mercoledì 27 Gennaio 2021

Balene spiaggiate in Tasmania, almeno 380 i decessi

Almeno 380 balene sono morte spiaggiate sulla costa occidentale della Tasmania. Una tragedia, considerata dai soccorritori come la peggiore mai capitata in Australia. Il 21 settembre circa 270 balene sono rimaste bloccate in tre località a Macquarie Heads. Un altro centinaio è rimasto bloccato circa 7-10 chilometri a sud del sito originale nella mattina di oggi, mercoledì 23 settembre.

Dopo aver testato vari metodi, circa 60 soccorritori hanno individuato una tecnica di successo per rimettere a galla e riposizionare le balene che ancora sono in vita utilizzando imbracature attaccate alle barche. Ma i globicefali sono una specie molto socievole con un forte comportamento di gruppo, il che porta a temere che le balene possano provare a tornare al branco nonostante siano state salvate. Al momento le balene messe in salvo sarebbero circa 50, mentre molte altre restano in pericolo di vita.

“Questo è sicuramente il più grande spiaggiamento di massa in Tasmania e riteniamo che sia il più grande in Australia, in termini di numero di esemplari arenati e morti”, ha detto il biologo del Marine Conservation Program Kris Carlyon. Secondo l’esperto, la causa potrebbe essere legata ad una “semplice disavventura” o all’alimentazione lungo la costa. L’esperto definisce “praticamente impossibile” ragionare “in termini di una preparazione a questi eventi e di un loro arresto in futuro”. “Non c’è nulla che indichi che questo sia dovuto a cause umane, questo è un evento naturale – ha detto Carlyon – Sappiamo che gli spiaggiamenti si sono verificati nel corso della storia prima degli esseri umani. È qualcosa che accade dalla documentazione fossile fino ai giorni nostri”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Economia circolare, l’allarme delle imprese: “Manca una programmazione”

Il commento di Unirimap, Assorimap e Assofermet: “Basta ritardi. Servono subito anche 2,625 mld per puntare davvero sulla green economy”

Fusione dei ghiacci a ritmi record, dal ’94 persi 28 trilioni di tonnellate

Il primo studio effettuato con dati satellitari da un gruppo di ricerca dell'Università di Leeds conferma che il fenomeno è ormai in linea con gli scenari più preoccupanti previsti dagli esperti

Il biometano al centro della campagna Unfakenews contro le bufale ambientali

Prosegue l'impegno di Legambiente e Nuova Ecologia per fare chiarezza su temi ostacolati dall'opinione pubblica. Questo mese il biocombustibile a km0

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Economia circolare, l’allarme delle imprese: “Manca una programmazione”

Il commento di Unirimap, Assorimap e Assofermet: “Basta ritardi. Servono subito anche 2,625 mld per puntare davvero sulla green economy”

Il biometano al centro della campagna Unfakenews contro le bufale ambientali

Prosegue l'impegno di Legambiente e Nuova Ecologia per fare chiarezza su temi ostacolati dall'opinione pubblica. Questo mese il biocombustibile a km0

Biometano, ecco le risposte che cerchi

È al centro della campagna Unfakenews di Legambiente e Nuova Ecologia contro le bufale ambientali. Non c'è spazio per i dubbi

Emilia-Romagna a biogas, una regione circolare

Transizione verso le rinnovabili, ottimizzazione della differenziata e riduzione degli spandimenti fuori legge. Sono i vantaggi degli impianti a biometano

Life Delfi, cresce la rete di soccorso dei mammiferi marini in difficoltà

Nel primo anno di attività il progetto europeo ha permesso di formare e attivare i futuri rescue team che interverranno in mare o sulle coste per salvare cetacei spiaggiati o rimasti impigliati nelle reti da pesca