venerdì 23 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Anagni, tramonta l’idea di un parcheggio nell’area archeologica di Piscina

Con la delibera di Giunta n. 16 del 16 febbraio scorso, riguardante l’“Adozione del Programma Triennale per le Opere Pubbliche 2021/2023”, l’amministrazione comunale di Anagni ha definitivamente abbandonato l’idea di costruire un parcheggio nell’area archeologica di Piscina. Legambiente Anagni esprime soddisfazione per la decisione di inserire la “Riqualificazione dell’area archeologica degli Arcazzi e valorizzazione del parcheggio di Piscina” nell’elenco degli interventi “non riproposti e non avviati”, che quindi, non vedranno la luce nel prossimo triennio.

“Come Legambiente non possiamo che essere soddisfatti di questa decisione” dichiara Rita Ambrosino, presidente del circolo di Anagni. “Ci siamo battuti, insieme ad altre associazioni e comitati, per impedire la realizzazione di questo progetto, per il quale erano state evidenziate carenze progettuali e procedurali, non ultima, la significativa assenza del parere preventivo della Soprintendenza archeologica competente. Il progetto dell’amministrazione prevedeva l’impiego di ingenti risorse, oltre due milioni di euro, e avrebbe stravolto irreversibilmente un luogo storico con il ben misero risultato di creare una decina di posti di parcheggio in più degli attuali. Anagni è una città importante ed è ricca di un patrimonio che va ben oltre le vestigia più rinomate ed apprezzate, tra tutte la Cattedrale di S. Maria Annunziata e il Palazzo Comunale di Jacopo da Iseo. Alle eredità considerevoli del periodo medioevale si affiancano quelle delle epoche più antiche, romane e preromane. “la tutela del patrimonio artistico e storico affianca ed integra la difesa dell’ambiente tra le azioni del nostro circolo”, continua Ambrosino, “Dopo l’illusorio benessere portato dalle industrializzazioni selvagge del boom economico, con i cui danni ambientali dobbiamo purtroppo fare ancora i conti, è indispensabile ripartire da un’economia sana, sostenibile e rispettosa. La salvaguardia delle eredità del passato e la tutela dell’ambiente ci vedono proattivi e disponibili a qualsiasi confronto con l’amministrazione per il bene comune della città e del suo territorio”.

Per approfondire
Anagni, cemento bipartisan
Da luogo identitario a grande parcheggio. A rischio il giardino dell’area archeologica di Piscina, anima del centro storico di Anagni, la città dei papi del frusinate

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Caccia, le Regioni rifiutano la tutela per la tortora

Secca la reazioni delle associazioni ambientaliste al rifiuto delle Regioni di ogni tutela per la tortora: "Senza il Piano di gestione scatterà la moratoria completa"

Il Regno Unito ridurrà le emissioni di CO2 entro il 2035

Il governo britannico fissa per legge l'obiettivo più ambizioso al mondo in materia di cambiamento climatico.  Johnson: "Vogliamo puntare in alto sulla tutela del clima"

Dubbi e criticità sul deposito nazionale rifiuti radioattivi

Dal rischio idrogeologico all’analisi del rischio di incidente rilevante fino alla conservazione delle aree protette: sono le prime anomalie riscontrate da Legambiente. "Un'opera necessaria che si potrà realizzare solo con un processo trasparente e il dibattito pubblico" Questo deposito s'ha da fare di F. DessìLeggi il numero di Nuova Ecologia "Uscita di sicurezza"

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Caccia, le Regioni rifiutano la tutela per la tortora

Secca la reazioni delle associazioni ambientaliste al rifiuto delle Regioni di ogni tutela per la tortora: "Senza il Piano di gestione scatterà la moratoria completa"

Il Regno Unito ridurrà le emissioni di CO2 entro il 2035

Il governo britannico fissa per legge l'obiettivo più ambizioso al mondo in materia di cambiamento climatico.  Johnson: "Vogliamo puntare in alto sulla tutela del clima"

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc
Ridimensiona font
Contrasto