secondo il report, farne definitivamente a meno significherebbe risparmiare una media di 2,04 tonnellate di CO2 per persona all’anno. Il secondo consiglio è di virare sulle auto elettriche alimentate a batteria (risparmio di 1,95 tonnellate di CO2 per persona all’anno), mentre il terzo è di fare a meno ogni anno di almeno un volo di lunga durata (1,68 tonnellate di CO2 risparmiate per persona all’anno).

Rispettivamente al quarto e al quinto posto ci sono l’acquisto di energia rinnovabile e l’utilizzo del trasporto pubblico. Al sesto posto l’isolamento termico della propria casa (risparmio di 0,895 tonnellate di CO2), al settimo il passaggio a una dieta vegana (0,8 tonnellate di CO2), all’ottavo posto l’utilizzo di pompe di calore, al nono metodi di cottura dei cibi meno inquinanti (specie nei Paesi in via di sviluppo), al decimo il riscaldamento degli edifici utilizzando fonti energetiche rinnovabili.

Secondo la curatrice del rapporto, Diana Ivanova dell’Università di Leeds, intervistata da Bbc News, se le persone attuassero tutte queste misure si risparmierebbero circa nove tonnellate di biossido di carbonio equivalente (CO2e) per persona all’anno. Non sarebbe un risultato di poco conto. Basti pensare che ad oggi le emissioni annuali delle famiglie nel Regno Unito sono circa 10 tonnellate di C02e e 17 tonnellate in quelle degli Stati Uniti.

Nel complesso, si tratta di un rapporto interessante che però limita il suo focus al solo impatto delle impronte di carbonio. Senza tenere conto, ad esempio, di criticità come il consumo di acqua connesso alla produzione di batterie per le auto elettriche. Oppure di altri comportamenti che sono fondamentali per la tutela del pianeta: dall’installazione di pannelli solari sui tetti delle case, al minor uso di carta, dall’acquisto di prodotti di più lunga durata alla regolarizzazione dei termostati, fino al riciclo dei rifiuti. Sono anche queste buone pratiche che consentono di evitare sprechi, preservare risorse e dar loro nuova vita.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Al via la campagna “Compostabile, una scelta naturale” sul corretto smaltimento di biopolimeri

Vanno nell’umido insieme agli scarti di cucina, per essere trasformati in compost. BioTable e Legambiente per un’economia circolare

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,148FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Al via la campagna “Compostabile, una scelta naturale” sul corretto smaltimento di biopolimeri

Vanno nell’umido insieme agli scarti di cucina, per essere trasformati in compost. BioTable e Legambiente per un’economia circolare

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Armi, secondo la Legge di Bilancio nel 2021 verranno spesi 6 miliardi di euro

Campagna Sbilanciamoci e Rete Italiana Pace e Disarmo: "Per noi è chiaro. Più sanità e istruzione, meno armamenti"

Alluvione a Crotone, “per l’emergenza climatica il tempo è scaduto”

Appello di Legambiente Calabria dopo l'ennessimo disastro ambientale nella città calabrese. La presidente Anna Parretta: "Indispensabile che la Regione Calabria affronti l’emergenza climatica a partire dai nodi irrisolti del dissesto idrogeologico, dell’abusivismo edilizio e delle scelte urbanistico-edilizie totalmente errate”