Alimentare: crescita record Dop e Igp

Secondo il rapporto di Ismea-Qualivita si tratta di un patrimonio di 15 miliardi. Legambiente: “Agricoltura volano delle sfide ambientali”

Dop e  Igp

Un patrimonio di 15 miliardi. A parlarne è il rapporto di Ismea-Qualivita 2017 che registra il primato mondiale dell’Italia agroalimentare per numero di prodotti Dop e Igp, con 818 Indicazioni Geografiche registrate nel 2017 a livello europeo. “I dati di del nuovo rapporto Qualivita Ismea evidenziano come il paniere delle produzioni tipiche certificate è un tassello fondamentale dell’economia italiana e dei territori – commenta Daniela Sciarra coordinatrice Agricoltura di Legambiente  – Allo stesso tempo, evidenzia come L’agricoltura è un volano di promozione dell’identità culturale e sociale, di valorizzazione delle peculiarità naturalistiche e ambientali.

È proprio in questo senso che l’agricoltura oggi è il più importante alleato per raccogliere le sfide ambientali e per far in modo che la qualità discenda dallo stato di salute dell’ecosistema in cui è praticata e dall’agroecologia”.

Un patrimonio che batte ogni record anche a livello economico, con 14,8 miliardi di valore alla produzione e 8,4 miliardi di export (dati 2016). Queste cifre testimoniano una crescita del 6% su base annua e un aumento dei consumi nella Grande distribuzione del 5,6% per le vendite e dell’1,8% per il vino. A trainare questo sistema sono per il food formaggi, prodotti a base di carne e aceti balsamici, mentre nel vino il Prosecco. Anche il trend degli ultimi 10 anni mostra una crescita costante del sistema Dop-Igp che rappresenta un peso economico dell’11% nell’industria alimentare e il 22% dell’export agroalimentare. Il settore food con 83.695 operatori (+5% sul 2015), vale 6,6 miliardi di euro alla produzione e 13,6 miliardi al consumo (+3%), l’export continua a crescere (+4,4%) come anche il trend che nella grande Distribuzione supera il 5,6% per il secondo anno consecutivo. Il comparto vino, oltre 3 miliardi di bottiglie, vale 8,2 miliardi alla produzione (+7,8%) e sfiora i 5 miliardi di valore all’export su un totale di 5,6 miliardi del settore. Altro tassello del sistema Dop Igp che garantisce qualità e sicurezza è la rete dei 264 Consorzi di tutela riconosciuti dal Mipaaf e gli oltre 10 mila interventi annui effettuati dagli Organismi di controllo pubblici.