giovedì 26 Novembre 2020

Nel 2019 cinquanta banche hanno finanziato la perdita di biodiversità

Nel 2019 le 50 banche più potenti del pianeta hanno investito su imprese che con le loro attività stanno accelerando l’estinzione di specie animali e la sparizione di ecosistemi. Tra queste anche due istituti di credito italiani. La denuncia nel rapporto Bankrolling extinction del collettivo Portfolio Earth

Nel 2019 oltre 2.600 miliardi di dollari sono stati investiti dalle banche per finanziare le attività di imprese che con le loro attività hanno contribuito in modo determinante ad accelerare la perdita di biodiversità nel pianeta. A denunciarlo è il rapporto Bankrolling extinction redatto dal collettivo Portfolio Earth, secondo cui a erogare ad aprire le linee di credito più cospicue a sostegno di società che operano in svariati settori – dall’alimentare alla silvicoltura, dal minerario alle combustibili fossili fino ai trasporti e al turismo – sono stati, di fatto, i 50 più importanti istituti di credito internazionali: Bank of America, Citigroup, Jp Morgan Chase, Mizuho Financial, Wells Fargo, Bnp Paribas, Mitsubishi UFJ Financial, Hsbc, Smbc Group e Barclays. In questa black list compaiono anche due banche italiane: Intesa Sanpaolo, con finanziamenti pari a 14.446 milioni di dollari, e Unicredit con 41.776 milioni di dollari.

Insomma, una pioggia di soldi che rischia concretamente di rendere irreversibile il declino della biodiversità. Su 8,7 milioni di specie animali e vegetali, ad oggi circa un milione potrebbero sparire. Una catastrofe annunciata che, se non arginata per tempo, potrebbe assumere le dimensioni della sesta grande estinzione massa.

Per questo motivo il collettivo Portfolio Earth chiede ai governi da un lato di prendere delle decisioni forti nei confronti di quelle banche che finanziano queste attività, dall’altro di mettere i singoli cittadini nelle condizioni di sapere come viene realmente investito il denaro che depositano in banca. Il primo passo da compiere dovrà essere necessariamente quello di interrompere i finanziamenti allo sfruttamento di combustibili fossili, alla deforestazione, allo sfruttamento della pesca intensiva. Altrimenti i nostri ecosistemi saranno destinati a scomparire.

In questo scenario non posso che aumentare, inevitabilmente, i dubbi sui proclami fatti negli ultimi mesi da top player della finanza mondiale come Black Rock o la stessa Jp Morgan. Proprio una delle banche finite nella lista stilata da Portfolio Earth.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

 

 

 

 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Quando le immagini fanno riflettere

È in corso a Città del Messico la XVI edizione della “Biennale internazionale del manifesto”. Una categoria è dedicata alla biodiversità

Economia circolare, i 13 progetti vincitori del contest “Metti in circolo il cambiamento”

Tante proposte ideate da giovani “aspiranti imprenditori circolari” premiate in una festa online con i partner di progetto e le amministrazioni comunali coinvolte / "Metti in circolo il Cambiamento", bando per 60 giovani

Il settore cartario guida la transizione verso l’economia circolare

Da 0 a 1, l'Indicatore di Circolarità di Materia è pari a 0.79. È quanto emerge dal Rapporto Ambientale dell’Industria Cartaria Italiana, presentato da Assocarta e Legambiente

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,133FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Quando le immagini fanno riflettere

È in corso a Città del Messico la XVI edizione della “Biennale internazionale del manifesto”. Una categoria è dedicata alla biodiversità

Economia circolare, i 13 progetti vincitori del contest “Metti in circolo il cambiamento”

Tante proposte ideate da giovani “aspiranti imprenditori circolari” premiate in una festa online con i partner di progetto e le amministrazioni comunali coinvolte / "Metti in circolo il Cambiamento", bando per 60 giovani

Il settore cartario guida la transizione verso l’economia circolare

Da 0 a 1, l'Indicatore di Circolarità di Materia è pari a 0.79. È quanto emerge dal Rapporto Ambientale dell’Industria Cartaria Italiana, presentato da Assocarta e Legambiente

“L’assemblea degli animali”, una favola selvaggia per ritrovare la natura in tempi di pandemia

Pubblicato da Einaudi Stile libero e scritto da Filelfo, è “Il libro che i ragazzi leggeranno agli adulti e gli adulti leggeranno ai bambini”

Clima, negli ultimi dieci anni l’Italia colpita da quasi mille fenomeni estremi

Roma, Bari, Milano e Agrigento le città che hanno subito i danni maggiori. I dati del Rapporto 2020 dell’Osservatorio CittàClima di Legambiente "Il clima è già cambiato". SEGUI LA DIRETTA e SCARICA IL RAPPORTO 2020