Architetture senza gerarchie

Si moltiplicano le opportunità per fare esperienza nella cooperazione. Camposaz, ad esempio, propone attività finalizzate alla realizzazione di interventi architettonici site-specific



di MARCO PIETROSANTE
Si moltiplicano le opportunità per fare esperienza nella cooperazione. Camposaz, ad esempio, propone attività finalizzate alla realizzazione di interventi architettonici site-specific. L’associazione è stata fondata nel 2013 con l’obiettivo di promuovere l’interazione fra le diverse discipline legate all’architettura, dando vita a workshop legati all’autocostruzione in legno di manufatti in scala 1:1.
La partecipazione è riservata ad architetti, carpentieri e designer fino ai 35 anni, selezionati attraverso un bando pubblico. Il gruppo di lavoro abitualmente coinvolge una dozzina di ragazzi provenienti da tutto il mondo. Durante i workshop si progettano e costruiscono le architetture in stretto contatto con i luoghi in cui si svolgono, facendo vita comune con gli ospiti della comunità che accoglie i lavori. I progetti, sviluppati sulle esigenze del luogo per essere realizzati subito dopo, possono contare sull’ausilio di aziende ed enti che mettono a disposizione materiali, attrezzature e logistica per rendere il tutto fattibile.
L’obiettivo di Camposaz è quello di condensare l’esperienza di condivisione, in un’unica attività, coinvolgendo la capacità progettuale e creativa dei protagonisti. Durante i lavori non ci sono posizioni gerarchiche o ruoli prefissati, ognuno cerca di dare il proprio contributo in base alle proprie capacità, in un’ottica di condivisione e adattabilità.

Men’s Shoes