venerdì 27 Novembre 2020

Enrico Fontana

68 POSTS0 COMMENTS
Giornalista. membro della segreteria nazionale di Legambiente

Poche risposte, ma tante risorse: Calabria possibile

Il lockdown ha inferto un colpo letale alla regione. Ma facendo le scelte giuste può nascere un vero green deal. L’appello del Gruppo Goel e della Comunità Progetto Sud. E il silenzio delle istituzioni

Fase 3, la giusta ripartenza. “Se potessi mangiare un’idea”

Nella difficile era della convivenza con il Coronavirus è frequente il ricorso a termini come rivoluzione verde, green deal e transizione energetica. Parole che dovrebbero alimentare le speranze ma spesso sono svuotate di senso

Decreto liquidità: un autogol

Abbiamo tentato di migliorarlo, insieme al gruppo di lavoro del patto GiustaItalia, promosso da Libera con numerose associazioni. L’obiettivo era quello di restituire un minimo di logica ai criteri con cui escludere alcune categorie di imprenditori dai benefici previsti dal decreto. Ma non c’è stato niente da fare

Guida per l’Era della transizione, seconda parte

Vorremmo saperne di più su come s’intende ricucire il Paese, a partire dal famigerato decreto “Rilancio”, ma la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale tarda ancora e allora “accontentiamoci” di completare la lettura del decreto “Senza nome” Puntata precedente

Una guida per l’Era della transizione

Da questa mattina l’Italia sarà un Paese diverso. Con un preciso cronoprogramma che l’accompagnerà. E uno strumento indispensabile per affrontarla: la mascherina Il racconto dei giorni precedenti

Fase 2, la Giusta ripartenza

Sarebbe un bel segnale di speranza se i promotori e le promotrici degli appelli, delle petizioni, delle proposte che si continuano a susseguire e a cadere quasi sempre nel vuoto, trovassero la voglia di incontrarsi. E riempissero questo vuoto di politica

La giusta ripartenza al tempo del Coronavirus

Si chiude il mio diario dell'isolamento ma è l’inizio di un nuovo appuntamento, questa volta settimanale. E si ispira a un documento a cui ho avuto il privilegio di poter lavorare, nelle scorse settimane: il Patto per la Ripartenza. Per impedire che in questa fase si arricchiscano mafiosi, imprenditori senza scrupoli, politici e funzionari corrotti Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: cinquantaquattresimo giorno

Ogni giorno, percuotendo, affacciato dal balcone di casa, il mio piccolo bongo africano ho cercato, in fondo, di esorcizzare paure che si accumulavano, mentre cresceva in maniera esponenziale il numero dei contagiati e dei morti. Ma sarà anche difficile oggi non emozionarmi. Perché viviamo di relazioni, come ci ha ricordato, drammaticamente, la pandemia Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: cinquantatreesimo giorno

A far scattare il loro flashmob è stato, insieme a una vissuta consapevolezza, il lavoro prezioso della Fondazione Openpolis, che ha monitorato il ruolo delle donne in tutte le strutture, preesistenti e nuove, che stanno gestendo l’emergenza Covid-19.  La presenza media delle donne è del 20%. Fino al desolante 0% del cruciale “Comitato tecnico-scientifico presso la Protezione civile” Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: cinquantaduesimo giorno

Quello di oggi sarebbe stato un Primo maggio diverso per buona parte dei 600.000 immigrati senza permesso di soggiorno presenti nel nostro Paese se il governo avesse trovato il tempo di approvare il decreto che ne prevede la regolarizzazione, a fronte di un contratto di lavoro. Almeno per quelli che già vengono sfruttati, in nero, nei “settori dell’agricoltura, dell’allevamento, della pesca, e dell’acquacoltura” Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: cinquantunesimo giorno

Se il buon senso, prim’ancora della scienza avesse guidato chi ci governa, Molise e Basilicata ci avrebbero già dato alcune delle risposte che stiamo ancora cercando. Invece no: almeno fino al 18 maggio dovremo essere “tutti uguali”, anche se di fronte al Covid19 non lo siamo mai stati Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: cinquantesimo giorno

Siamo noi che dobbiamo svegliarci. E invece di rassicurare, quasi umiliandoci, Ficht sulla solidità della nostra economia, rispondergli che a finire nella spazzatura sarà il suo rating. Insieme al sistema economico che sta precipitando l’umanità nella spirale infinita delle pandemie, finanziarie, sanitarie e climatiche Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: quarantanovesimo giorno

