Australia, università solare al 100%

L’ateneo australiano del Nuovo Galles del Sud ha annunciato un accordo pluriennale con la società fotovoltaica sino-australiana Maoneng e con l’utility Origin. Legambiente: “L’augurio è che anche quelle italiane scelgano di andare in una direzione di cambiamento che dovrebbe avere come grandi protagoniste università e scuole”

Pannelli solari

Università australiana diventerà solare al 100%. L’ateneo australiano del Nuovo Galles del Sud ha annunciato un accordo pluriennale con la società fotovoltaica sino-australiana Maoneng e con l’utility Origin con l’obiettivo di arrivare ad alimentarsi soltanto con l’energia del sole. L’intesa, della durata di 15 anni, prevede che l’elettricità necessaria all’università sia fornita dal parco eolico Sunraysia di Maoneng. Il presidente e vicerettore dell’università, Ian Jacobs, ha spiegato che l’accordo fa parte dell’obiettivo di diventare a impatto zero entro il 2020. Secondo il ministro dell’Ambiente del Nuovo Galles del Sud, Don Harwin, l’accordo “è non solo ottimo per l’ambiente, ma genererà posti di lavoro e investimenti”.

“Una bellissima notizia – commenta Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente –  che dimostra quanto il solare sia oggi competitivo e la consapevolezza che l’emergenza climatica riguarda tutti e deve portare tutti a cambiare. E va vista assieme alla scelta di tante università inglesi e americane di dire stop alle fonti fossili per i consumi energetici. L’augurio è che anche le università italiane scelgano di andare in una direzione di cambiamento che dovrebbe come grandi protagoniste avere università e scuole”.