sabato 28 Novembre 2020

Attivisti climatici multati per l’azione contro Eni dell’8 ottobre

I ragazzi di Fridays For Future, insieme alle attiviste e agli attivisti di Extintion Rebellion, hanno manifestato davanti alla sede Eni di Roma in data 8 ottobre per sottolineare la persistente politica di indifferenza della società partecipata dallo Stato davanti all’emergenza climatica. L’evento era stato organizzato nell’ambito dello sciopero mondiale per il clima, svoltosi il 9 ottobre.

Ad un mese da quelle manifestazioni, però, gli attivisti stanno ricevendo una serie di multe per violazione delle disposizioni sul “distanziamento sociale”. Eppure, durante la manifestazione dell’8 ottobre, nessuno dei dieci manifestanti era stato accusato di non rispettare le regole, né identificato personalmente da alcuna forza dell’ordine.

Questo procedimento è il secondo in pochi mesi: la prima volta risale a maggio, in concomitanza con l’assemblea degli azionisti a porte chiuse dell’azienda, quando gli attivisti avevano deciso di correre nella zona dell’Eur a Roma indossando delle magliette con scritto “corro contro il vostro gas”, con una decina di persone a distanza l’una dall’altra.

Questa volta, con lo slogan “Tu #CiAvvelENI, tu #CiMulti, ma noi non ci fermiamo!” hanno organizzato una raccolta fondi per pagare le sanzioni amministrative giunte a quattro settimane di distanza dall’azione contro Eni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Al via la campagna “Compostabile, una scelta naturale” sul corretto smaltimento di biopolimeri

Vanno nell’umido insieme agli scarti di cucina, per essere trasformati in compost. BioTable e Legambiente per un’economia circolare

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,147FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Al via la campagna “Compostabile, una scelta naturale” sul corretto smaltimento di biopolimeri

Vanno nell’umido insieme agli scarti di cucina, per essere trasformati in compost. BioTable e Legambiente per un’economia circolare

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Armi, secondo la Legge di Bilancio nel 2021 verranno spesi 6 miliardi di euro

Campagna Sbilanciamoci e Rete Italiana Pace e Disarmo: "Per noi è chiaro. Più sanità e istruzione, meno armamenti"

Alluvione a Crotone, “per l’emergenza climatica il tempo è scaduto”

Appello di Legambiente Calabria dopo l'ennessimo disastro ambientale nella città calabrese. La presidente Anna Parretta: "Indispensabile che la Regione Calabria affronti l’emergenza climatica a partire dai nodi irrisolti del dissesto idrogeologico, dell’abusivismo edilizio e delle scelte urbanistico-edilizie totalmente errate”