Al via “Salviamo il respiro della Terra”

L’obiettivo del tour e della ricerca di Anter è misurare l’inquinamento dell’aria che respiriamo. Il focus sarà sugli ambienti chiusi

Inquinamento indoor Casa

L’evento annuale organizzato da ANTER (Associaione Nazionale Tutela EnergieRinnovabili) – no-profit italiana, nonché nuovo membro della Colazione per il Clima e l’Aria Pulita (Climate and Clean Air Coalition) –  creato per sensibilizzare e informare i cittadini sulle buone pratiche da adottare per la salvaguardia dell’ambiente, diventa quest’anno, non solo un tour, ma una vera e propria ricerca. L’obiettivo? Misurare l’inquinamento dell’aria che respiriamo, con un focus particolare sugli ambienti chiusi: pochi gli studi in materia e molti gli impatti sulla nostra salute, soprattutto per i più vulnerabili tra noi come bambini e anziani.

Gli studi incentrati sull’inquinamento esterno sono numerosi; meno nota è la situazione degli ambienti confinati, dove trascorriamo oltre l’80% del nostro tempo. In Italia e in Europa, servono oggi dati relativi all’esposizione dei bambini alle polveri ultra fini (polveri nanometriche caratteristiche degli ambienti chiusi). Da qui, la determinazione di ANTER a promuovere un’indagine sulla qualità dell’aria per dipanare la situazione. Lo studio scientifico, svolto da massimi esperti italiani, coinvolgerà bambini volontari tra gli 8 e i 12 anni. Un contatore geo-localizzato misurerà la concentrazione di polveri sottili presenti negli ambienti outdoor e indoor da loro frequentati, durante l’arco della giornata. I dati, così raccolti, verranno analizzati per identificare le maggiori fonti di inquinamento, dentro e fuori le nostre case. I primi dati sperimentali lasciano però intendere che le polveri killer si nascondono proprio tra le mura domestiche. 

“SalviAmo il Respiro della Terra – tour e ricerca”, sostenuto da massimi esperti di tematiche energetiche e ambientali del settore, tra cui Gianfranco Fabi, Marco Gisotti e Massimo Esposti oltre alla biochimica Prof.ssa Paola Palestini è patrocinato da Climate and Clean Air Coalition, dal Ministero dell’Ambiente del Territorio e del Mare, dall’INPS, dalle regioni Campania ed Emilia Romagna e dai Comuni di Parma e di Salerno e coprirà tutta l’Italia da nord a sud. Annunciato ieri a Parma presso lo Starhotel du Parc, domani approderà a Salerno al Teatro Augusteo, per poi concludere questo primo “round” a Pomezia il 10 maggio presso Hotel Selene. Tre giorni di lavori per sensibilizzare i cittadini all’utilizzo delle buone pratiche per contrastare l’inquinamento atmosferico.

Air Jordan News