Anche le iniziano ad adeguarsi alle norme sulle emissioni

Per combattere l’inquinamento atmosferico dell’industria navale, l’Organizzazione marittima internazionale ha promulgato norme che riducono il contenuto di zolfo del carburante dal 3,5% attuale allo 0,5% nel 2020

emissioni

Cresce il numero di navi che installano sistemi di filtraggio delle emissioni sulle ciminiere. Ciò significa che continueranno a bruciare una notevole quantità di olio combustibile una volta entrate in vigore le nuove norme sulle emissioni di zolfo.

Lo affermano gli analisti di JBC Energy, secondo cui le navi con i sistemi di depurazione dei gas dovrebbero bruciare 600.000 barili al giorno di olio combustibile ad alto tenore di zolfo nel 2020, quando il nuovo quadro legale sarà effettivo.

Per combattere l’inquinamento atmosferico dell’industria navale, l’IMO (Organizzazione marittima internazionale) ha promulgato norme che riducono il contenuto di zolfo del carburante dal 3,5% attuale allo 0,5% del gennaio 2020.