mercoledì 21 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Amodo lancia la Primavera della mobilità dolce

A tutta mobilità dolce

Un’alleanza per chi ama pedalare, camminare, scoprire ferrovie turistiche ed immergersi nella cultura e nel paesaggio del nostro territorio: nasce l’Alleanza per la mobilità dolce e parte la sua prima iniziativa. Dal 21 marzo al 21 giugno decine di eventi saranno protagonisti della Primavera per la mobilità dolce 2018. Nei tre mesi, tra gli eventi di spicco della manifestazione, la Giornata delle ferrovie delle meraviglie dove antiche ferrovie e vecchi tracciati chiederanno a gran voce di essere valorizzati come ferrovie turistiche o greenways, e la Maratona ferroviaria lungo i binari dell’Italia che vuole ripartire.

“La mobilità dolce ha finalmente un grande slancio anche in Italia e nell’anno di “Cibo buono ed autentico”, dopo quello dei piccoli borghi e dei cammini – dichiara Anna Donati, portavoce della Alleanza per la mobilità dolce – Noi siamo impegnati con questi eventi per l’attuazione della legge per le ferrovie turistiche e del velorail, per quella recentissima per lo sviluppo della mobilità ciclistica sulle ciclovie turistiche nazionali e per la crescita dei cammini”

Occasione per il lancio della Primavera sarà il convegno di Amodo del 23 marzo a Milano durante “Fà la cosa giusta!”, fiera sugli stili di vita sostenibili organizzata da Terre di Mezzo, che farà il punto sulla mobilità dolce ed il turismo sostenibile in Italia, e dove avremo uno stand dedicato alla nuova Alleanza e alle nostre iniziative.

Pronti per gli amanti delle due ruote gli eventi dell’associazione ARI Randonneur, aderente ad Amodo, con cinque “randonnèe” nei mesi di aprile e maggio, nell’ambito della campagna “strade da vivere”. Campagna di sensibilizzazione per la sicurezza dei ciclisti sulle strade.

Per chi ama camminare, inoltre, Amodo sarà partner della decima edizione della Giornata/mese nazionale dei Cammini francigeni promossa da Rete dei cammini, in programma la prima domenica di maggio e per tutto il mese, con tanti eventi in tutta la Penisola. Così come la Fie – Federazione italiana escursionismo – impegnata nella promozione di passeggiate ed escursioni tra i sentieri del Belpaese.

Altra novità è rappresentata da Bai – Borghi autentici d’Italia – e “I Cammini del buon vino”: obiettivo è riscoprire i piccoli borghi italiani lungo le reti della mobilità dolce e la cultura dell’agroalimentare nostrano. Aiapp, l’Associazione degli architetti del paesaggio, ci guiderà poi tra giardini e paesaggi italiani, mentre il Wwf Italia nella giornata delle Oasi del 20 maggio, proporrà eventi legati alla mobilità dolce nella natura.

Nella Giornata nazionale delle ferrovie delle meraviglie, inoltre, andremo alla ricerca di tracciati da recuperare con i treni turistici o come greenways ciclopedonali, in grado di attrarre nuovo turismo, come avvenuto di recente per la Gemona Sacile e la Avellino Rocchetta S. Antonio. La giornata sarà animata dalla Federazione ferrovie turistiche e museali, dalle proprie associate e dalla Associazione Irpina In_loco_motivi.

A giugno, per la chiusura della Primavera, presente la consueta Maratona ferroviaria 2018 lungo i tracciati ferroviari di Toscana, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta. Un’opportunità per fare il punto con le realtà locali, per chiedere la riapertura delle ferrovie “sospese” e per promuovere la cultura del viaggio ferroviario e della mobilità dolce.

A queste iniziative già in calendario, molte altre sono in preparazione dalle 27 associazioni che formano l’Alleanza per la Mobilità Dolce (come il Touring Club Italiano, Aec, Legambiente, Italia Nostra, Federtrek, Utp Assoutenti, Associazione Greenways, Aics, Kyoto Club, Napoli Pedala, Federparchi, Associazione Italiana Turismo Responsabile, Aigae, Città Slow).
info: info@mobilitadolce.net

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Iucn, tre parchi italiani nella Green list

Il parco nazionale dell’Arcipelago toscano e quello delle Foreste casentinesi entrano nella  “Green List”. Al parco nazionale del Gran Paradiso viene confermata la presenza per la terza volta dal 2014

Vegetazione e neve modulano il riscaldamento climatico

Lo studio, coordinato dal Cnr, mostra il rapporto tra il global warming degli ultimi decenni e la variazione di copertura nevosa e vegetale nelle diverse aree dell’emisfero settentrionale. I risultati sono pubblicati su Environmental Research Letters

Clima, nel 2020 temperature e eventi estremi in aumento

A dirlo il nuovo rapporto Onu sullo stato globale del clima pubblicato dall’Organizzazione mondiale di meteorologia. Le emissioni di gas serra sono in aumento nonostante i lockdown dovuti al Covid19

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Vegetazione e neve modulano il riscaldamento climatico

Lo studio, coordinato dal Cnr, mostra il rapporto tra il global warming degli ultimi decenni e la variazione di copertura nevosa e vegetale nelle diverse aree dell’emisfero settentrionale. I risultati sono pubblicati su Environmental Research Letters

Caporalato e fitofarmaci illegali: operazione dei Nas a Terracina e Venezia

Sgominata un'associazione a delinquere che sfruttava manodopera extracomunitaria nei campi. Legambiente: "Il controllo delle forze dell’ordine deve unirsi a una sempre più consapevole conoscenza dei rischi legati all’utilizzo della chimica dannosa in agricoltura"

Pranzo a base di uccelli protetti nella Comunità montana della Valtrompia

Ventiquattro dipendenti dell'ente sono stati colti in flagrante dai carabinieri forestali mentre banchettavano con pietanze a base di uccelli protetti e vietati. La denuncia della Lega per l’abolizione della caccia che chiede le dimissioni del presidente Massimo Ottelli

L’orsa JJ4 resterà libera

Il Tar di Trento ha pubblicato la sentenza con cui cancella l’ordinanza della Provincia di Trento che disponeva la cattura

Transizione ecologica: è l’ora del dibattito pubblico

Occorre scommettere su trasparenza delle informazioni e qualità dei progetti. A dirlo è un Manifesto promosso da 14 associazioni tra cui Legambiente, Greenpeace, Action Aid e Cittadinanza Attiva
Ridimensiona font
Contrasto