martedì 11 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

Mario Pagliaro

3 POSTS0 COMMENTS

Tutto un altro bus

Il numero di mezzi elettrici acquistati dalle aziende municipalizzate è destinato a crescere. Anche perché offrono vantaggi straordinari. Dalla qualità del servizio ai costi di manutenzione

Mobilità elettrica, il futuro è arrivato

Dalla Volvo alla Nissan. Muoversi senza inquinare è diventato il nuovo orizzonte dell'industria automobilistica. E non solo 

Auto ed autobus elettrici: Il futuro è arrivato

La notizia che fra 18 mesi ogni nuovo modello di automobili Volvo sarà dotato di un motore elettrico ha suscitato notevole sorpresa: l’azienda svedese, interamente controllata dalla cinese Geely, è nota infatti per la dimensione e la qualità delle sue automobili. Ancora poche settimane, poi, e il 6 settembre la Nissan presenterà la nuova Leaf con un pacco di...

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Biciclette o ciclabilità? Una riflessione sul “bonus bici”

Il click day, le code davanti ai negozi e il collasso della filiera produttiva della bicicletta: una facile fotografia del bonus Mobilità 2020. Tra luci e ombre pur sempre il maggiore incentivo all’acquisto di biciclette mai attivato in Italia

Inquinamento da traffico: le regioni si muovono in ordine sparso

Nuove misure straordinarie per Emilia Romagna, Piemonte e Veneto. Una risposta alla sentenza della Corte di Giustizia europea che ha condannato l'Italia per "violazione sistematica e continuata" delle norme

Cave, in Italia 29 milioni di metri cubi di sabbia e ghiaia estratti all’anno

Sono 4.168 le autorizzate, 14.141 le dismesse o abbandonate. L'appello di Legambiente: “Ridurre il prelievo da cave accelerando nella direzione dell’economia circolare”. Oggi alle 15 in diretta streaming la presentazione del dossier Rapporto Cave 2021

Quando le auto elettriche costeranno meno?

Il report di Bloomberg New Energy Finance e Transport & Environment mostra come passare al 100% elettrico per auto e furgoni nuovi tra il 2030 e il 2035 è fattibile in tutti i Paesi dell'UE: tutto dipende dalle scelte che farà la politica

A Chernobyl nuovo allarme nucleare: “riprese reazioni di fissione”

Lo segnalano gli scienziati del governo di Kiev. Situazione da monitorare, anche se al momento non ci sono le avvisaglie per temere che possa ripetersi la catastrofe del 26 aprile 1986
Ridimensiona font
Contrasto