Il diagramma del nostro futuro è in fondo al decreto che entrerà in vigore dal prossimo 4 maggio. Si tratta dell’allegato 10 previsto dal comma 11 dell’articolo 2. Forse, mostrandolo in diretta tv e facendosi aiutare nella spiegazione da uno degli esperti, il premier Conte avrebbe fatto meno fatica a convincere gli italiani Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: quarantottesimo giorno

La prima certezza è che fino alle ore 24 di domenica 3 maggio 2020 non cambierà nulla. La seconda è che la fine del lockdown “non sarà uguale per tutti". A farci alzare la voce dovrebbe essere la convinzione che esistono risposte diverse da quelle che ci vengono consegnate per decreto Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: quarantasettesimo giorno

Il primo tratto in comune tra l’intervista a Edgar Morin e l’articolo di Umberto Galimberti è il pessimismo sul futuro che ci attende. Entrambi però lasciano uno spiraglio aperto, partendo da una riflessione comune: ci siamo scollegati dalla dimensione biologica della nostra esistenza Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: quarantaseiesimo giorno

Proprio ieri Francesco Pascale, fondatore del circolo di Legambiente di Succivo, in provincia di Caserta e della cooperativa sociale “Terra Felix” mi ha mandato le foto della semina di piantine d’insalata, scarola, peperoncini, melanzane e pomodori nei terreni strappati all’abbandono e gestiti in affitto dalla cooperativa. “Destineremo gran parte della produzione alle famiglie indigenti”

Coronavirus, diario dall’isolamento: quarantacinquesimo giorno

L’appuntamento con la Conferenza delle Nazioni unite sul clima, la Cop26 di Glasgow, è stato rinviato, a causa del Covid-19, a “data da destinarsi”. Quello con il quinto sciopero globale per il clima, organizzato in 161 paesi dai giovani dei Fridays for future, invece, scatta, puntuale, oggi

Coronavirus, diario dall’isolamento: quarantaquattresimo giorno

L’unico precedente storico riguardo agli effetti della pandemia sulla crisi economica e la povertà è la Grande depressione del 1929. Non vediamo l’ora di ripartire ma vorremmo farlo nella direzione giusta. Imboccando veramente la strada del Green new deal Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: quarantatreesimo giorno

Non c’è mai stata, da quando cinquant’anni fa si è cominciato a celebrarla, una giornata mondiale della Terra come questa, con la natura che riconquista spazi perduti. Ma vale la pena leggere le conclusioni del documentato di analisi “COVID-19 - Shifting the climate change debate” della Goldman Sachs... Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: quarantaduesimo giorno

Gli appelli per regolarizzare i lavoratori migranti, l’allarme del Forum disuguaglianze sulle povertà dimenticate, quello di Legambiente sul rischio di arricchire, con i soldi dello Stato, ecomafiosi ed ecocriminali non avrebbero dovuto esserci nella mia bacheca. Chi mi governa oggi e che dichiara di condividere i miei stessi valori ha la cultura politica necessaria per recepirli? Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: quarantunesimo giorno

Con una semplice comunicazione alle Prefetture stanno riaprendo centinaia di migliaia di aziende  senza protocolli per la sicurezza, che solo in pochi casi sono stati elaborati. Non è corretto dire in un modo e poi lasciare che avvenga in un altro Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: quarantesimo giorno

La fine del lockdown non sarà uguale per tutti. Anzi, ognuno di noi avrà la sua. In base all’età, al lavoro, quando ce l’ha, al luogo in cui vive. Con tre sostantivi che accompagneranno a lungo la nostra vita sociale nell’era del coronavirus: distanziamento, prossimità e responsabilità Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: trentanovesimo giorno

Potevamo e dovevamo reagire più rapidamente e con maggiore efficacia, risparmiando migliaia di vite umane. Se non avessimo smantellato negli anni la sanità pubblica, ignorato quasi ovunque, senza mai investirci davvero, la medicina territoriale, preso sul serio il rischio di nuove pandemie, dopo Ebola e la Sars, attrezzandoci prima Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: trentottesimo giorno

Pienamente condivisibile la proposta della ministra della Famiglia, Elena Bonetti: aprire per i bambini e gli adolescenti parchi dove farli giocare. Ma perché non farlo anche nelle piazze delle nostre città, così desolatamente vuote e belle? Sarebbe anche più facile sanificarle, controllarne gli accessi e attrezzare spazi adeguati Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: trentasettesimo giorno

Il governo per il decreto “Liquidità” ha abdicato a qualsiasi forma di controllo preventivo: dal rilascio della certificazione antimafia all'obbligo di tracciabilità. Questa la denuncia delle procure di Milano e Napoli. Il ministro della Giustizia ha messo al lavoro i suoi uffici per correggere gli errori commessi. Era così difficile pensarci prima? Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: trentaseiesimo giorno

