domenica 25 Luglio 2021

Acquista

Login

Registrati

Arriva il cinema in ospedale per bambini e ragazzi

Settanta film, corti e lungometraggi, tra animazione, finzione e documentario. Adatti a diverse fasce d’età per i piccoli pazienti, nella piattaforma cinemainospedale.it

La magia del cinema può esorcizzare le paure e l’ansia nei bambini, permettendo loro di tuffarsi in un immaginario fantastico. È ancora più vero nel caso di bambini o adolescenti degenti negli ospedali pediatrici o in cura domiciliare. Proprio per questo e con l’intento di promuovere il cinema di qualità è nato il progetto Film for kids at Hospital, cofinanziato dalla EU misura Creative Europe EACEA 23/2019,un’iniziativa che vede in rete sei associazioni, attive a livello europeo nel settore della media education e film per ragazzi, in Belgio, Spagna, Croazia, Slovenia, Svezia e Italia.

Nel nostro Paese è nata la piattaforma cinemainospedale.it, realizzata dalla cooperativa il Nuovo Fantarca di Bari con il contributo del Garante per i diritti dei minori della Regione Puglia, e che contiene 70 film fra corti e lungometraggi (60 corti e 12 lunghi), divisi per fasce d’età (dai 3 ai 15 anni) e tipologia di film (animazione, finzione e documentario). “Il cinema è un mezzo molto utile per i giovani degenti per attutire l’urto provocato dal trauma della malattia e consente agli adulti di prendersi cura della sfera emotiva dei piccoli” spiega Rosa Ferro, direttrice artistica de Il Nuovo Fantarca.

Attraverso l’iscrizione alla piattaforma il pubblico può accedere alla pagina dei film e scegliere quali visionare. I film, lunghi, corti e di animazione, sono inoltre arricchiti da brevi presentazione video dei registi e da schede digitali attraverso cui i bambini e i ragazzi possono approfondire, in maniera ludica e interattiva, alcune parti o temi. Ad oggi in Europa gli ospedali pediatrici che hanno aderito al progetto sono più di 90.

“I lungometraggi – continua Ferro – a differenza dei corti, sono in comune a tutte e sei le piattaforme dei Paesi che aderiscono: bambini, bambine e adolescenti di Paesi diversi vedono gli stessi film secondo un approccio interculturale, interreligioso e multilingue”. I film sono tutti sottotitolati in italiano, anche quelli doppiati nella nostra lingua, per facilitare la comprensione.

Oltre ai film, nel progetto è prevista la realizzazione di atelier per la creazione di due cartoni animati realizzati dagli stessi pazienti pediatrici con la guida di esperti cartoonist. “Se l’emergenza da Covid19 non ci permette per il momento di entrare nei reparti, inseriremo nella piattaforma delle attività a distanza – spiega Ferro – A fine progetto sarà organizzato un seminario a cui parteciperanno le varie realtà europee e quelle associazioni italiane impegnate in progetti analoghi, per un confronto sulle buone prassi. Ma anche sulle possibilità di sostegno e terapia che l’arte, come quella cinematografica, procura ai giovani degenti e alle loro famiglie”.

La cinematherapy, ormai da tempo nota e praticata, indica come la visione di film crei sotto il profilo psicologico un “effetto pausa” per i malati, determinando uno stato di benessere riscontrabile a livello neurologico. Le neuroscienze hanno ulteriormente validato questa tesi (neurocinematics) arrivando a misurare gli effetti fisici durante la visione di immagini in movimento e rilevando miglioramenti.

Il valore di un progetto come Cinema in Ospedale Film for Kids at Hospital sta anche nella sua capacità di creare una rete educativa e artistica di solidarietà e collaborazione che vede agire insieme la Scuola in Ospedale di Bari con le sue scuole di riferimento, a cui si auspica possano aggiungersi reti di Scuola in Ospedale di ogni provincia italiana, il Centro Sperimentale di Cinema di Torino e la società di produzione e distribuzione audiovisiva Big Rock che hanno messo a disposizione gratuitamente per la piattaforma alcune delle loro opere in animazione, la collaborazione con alcune importanti distribuzioni nazionali ed europee come CGEntertainment, Short Films, New Europe Film Sales, Level K, Dogwoof, The Party Film.

Il Nuovo Fantarca fa parte della rete europea di Film for Kids at Hospital, progetto nato con la collaborazione di JEF (Belgio), Sedmi Kontinent (Croazia), Buff Film Festival (Svezia), Javni Zavod Kinodvor (Slovenia) e Pack Magic (Spagna). Le strutture ospedaliere, distribuzioni cinematografiche, associazioni di volontariato, sponsor che vogliano aderire trovano tutte le info necessarie sulla piattaforma.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

FestambienteSud parte dall’economia circolare, l’agroecologia e la musica di Daniele Sepe

Al via della XVII edizione del festival nazionale di Legambiente per il Sud l’ecoforum e un incontro sull’economia circolare. In serata il concerto di Daniele Sepe . Il video racconto della prima giornata di FestambienteSud 2021

Azione climatica, l’impegno europeo per ridurre le emissioni è ancora insufficiente

Il nuovo Pacchetto legislativo Clima-Energia “Fit for 55” proposto dalla Commissione lo scorso 14 luglio è inadeguato a fronteggiare la crisi climatica e a mantenere vivo l’obiettivo di 1.5°C. Un obiettivo ambizioso ma possibile

G20, Cingolani: “Raggiunto un accordo unico sulla tutela della natura”, in piazza cresce la protesta

Secondo il ministro il documento riprende la visione del Pnrr italiano: tutela degli ecosistemi e della biodiversità, economia circolare, finanza green I difficili negoziati sulla transizione ecologica

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Al via “La Compagnia del suolo”, nove tappe per analizzare la salute dei terreni agricoli

L'iniziativa, organizzata nell'ambito del progetto "Cambia la Terra", punta ad attraversare l’Italia da nord a sud in nove tappe, a partire dal 28 luglio fino alla prima metà di ottobre

Elettromagnetismo, continua il tentativo di innalzare i limiti di legge

In queste settimane, grazie alla vigilanza della società civile, si è scongiurato il rischio di emendamenti per aumentare da 6 v/m a 61 v/m. Ma la battaglia in Parlamento non è ancora finita

Rete EducAzioni, la scuola in presenza è l’unica opzione

L'appello del coordinamento di cui fa parte tra gli altri il Forum Disuguaglianze Diversità, le Scuole senza zaino, Saltamuri e Asvis al governo e al ministro dell'istruzione. Per un'istruzione senza disparità

G20 a Napoli, il controvertice dell’ecosocialforum

Una tre giorni dal basso, di informazione, di confronto e di mobilitazione. Insieme i Fridays for future, Extinction Rebellion, Greenpeace e tanti comitati locali: sono le "bees against G20"

Formula 1, Vettel raccoglie i rifiuti sugli spalti di Silverstone

Uscito anzitempo al Gran Premio di Gran Bretagna il pilota tedesco ha deciso di dare una mano per ripulire il circuito di Silverstone
Ridimensiona font
Contrasto