sabato 4 Dicembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Salvalarte, dal 29 al 31 ottobre un viaggio nella Penisola tra aperture straordinarie e trekking urbano

Dalla Sardegna alla Puglia passando per il Centro Italia: torna la campagna di Legambiente dedicata ai beni culturali. L’associazione chiede l’attuazione della Convenzione di Faro per un coinvolgimento diretto dei cittadini nella valorizzazione del patrimonio culturale

Un week-end dedicato interamente alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio culturale italiano. Dal 29 al 31 ottobre torna Salvalarte, la campagna nazionale di Legambiente dedicata ai beni culturali che in quest’ultimo week-end di ottobre farà riscoprire, grazie all’impegno dei suoi volontari e dei circoli territoriali, bellezze e luoghi della Penisola ricordando come l‘arte possa essere un prezioso volano di sviluppo e rinascita dei territori. Diverse le iniziative in programma, tra visite guidate, trekking urbano, passeggiate, aperture straordinarie, ma anche flash mob e attività di pulizia, che uniranno il Nord e il Sud della Penisola e che proseguiranno anche ad inizio novembre per raccontare questo grande museo a cielo aperto, ma anche le tante contraddizioni del Belpaese che spesso dimentica o non valorizza pienamente le sue meraviglie oggetto delle volte di incuria e degrado. Per questo motivo una delle mission di Salvalarte è anche quella di segnalare monumenti da recuperare e salvaguardare con interventi anche minimi di manutenzione e di individuare e promuovere percorsi di crescita per i territori, anche nell’ottica della transizione ecologica, costruendo percorsi di partecipazione attiva per le comunità.

I volontari di Legambiente, in questo ultimo week-end di ottobre, saranno impegnati in diverse città a partire dai presidi storici di Salvalarte: da Padova a l’Aquila, da Piazza Armerina (EN) a Verona, solo per citarne alcuni, spostandosi poi anche in altri centri urbani come San Severino, in provincia di Macerata, e Camerino con un’attenzione per le aree colpite dal sisma del 2016, per passare poi a Napoli, Atessa (Ch), a Monte Sant’Angelo (FG), Matera, Cagliari, e tanti altri. Tra le iniziative in programma, si inizia venerdì a Padova, presso l’Oratorio di Santa Margherita reso aperto e fruibile grazie all’impegno dell’associazione, dove sarà inaugurata la mostra dell’artista Marco Zanin “Alle radici del corpo, il contemporaneo e la terra nei piccoli luoghi del sacro a Padova”. In Umbria, a Perugia, trekking urbano per riscoprire il centro storico e i suoi angoli più nascosti, mentre ad Ancona si terrà un incontro pubblico presso la Casa delle Culture per raccontare, attraverso la toponomastica e con foto e video, il centro storico della città. In Sicilia, a piazza Armerina, comune siciliano situato sui Monti Erei, sarà organizzata una visita all’area archeologica di Sofiana.

Centro Italia, Sabato 30 ottobre

Salvalarte farà tappa anche nelle aree del centro Italia ferite del terremoto. Nelle Marche a San Severino con un flash mob “Riprendiamoci la Villa dei Grilli e l’abbazia di sant’Eustachio in Domora” al quale parteciperanno anche altre associazioni locali. A seguire la domenica la visita guidata alla Chiesa di Sant’Antonio in Cesalonga scoprendo i suoi affreschi risalenti ai secoli XV-XVI. A Camerino, conferenza stampa in località Torre del Parco, sede temporanea della Biblioteca Valentiniana, un prezioso bene culturale che, proprio in occasione di Salvalarte, può finalmente essere restituito alla fruibilità di cittadini e studiosi, grazie all’impegno dei volontari di protezione civile specializzati nella salvaguardia del patrimonio culturale che hanno provveduto da agosto ad oggi al recupero e al trasferimento dei preziosi volumi precedentemente custoditi in una struttura danneggiata dal terremoto. Sempre sabato ad Atessa (Ch) passeggiata condotta dagli archeologi alla scoperta delle mura megalitiche e degli scavi archeologici dell’antica città di Pallum. Da non perdere anche la passeggiata presso la necropoli di Fossa, sito archeologico dei Vestini, nota come la piccola Stonehenge d’Abruzzo. In Puglia, a Monte Sant’Angelo, visita ai luoghi delle apparizioni di San Michele tra cui il santuario, il museo e il sentiero dell’angelo. A Pistoia invece sit-in insieme ad altre realtà associative di fronte alle Ville Sbertoli, complesso storico risalente all’800, oggi in stato di abbandono.

Domenica 31 ottobre

A Caponapoli (una delle zone di Napoli a ridosso del centro storico), apertura straordinaria per visitare la Chiesa di Sant’Aniello. A Sassari, sempre lo stesso giorno, Legambiente insieme alla Soprintendenza, il Dipartimento di Storia dell’Università e il comune di Sorso, una iniziativa di volontariato per la cura dell’area archeologica della Villa Romana di Santa Filittica a Sorso (SS). Attività di pulizia e volontariato ambientale sono previste a Matera, dove sarà ripulito il fossato del Castello Tramontato per chiedere con forza il recupero del bene e il riavvio dei lavori di restauro interrotti affinché possa tornare fruibile per la comunità. A Sasso (Ce) volontari in azioni per ripulire l’area antistante alla Chiesa di San Biagio extra moenia e chiedere il recupero di questo importante sito per la comunità. A Cagliari da non perdere “Da Karalì a Cagliari, i luoghi dimenticati: Santa Gilla”, un itinerario alla scoperta delle tracce del centro nuragico della successiva città fenicio punica e della città medioevale di Santa Igia.

Un nuovo inizio

La nuova edizione della campagna Salvalarte viene riproposta dopo il momento difficile della pandemia, per focalizzare l’attenzione sulla possibilità di un diverso approccio nei confronti dei nostri beni culturali affinché diventino effettivamente patrimonio vissuto e condiviso delle comunità, bene comune tutelato e valorizzato, occasione di sviluppo e rinascita per il territorio. Una visione che si pone in linea con lo spirito della Convenzione di Faro, ratificata di recente dal nostro Paese, che, con il concetto di comunità patrimoniale, pone l’accento sul rapporto tra la società e i beni comuni, sulla loro possibilità di fruizione come elemento di crescita, valorizzazione e occasione di partecipazione per la comunità.

“Al Ministero dei Beni Culturali – dichiara Giorgio Zampetti, direttore generale di Legambiente – chiediamo che sia attuata al più presto la Convenzione di Faro, che l’Italia ha recepito dall’Italia nel 2020, ma che occorre declinare concretamente con il protagonismo delle comunità che sono custodi dei beni culturali che definiscono l’identità della comunità stessa. Con Salvalarte abbiamo riaperto e ci siamo presi cura di più di 30 beni culturali intorno ai quali costruiamo conoscenza, cultura e partecipazione, nella consapevolezza che l’arte salva, soprattutto in un momento in cui torniamo a vivere gli spazi dopo la pandemia e abbiamo bisogno di trovare i valori intorno ai quali ricominciare a progettare insieme il futuro. La nostra associazione svolge in molti territori da più di venti anni questo ruolo, ma dobbiamo superare la logica delle buone pratiche sparse, per riconoscere quanto la convenzione di Faro ci indica: riconoscere un ruolo fattuale ai cittadini rispetto la valorizzazione del loro patrimonio, soprattutto di quello minore, diffuso, e integrato e vivo nella vita delle comunità.”

Eventi a novembre

Salvalarte proseguirà anche a novembre con altre iniziative territoriali. Il 4 novembre a Brindisi il circolo locale organizzerà un evento con visita guidata per presentare il progetto di realizzazione della cittadella universitaria che, oltre all’ex sede degli uffici finanziari, ad una ex scuola elementare ed una palestra, la chiesa del Cristo e l’attiguo convento, include anche il Bastione S. Giacomo, Porta Lecce e l’antica cinta muraria della città. Diversi gli appuntamenti in Sicilia: il 6 novembre a Palermo, in collaborazione con il comune e il forum fiume Oreto, sarà organizzata una giornata per conoscere meglio il Ponte delle teste mozzate, importante testimonianza architettonica, risalente al VI sec., e riemerso a seguito degli interventi di riqualificazione dell’area fluviale e dei lavori di scavo per la costruzione della linea tramviaria. L’area attualmente non è visitabile.  Sempre il 6 novembre, apertura straordinaria al pubblico del Palazzo Ram, casa forte del XVI sec., organizzata dal circolo Legambiente “Gino Scasso” di Partinico, (PA), in collaborazione con il Comune e la Proloco. In provincia di Enna, il 7 novembre iniziativa di volontariato per la pulizia dell’area del Bevaio di Ummuro. Il 14 novembre, Legambiente Verona organizza, presso la Batteria di scarpa, opera della cinta muraria della città, l’incontro dal titolo: “Parco delle mura, dopo 25 anni a che punto siamo?”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Anna Giordano è l’ambientalista dell’anno 2021

La “signora dei falchi” vince la consultazione online e riceve il riconoscimento promosso da Legambiente e Nuova Ecologia intitolato a Luisa Minazzi giunto alla sua quindicesima edizione

EcoForum Veneto

Dalle 9.15 la diretta di EcoForum Veneto

Rinnovabili, nel 2026 saranno il 95% delle nuove fonti energetiche installatate

Lo prevede il nuovo rapporto dell'Iea, l'Agenzia internazionale dell'energia. Oltre la metà di questa energia verde sarà coperta dal fotovoltaico. E già il 2021 si chiuderà con un record con 290 gigawatt di nuova potenza installata

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Transizione ecologica, con rinnovabili ed efficienza energetica 1,1 miliardi di risparmio in bolletta

I dati presentati al Forum QualEnergia 2021. Al 2030 previsti 170 mila nuovi posti di lavoro e 150 miliardi di investimenti. Legambiente: "Troppi ritardi ed ostacoli, serve un cambio di passo". Streaming del Forum l'1 e 2 dicembre sui siti dedicati / SCARICA LO STUDIO ELEMENS

FORUM QUALENERGIA 2021. LA DIRETTA

Dalle 10 in diretta streaming i lavori della prima giornata del Forum: “Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica”

Forum QualEnergia 2021, appuntamento a Roma l’1 e 2 dicembre

A Roma Eventi in Piazza di Spagna due giornate di confronto e dibattito su "Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica". Il programma dei lavori

Biologico, Coldiretti e Legambiente: “Approvare subito la legge alla Camera dei deputati”

Appello delle associazioni per portare a termine celermente l’iter di approvazione della norma, approvata dal Senato con un solo voto contrario e ancora ferma alla Camera
Ridimensiona font
Contrasto