Ci sono due regioni in cui si potrebbe sperimentare subito il “vaccino della ripartenza”. Quel mix di nuove regole di sicurezza e distanziamento sociale, test sierologici di massa, dispositivi di protezione, app, protocolli che ci dovrà accompagnare fino al vaccino: Molise e Basilicata Il racconto dei giorni precedente

Coronavirus, diario dall’isolamento: trentacinquesimo giorno

Dalla Cina arrivano i primi “indizi” sulla fase 2. Tra i cinesi è letteralmente crollata la fiducia nel trasporto pubblico: dal 56%, prima della pandemia, al 24%. Ed è esplosa quella verso l’auto privata: dal 34% al 66%. Bisognerebbe puntare, con molta più decisione, sulla mobilità elettrica sempre più connessa, multimodale Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: trentaquattresimo giorno

Oggi mi permetto due consigli, uno alla Protezione civile e uno al Comitato degli esperti. Invece di leggere ogni giorno il numero dei tamponi effettuati e quello dei nuovi contagiati, chiamate anche voi il team di Flourish per realizzare un grafico  con la percentuale di nuovi contagiati rispetto al numero di tamponi fatti. Ed in vista della riapertura graduale  coinvolgete i giovani della Teralytics  per misurare gli impatti in termini di spostamenti delle persone potenzialmente contagiose Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: trentatreesimo giorno

La città vuota, con gli uccelli che cantano, è la meta di una navicella di un'astronauta. Una poesia per augurarvi buona Pasqua, buon passaggio Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: trentaduesimo giorno

Il premier Giuseppe Conte ha avuto la necessaria lucidità per spiegarci le ragioni del restare a casa fino al 3 maggio, facendoci intravedere i cambiamenti radicali a cui andremo incontro. Quelli che dovranno disegnare i 19 esperti (15 uomini e 4 donne), del Comitato economico e sociale nominato ieri sera Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: trentunesimo giorno

Sarebbe stato importante se, di fronte al dramma del coronavirus, l’Unione europea avesse deciso di emettere gli eurobond. Significava che tutti i paesi accettavano di condividere la stessa valutazione del rischio, di fronte a un crollo dell’economia generalizzato e imprevedibile Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: trentesimo giorno

La richiesta della Fondazione Openpolis è rendere pubblici tutti i contratti stipulati per fare fronte all’emergenza Covid-19, perché “la trasparenza non è un ostacolo, ma presupposto di buona amministrazione” Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: ventinovesimo giorno

Le aziende, invece di smaltire come rifiuti i computer portatili in dismissione, li affidano a Reware  che li rigenera. Il 20% viene destinato, gratuitamente, alle scuole pubbliche che ne hanno bisogno. Una buona notizia in un Paese dove il 41% delle famiglie che vivono nelle regioni del Sud è senza un computer Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: ventottesimo giorno

Il 21 marzo quasi 9.000 medici hanno aderito in 24 ore al bando lanciato dalla Protezione civile, per andare in soccorso dei loro colleghi al Nord. E poi: sui controlli fatti nel nostro paese per il rispetto dei divieti anti-covid 19 solo il 2,38% è stato multato. Sono piccoli segnali di speranza Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: ventisettesimo giorno

Quella che comincia oggi sarà, psicologicamente, la settimana più difficile da quando è cominciata la pandemia. Aspetterò con ansia i numeri del contagio in Italia, sperando, com’è successo ieri, che quelli delle vittime continuino a scendere sempre più velocemente Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: ventiseiesimo giorno

Se non arriveranno subito i provvedimenti richiesti rischieremo di veder marcire nei campi, più di quanto non accada nella “normalità”, i prodotti dell’agricoltura italiana diventati oggi vitali nell’economia autarchica da Covid-19 Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: venticinquesimo giorno

Ieri sera, dopo la brusca interruzione causata dalla pandemia, ci siamo ritrovati online con i fondatori di Pop - idee in movimento. E abbiamo ragionato insieme su quello che ognuno di noi sta vivendo. Per costruire da subito una fase nuova Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: ventiquattresimo giorno

La Guardia di finanza ha sequestrato migliaia di confezioni di mascherine illegali. Da quelle vendute nelle farmacie pugliesi alle 700 confezioni prodotte “in casa” da una sartoria di Roma fino a quelle sequestrate in una rivendita di materassi di Ostia Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: ventitreesimo giorno

