venerdì 24 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Neve rosa sulle Alpi, un alleato per lo scioglimento dei ghiacci

La neve delle Alpi sta diventando rosa. Il fenomeno è stato riscontrato in alcune aree del ghiacciaio Presena, sul Passo del Gavia e sul ghiacciaio del Morteratsch in Svizzera, oltre che in altre località alpine. E per quanto possa sembrare strano, la colpa è di un’alga, Ancylonema nordenskioeldii, mai osservata fino ad ora in Italia, ma già conosciuta dalla comunità scientifica. L’alga è stata identificata dai ricercatori dell’Università Milano-Bicocca, che si sono serviti di analisi molecolari per verificare se fosse la stessa alga responsabile di un fenomeno simile avvenuto al Polo nord due anni fa. In seguito alla scoperta, lo studio è stato pubblicato su Scientific Reports. 

Il fenomeno è stato già a lungo studiato in Groenlandia. “L’alga non è pericolosa – ha spiegato all’Agence Press France Biagio Di Mauro, ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche e professore dell’Università milanese – è un fenomeno naturale che avviene generalmente nei periodi di primavera ed estate nei climi temperati e ai poli”.

 

Normalmente la neve, con il suo bianco naturale, riflette più dell’80% della radiazione solare nell’atmosfera. Quando però appaiono queste alghe, il ghiaccio si scurisce, facendo assorbire più calore e accelerando così il riscaldamento e lo scioglimento della neve. “Tutto ciò che scurisce la neve fa sì che si sciolga, perché accelera l’assorbimento delle radiazioni” ha continuato Di Mauro.

Man mano che il ghiaccio si scioglie però, le alghe proliferano più rapidamente, grazie al nuovo apporto di acqua e ossigeno, generando un circuito vizioso che non sarà facile da interrompere. Gli effetti del cambiamento climatico sono sempre più evidenti. 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Giulia Assogna
Biologa specializzata in Biodiversità e Gestione degli ecosistemi. Dopo lo studio in Spagna, un periodo di ricerca sul campo nella foresta brasiliana (Bahia) e un Master in Comunicazione della scienza, ora si occupa di giornalismo ambientale, ecologia, evoluzione e progressi biotecnologici. Collabora con La Nuova Ecologia, Le Scienze e Mind.

Articoli correlati

Al via il Global Climate Strike, insieme per il clima e l’ambiente

Migliaia di giovani in piazza sull'onda lunga dei venerdì di Greta. E parte anche Puliamo il Mondo, che sostiene a gran voce i tanti ragazzi che in tutto il mondo scioperano per chiedere ai Grandi della Terra azioni concrete per il Pianeta

Forum Acque – Conferenza finale Progetto Life ESC VisPO

Al via la prima edizione del Forum Acque in Piemonte, momento di dialogo per affrontare le sfide del futuro, rappresentate dal cambiamento climatico e dalla pressione antropica sulla risorsa idrica

Sessant’anni fa la prima Marcia per la pace

Dal numero di settembreEra il 24 settembre 1961 quando Aldo Capitini organizzò l'appuntamento intorno al quale è cresciuto il movimento nonviolento italiano. Il nostro speciale con le voci dei protagonisti di ieri e di oggi: "Un mondo diverso è sempre possibile"

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto