mercoledì 27 Ottobre 2021

Acquista

Login

Registrati

Biodiversità valorizzate in Puglia

Riserva naturale dei Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore

DI ALESSANDRA ADAMANTINO

Il progetto triennale denominato ‘Tra laghi e gravine: tutela integrata della biodiversità’ mira a rendere fruibile la Riserva naturale regionale orientata dei Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore. Si tratta di una zona umida di alto valore naturalistico, situata in Puglia e formata da dieci doline carsiche (Lago di Triggianello, Lago di Montepaolo, Lago di Petrullo, Lago di Iavorra, Lago di Padula, Lago di Chienna, Lago di Sassano, Lago di San Vito, Lago di Agnano, Lago di Castiglione) e una profonda gravina che da Conversano, in provincia di Bari, si estende fino alla costa di Mola di Bari.

Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Con il Sud con il Bando Ambiente 2018, che muove dalla sinergia di un’ampia rete di partner (Environmental Surveys, Anas Puglia, Legambiente Abron, Itaca Cooperativa Sociale) di cui capofila è Legambiente Puglia, in collaborazione con il dipartimento di Scienze della Terra e Geoambientali dell’Università degli Studi di Bari.

Torre di Castiglione foto
Torre di Castiglione

Valorizzazione, conservazione e riscoperta sono le parole chiave che accompagnano una serie di attività ad ampio raggio, tra cui la creazione di un sistema di approvvigionamento idrico per la salvaguardia dei laghi, il rilevamento e la riproduzione in 3D delle grotte della gravina per consentirne una esplorazione a 360 gradi, il monitoraggio dei chirotteri per la verifica della qualità dell’aria, workshop e laboratori didattici per la prevenzione di illegalità ambientali, iniziative di animazione per la promozione del patrimonio ecologico della riserva. A tutto questo si affianca un numero WhatsApp (328 5472491) che i fruitori della riserva sono chiamati a contattare per segnalare – in tempo reale – gli illeciti che ne danneggiano l’integrità.

Gravina di Monsignore immagine
Gravina di Monsignore

Le azioni previste saranno mirate a riqualificare 12.000 mq della riserva, una zona umida che accoglie un’ampia vegetazione e numerose specie animali protette (Triturus italicus, Bufo viridis viridis, Natrix natrix), minacciate purtroppo dal prosciugamento estivo delle acque, dall’assenza di fonti dirette di approvvigionamento idrico e dall’accumulo ricorrente di rifiuti abbandonati.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Tessuto riutilizzabile, dopo 75 cicli di lavaggio in discarica solo l’8% contro il 55% del monouso

Presentati a Ecomondo gli impatti ambientali ed economici dei prodotti ottenuti dalle analisi comparative LCA e LCC. Il tovagliato riutilizzabile impatta sull’effetto serra il 48% in meno del monouso

Parigi, 250 milioni di euro per il nuovo piano di piste ciclabili

Parcheggio facile e sicuro, attività di promozione, possibilità di muoversi liberamente anche nelle strade a senso unico. La capitale francese punta a diventare il paradiso dei ciclisti, con 130 nuovi chilometri riservati alle biciclette

“I mercati del carbonio non sono progettati per ridurre le emissioni”. L’intervista a Larry Lohmann

Il ricercatore dell’organizzazione britannica The Corner House spiega i limiti dei meccanismi di finanziarizzazione della natura

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Tessuto riutilizzabile, dopo 75 cicli di lavaggio in discarica solo l’8% contro il 55% del monouso

Presentati a Ecomondo gli impatti ambientali ed economici dei prodotti ottenuti dalle analisi comparative LCA e LCC. Il tovagliato riutilizzabile impatta sull’effetto serra il 48% in meno del monouso

Parigi, 250 milioni di euro per il nuovo piano di piste ciclabili

Parcheggio facile e sicuro, attività di promozione, possibilità di muoversi liberamente anche nelle strade a senso unico. La capitale francese punta a diventare il paradiso dei ciclisti, con 130 nuovi chilometri riservati alle biciclette

Diritti umani e dell’ambiente, dal non profit nasce la campagna “Impresa 2030”

Ben 16 milioni di persone sottoposte a forme moderne di schiavitù lungo le filiere produttive. Le organizzazioni di categoria propongono una norma di due diligence che imporrà alle imprese di adottare pratiche efficaci nel garantire il rispetto dei diritti umani e degli ecosistemi

Tutte le strade portano a Glasgow

Gli anni da qui al 2030 saranno cruciali per contenere l’aumento della temperatura media globale entro 1,5 °C. Ecco perché la Cop26 deve essere il vertice dell’azione per combattere la crisi climatica

Centro Italia, prorogati i termini della campagna Alleva la speranza +

Continua l’impegno di Enel e Legambiente a favore delle aree terremotate. Fino al 30 novembre sulla piattaforma Planbee sarà possibile sostenere allevatori, allevatrici e imprenditori locali del turismo sostenibile, aiutandoli a realizzare il loro progetto di rinascita

Ridimensiona font
Contrasto