giovedì 29 Luglio 2021

Acquista

Login

Registrati

Blut Tube, un gioco da tavolo per imparare a non sprecare l’acqua

A Lucca un progetto di educazione civica, dedicato ai ragazzi delle scuole primarie e alle loro famiglie, per educare al rispetto della “risorsa blu”, essenziale per le nostre vite

Si chiama “Blu Tube – chi porta l’acqua a casa” ed è un progetto di educazione civica, dedicato ai ragazzi delle scuole primarie e alle loro famiglie, per educare al rispetto della “risorsa blu”, essenziale per la vita di ciascuno. L’iniziativa è di Geal spa e Comune di Lucca, in collaborazione con Lucca Crea srl, società che organizza il festival Lucca Comics & Games.

Blu Tube, come funziona il gioco da tavolo

“Blu Tube” è un gioco da tavolo realizzato da Red Glove edizioni, il cui obiettivo è la costruzione di una città il più possibile efficiente, per ciò che riguarda l’approvvigionamento idrico, evitando sprechi e intervenendo tempestivamente nella riparazione di eventuali perdite nella rete idrica. Prima della pausa delle vacanze pasquali, sono stati consegnati oltre 1100 giochi in scatola alle scuole primarie che hanno risposto positivamente all’iniziativa. Queste le consegneranno agli studenti delle classi terze, quarte e quinte che potranno così portarsi a casa un kit “Amico dell’Ambiente”, che comprende oltre al gioco e alle spiegazioni per partecipare alla competizione, una borraccia riutilizzabile in alluminio che i bambini potranno portare a scuola, eliminando così le bottigliette di plastica, altamente inquinanti e una bag in cotone 100% riciclato.

La competizione, in rispetto alle normative anti Covid-19 cui sono tenuti gli istituti scolastici, coinvolgerà quindi non più le classi, come avvenuto in passato, ma le singole famiglie e i bambini, che potranno inviare le fotografie e i “selfie” delle attività di gioco svolte in casa, per ottenere punti e avanzare nella classifica. Ogni settimana la classifica sarà aggiornata sul sito dell’iniziativa e durante il mese di maggio saranno premiate le 12 migliori famiglie.

Prima della pausa delle vacanze pasquali, sono stati consegnati oltre 1100 giochi in scatola alle scuole primarie che hanno risposto positivamente all’iniziativa. Gli studenti delle classi terze, quarte e quinte potranno portarsi a casa un kit “Amico dell’Ambiente”

“Nel 2021 Blu Tube si rinnova e cambia formula – spiega Giulio Sensi, presidente di Geal Spa -. Il progetto vedrà protagoniste sempre le scuole, ma sarà portato avanti in sicurezza, tramite il coinvolgimento delle famiglie, perché la situazione che stiamo vivendo ci costringe a trovare nuovi modi di socializzare e fare cultura, senza rinunciare a imparare, tramite il gioco, a rispettare e valorizzare la risorsa idrica”. “Nonostante tutto – aggiunge Salvatore Pipus, amministratore delegato di Geal Spa- abbiamo voluto portare avanti un progetto educativo importante rivolto ai più piccoli. Grazie a Blu Tube gli alunni e le loro famiglie possono scoprire cosa c’è dietro l’acqua che arriva nelle loro case e imparare a usarla in modo consapevole”.

“Ci rivolgiamo ai bambini – rileva l’assessore comunale Valentina Simi– non perché li consideriamo i cittadini di domani, ma perché siamo profondamente convinti che siano già cittadini a tutti gli effetti e che possano, quindi, con il loro agire quotidiano, essere in grado di fare cose importanti per la collettività: come imparare il rispetto per l’acqua potabile e comprendere che è un bene essenziale per la vita di tutti”.

“La spiccata sensibilità verso le tematiche ambientali e di sostenibilità è solo una delle caratteristiche della ‘generazione Greta’, – aggiunge Francesca Fazzi, presidente di Lucca Crea srl –. Generazione che ha acquisito il gioco come uno degli strumenti di elezione per l’apprendimento e che ha fatto dell’approfondimento fattivo e dell’impegno, una delle cifre della sua missione di cambiamento. Per questo la sinergia fra Comune, Geal e Lucca Crea ha trovato una chiave vincente nell’incontro con le professionalità dello staff di Lucca Comics & Games, terreno di elezione per l’ideazione e messa in campo di progetti come questo: imparare giocando significa fare esperienza diretta di comportamenti ‘virtuosi’ applicati, in questo caso, a un bene prezioso come l’acqua”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Napoli, maxi operazione contro i datterari: 18 arresti

123 indagati, 245 capi di imputazione, 3mila euro di danno per metro quadrato, oltre 6 chilometri di costa devastata. Sono i numeri della vasta operazione portata a termine  dalla Procura di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto

Il naufragar m’è dolce in questo mare (di libri)

Dal mensile. Da Omero alla letteratura contemporanea del Nord Europa, dai romanzi di Melville alle poesie di Rimbaud. Un’immersione nelle profondità della letteratura

Un oceano in miniatura

Dal mensile. Il Mediterraneo è un distillato di tutte le sfide e le contraddizioni che ritroviamo su scala globale, dalle temperature medie sempre più calde all’invasione di specie aliene

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Napoli, maxi operazione contro i datterari: 18 arresti

123 indagati, 245 capi di imputazione, 3mila euro di danno per metro quadrato, oltre 6 chilometri di costa devastata. Sono i numeri della vasta operazione portata a termine  dalla Procura di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto

Il naufragar m’è dolce in questo mare (di libri)

Dal mensile. Da Omero alla letteratura contemporanea del Nord Europa, dai romanzi di Melville alle poesie di Rimbaud. Un’immersione nelle profondità della letteratura

Un oceano in miniatura

Dal mensile. Il Mediterraneo è un distillato di tutte le sfide e le contraddizioni che ritroviamo su scala globale, dalle temperature medie sempre più calde all’invasione di specie aliene

Roberto Danovaro: “Per vivere bene sul pianeta abbiamo bisogno dell’oceano sano”

Dal mensile. Professore di Biologia marina e presidente della Stazione zoologica “Anton Dohrn”, spiega perché è importante studiare i mari e quanto resta ancora da fare per tutelare quelli italiani

Scrigno d’acqua

Dal mensile. Biodiversità, cibo, energia, materie prime. I servizi ecosistemici che rendono possibile la vita sulla Terra possono nutrire l’economia del futuro. Se gli ecosistemi marini saranno ben tutelati
Ridimensiona font
Contrasto