sabato 8 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

Aprile 2018

Dalle start up alle imprese proiettate sul futuro. Il lavoro in Italia potrebbe avere una seconda vita grazie all’innovazione tecnologica, alla sostenibilità ambientale e all’attenzione alle persone. Lo dicono i dati, come quelli del rapporto GreenItaly 2017 di Fondazione Symbola e UnionCamere (quasi 3 milioni di posti di lavoro creati dai green jobs in Italia). O quelli dell’università di Stanford (52 milioni i posti di lavoro nel mondo creati dalle energie rinnovabili, che al netto di quelli perduti nel settore fossile, pari a 27,1 milioni, generano comunque un saldo positivo di 24,3 milioni di nuovi occupati). E lo raccontano i protagonisti intervistati nella storia di copertina del numero di aprile del mensile Nuova Ecologia.

Servizi e interviste non si fermano, però, ad indagare solo gli aspetti positivi ma mettono in luce i rischi di un futuro già in atto: il 50% delle attività lavorative di oggi sono automatizzabili. E secondo il McKinsey global institute entro il 2030 saranno 800 milioni coloro che perderanno il lavoro a causa dell’automazione. Ma l’intelligenza artificiale può diventare vantaggiosa. A condizione di saperla indirizzare bene, come raccontano gli esperti ascoltati da Nuova Ecologia.

“La Moseide” è, invece, l’inchiesta del mensile di Legambiente sulla grande opera del Mose a Venezia. Una vicenda che è parte di una Grande storia, quella della salvaguardia della Laguna nel suo complesso: un racconto che comincia il 5 novembre del ’66 con un evento metereologico eccezionale che travolge la città, la famosa “aqua granda”. Il Mose è un’opera per cui sono già stati spesi oltre 5 miliardi di euro. Mentre gestire le paratoie costerà 80 milioni l’anno. C’è chi sostiene l’urgenza di abbandonare da subito un’opera inutile, anche alla luce dei possibili impatti dei cambiamenti climatici e chi, come il commissario del Consorzio Venezia Nuova, Giuseppe Fiengo, crede ancora nella sua utilità, nonostante tutto.

Infine, nella sezione Cultura lo scrittore Roberto Carvelli firma “Autofiction al naturale”: un excursus sulla letteratura alla “Walden – Vita nei boschi” di Henry David Thoreau. I romanzi dedicati alla wilderness stanno spopolando, forse mossi dai “sensi di colpa per la sua distruzione”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

Giornata mondiale degli uccelli migratori, tanti esemplari a rischio

Ricorre l'8 maggio ed è stata creata per sensibilizzare alla tutela della biodiversità e degli habitat in cui l'avifauna vive. Un fine settimana pieno di iniziative

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Sex and the cancer, contro ogni tabù

C’è un aspetto nella diagnosi di cancro di cui ancora troppo poco si parla: come cambia la sessualità con e dopo il tumore. Appuntamento all’11 maggio con un convegno sul tema

L’87% dei cittadini di Roma e Milano chiede più spazi verdi

È quanto emerge dai dati italiani del sondaggio europeo YouGov, commissionata dal movimento europeo Clean Cities di cui fanno parte Legambiente e Kyoto Club. Firma la petizione per una mobilità a zero emissioni

Dal 2 all’8 maggio la Settimana internazionale sulla consapevolezza del compost

Obiettivo dell'iniziativa, che si conclude l'8 maggio, è creare consapevolezza sui vantaggi dell'uso del compost e del recupero valorizzato di sostanze organiche per la società civile, il suolo e l'ambiente. Anche quest'anno tra i promotori c'è il Consorzio italiano compostatori
Ridimensiona font
Contrasto