Braccio di ferro insegna

Gli spinaci sono lassativi, rimineralizzanti, antianemici e stimolano cuore e pancreas

Gli spinaci sono ricchi di ferro, ma il nostro organismo non lo assimila. Fanno bene perché sono preziosa riserva di vitamine A e C, calcio e fosforo. Sono lassativi, rimineralizzanti, antianemici e stimolano cuore e pancreas.
Coltiviamoli così A san Michele gli spinaci devono avere già la foglia. Per coltivare gli spinaci in vaso evitare la luce diretta. Non necessitano di vasi profondi perché basta ricoprire i semi con un cm di terra. Necessario invece un buon drenaggio e un terriccio a medio impasto.
La semina Da febbraio a maggio – ma anche da agosto a novembre – in luna calante, interrando i semi a 5-6 centimetri l’uno dall’altro. Quando nascono le prime piantine diradarle per mantenere la distanza di semina. Attenzione ai ristagni d’acqua e annaffiare regolarmente nei periodi più caldi.
Raccolta e conservazione Si inizia la raccolta a marzo-aprile quando le foglie esterne sono lunghe 7-8 centimetri, facendo attenzione a non danneggiare i germogli centrali. Come tutti gli ortaggi da foglia, è bene consumarli freschissimi. In frigorifero si mantengono per 4-5 giorni, lavandoli solo al momento dell’uso. Una surgelazione ben effettuata non li priva del contenuto nutrizionale.