sabato 8 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

Appia day, una giornata di festa per la pedonalizzazione della Regina Viarum

foto di Sarah Carlet dell'Appia Day 2017

L’Appia antica si è riempita domenica di una folla festante e colorata per la terza edizione della giornata dedicata alla Regina Viarum. Un festival diffuso per scoprire – a piedi o in bicicletta – quello storico e originale modello di collegamento viario tra Roma e il sud, con l’apertura straordinaria e gratuita dei monumenti e tanti eventi – passeggiate, trekking, ciclotour, musica e spettacoli, attività per bambini e la transumanza speciale di un gregge di capre in ricordo dell’Accademia dell’Arcadia.

Oltre 200 gli eventi che hanno animato la lunga giornata, a Roma ma non solo. Tra passeggiate a piedi, visite guidate e tour in bicicletta sono state tante le iniziative fino a Brindisi e Benevento, come quelle organizzate a Marino e Velletri, Terracina, Bisaccia, Capua, Santa Maria Capua Vetere, Lacedonia (AV) e Rocchetta Sant’Antonio (FG) o nella Valle del Salto a Luco dei Marsi (AQ), oppure a Gravina in Puglia, da Lamalunga a Cassano Murge, a Altamura, San Tammaro Carditello, Minturno, Bassiano e Ostuni. L’Appia Day è stato realizzato grazie all’impegno di tantissimi volontari e di un vasto comitato promotore, di cui fanno parte, tra gli altri, Legambiente e Touring Club Italiano. Con l’obiettivo comune di chiedere la pedonalizzazione dell’antica via. Non solo per uno o più week end all’anno, ma per 365 giorni. Perché di Appia Antica ce n’è una sola. E fin qui d’accordo tutti.

Meno ovvio, invece, è l’uso che ne vogliamo fare, il modo in cui decideremo di tutelare negli anni a venire questo patrimonio storico che da Roma scende giù fino a Taranto. E per il tratto urbano di Roma, che l’Appia attraversa accompagnata dai suoi monumenti e dalle sue aree archeologiche, la questione è complessa a tal punto che non si è ancora trovata la quadra su come contrastare un inaccettabile traffico e un altrettanto inaccettabile abusivismo edilizio.

L’obiettivo del comitato promotore di Appia Day è di vedere finalmente realizzata l’idea di Antonio Cederna, il grande intellettuale italiano che più di altri s’è battuto per la salvezza di questa antica consolare: superare la vecchia concezione dei monumenti antichi chiusi nel recinto e proporre il patrimonio archeologico come principio regolatore dell’intero sistema urbano, in un inedito intreccio di archeologia e urbanistica. “L’Appia Day è per noi un momento particolarmente importante non solo perché unisce idealmente tante città e comunità locali ma perché propone una nuova idea di città che investe sul suo territorio, sulla sua cultura, sul suo paesaggio e si mostra più attenta ai cittadini, più moderna, più verde, più vivibile, più sana e che si potrebbe realizzare proprio attraverso una innovativa e lungimirante gestione della Regina Viarum” ha dichiarato Stefano Ciafani, presidente di Legambiente.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

Giornata mondiale degli uccelli migratori, tanti esemplari a rischio

Ricorre l'8 maggio ed è stata creata per sensibilizzare alla tutela della biodiversità e degli habitat in cui l'avifauna vive. Un fine settimana pieno di iniziative

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Sex and the cancer, contro ogni tabù

C’è un aspetto nella diagnosi di cancro di cui ancora troppo poco si parla: come cambia la sessualità con e dopo il tumore. Appuntamento all’11 maggio con un convegno sul tema

L’87% dei cittadini di Roma e Milano chiede più spazi verdi

È quanto emerge dai dati italiani del sondaggio europeo YouGov, commissionata dal movimento europeo Clean Cities di cui fanno parte Legambiente e Kyoto Club. Firma la petizione per una mobilità a zero emissioni

Dal 2 all’8 maggio la Settimana internazionale sulla consapevolezza del compost

Obiettivo dell'iniziativa, che si conclude l'8 maggio, è creare consapevolezza sui vantaggi dell'uso del compost e del recupero valorizzato di sostanze organiche per la società civile, il suolo e l'ambiente. Anche quest'anno tra i promotori c'è il Consorzio italiano compostatori
Ridimensiona font
Contrasto