A guidarci in questo periodo dovrebbe essere la metafora dell'economista Marco Magnaghi: “Dobbiamo comportarci meno come cow-boy e più come astronauti. I primi si dirigono a ovest, pensando che le risorse siano infinite. I secondi sanno che le loro risorse nella navicella sono limitate" Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: ventiduesimo giorno

In questi momenti di profonda incertezza, può essere utile, per trovare una bussola, fare ricorso allo slogan che accompagna Legambiente fin dalla sua nascita, quarant’anni fa: pensare globalmente e agire localmente Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: ventunesimo giorno

Ci sono persone che donano il loro tempo per aiutare chi ne ha bisogno. E quelli che usano i social per mettere i propri talenti, a servizio degli altri. Senza chiedere nulla in cambio. Sono 6 milioni gli italiani, donne e uomini, iscritti alle associazioni del Terzo settore Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: ventesimo giorno

Le mafie stanno approfittando dello stato di emergenza in cui viviamo. Imprese di pulizia, trasporti su gomma delle merci, in particolare dei prodotti ortofrutticoli, centri di grande distribuzione alimentare, farmacie. A cui aggiungere, come denuncia da sempre Legambiente, la raccolta, il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti

Coronavirus, diario dall’isolamento: diciannovesimo giorno

Quando quest’emergenza  sarà finita potremo persino essere, se faremo le scelte giuste e nei tempi giusti, migliori di prima. Perché abbiamo imparato a conoscere, tutti, le conseguenze, devastanti, causate da un sistema economico malato Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: diciottesimo giorno

Parla a noi quel Papa solo, in una piazza San Pietro deserta. A noi che ci sentiamo dalla parte dei giusti, noi che lavoriamo nel Terzo Settore. Siamo noi che dobbiamo imparare di più e meglio a “remare insieme" Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: diciassettesimo giorno

Servono misure straordinarie. Come quella proposta dal presidente della Fondazione con il Sud Carlo Borgomeo: destinare alle associazioni e alle cooperative sociali i 500 milioni di euro di fondi strutturali, messi a disposizione dall’Ue e ancora non impegnati La petizione su change.org  / Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: sedicesimo giorno

“Si sono dimenticati del Terzo settore”, ha denunciato ieri Stefano Zamagni. Un settore portato avanti nel Paese da 6 milioni di volontari e oltre 800 mila occupati, che genera un valore economico pari al 4% del Pil Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: quindicesimo giorno

Libera compie oggi 25 anni. Un patrimonio insostituibile del nostro Paese, frutto della reazione a uno shock terribile per la nostra democrazia: quello causato dalla stagione terroristica, fatta di stragi e attentati, scatenata da cosa nostra e dai suoi complici Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: quattordicesimo giorno

Ci siamo dimenticati di loro in questa emergenza causata dal Covid19. Eppure sono “91.200 in Italia i minorenni in carico ai servizi sociali e 1.260.000 i minorenni che vivono in condizioni di povertà assoluta” Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dell’isolamento: tredicesimo giorno

In questa lotta al Covid19 dobbiamo essere davvero dalla parte di chi non ha i nostri stessi diritti e doveri per tornare, prima possibile, ad essere liberi. E dovremo interrogarci molto sul senso di questa nostra libertà Il racconto dei giorni precedenti

Coronavirus, diario dall’isolamento: dodicesimo giorno

Verrà il tempo in cui potremo ragionare, in maniera approfondita, su quanto è accaduto al nostro paese a causa del Covid19 e della sua diffusione, delle ragioni vere e delle responsabilità che ci sono dietro le scene terribili di ogni giorno, a Bergamo, Brescia, Cremona… Il racconto dei giorni precedenti

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

16,645FansLike
21,147FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Armi, secondo la Legge di Bilancio nel 2021 verranno spesi 6 miliardi di euro

Campagna Sbilanciamoci e Rete Italiana Pace e Disarmo: "Per noi è chiaro. Più sanità e istruzione, meno armamenti"

Alluvione a Crotone, “per l’emergenza climatica il tempo è scaduto”

Appello di Legambiente Calabria dopo l'ennessimo disastro ambientale nella città calabrese. La presidente Anna Parretta: "Indispensabile che la Regione Calabria affronti l’emergenza climatica a partire dai nodi irrisolti del dissesto idrogeologico, dell’abusivismo edilizio e delle scelte urbanistico-edilizie totalmente errate”

Legge di Bilancio 2021, Legambiente: “via sussidi alle fonti fossili e plastic tax”

Sono alcune delle proposte di modifica della manovra finanziaria inviate da Legambiente ai parlamentari. Il presidente Stefano Ciafani: "Servono investimenti green ambiziosi per accelerare la transizione ecologica e rilanciare il Paese"