giovedì 22 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Al via la Siena Summer School on Sustainable Development

 

Siena Summer School 2019

Dal 9 al 20 settembre torna la Siena Summer School on Sustainable Development, la prima scuola di alta formazione in Italia dedicata ai temi della sostenibilità. Un innovativo percorso di studi, giunto quest’anno alla sua seconda edizione, organizzato dall’Alleanza italiana per lo Sviluppo sostenibile (ASviS), in collaborazione con Fondazione Enel, Leonardo, Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile (Rus), Sustainable Development Solutions Network Italia, Sustainable Development Solutions Network Mediterraneo e il Santa Chiara Lab dell’Università di Siena. Coordinatore della scuola è il portavoce dell’ASviS, il professor Enrico Giovannini, e il professor Angelo Riccaboni, presidente del Santa Chiara Lab.

L’inaugurazione si è svolta oggi alle 10,30 nella Sala del Concistoro nel Museo Civico del Palazzo Pubblico di Siena con l’introduzione del sindaco Luigi De Mossi, del rettore dell’Università di Siena Francesco Frati e del professor Riccaboni. Subito dopo si è tenuta una lezione di apertura del portavoce dell’ASviS Enrico Giovannini. I partecipanti hanno poi potuto visitare le sale del museo civico con i celebri affreschi del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti.

Lo spirito della Scuola

Siena Summer School on Sustainable Development abbraccia i temi della sostenibilità con un respiro internazionale prendendo come punti di riferimento i contenuti dell’Agenda 2030 dell’Onu e i 17 Sustainable Development Goals (SDGs). I 40 partecipanti selezionati – tra studenti di dottorato, giovani ricercatori, amministratori, manager, dirigenti pubblici e policy maker – si confronteranno con docenti, accademici, esperti provenienti dal mondo delle imprese e rappresentanti di enti e istituzioni. Suddivisi in tre gruppi di lavoro su politiche, innovazione e nuovi modelli di business per lo sviluppo sostenibile, gli studenti realizzeranno dei project work per definire proposte e soluzioni innovative.

Gli elementi di novità che caratterizzano questa seconda edizione della Scuola sono una dimensione più internazionale, con docenti provenienti da enti e centri di ricerca europei, e il forte collegamento tra la scuola e il mondo delle imprese, con la presentazione di casi, buone pratiche e soluzioni di sostenibilità.

Il programma delle lezioni

Il programma dell’edizione 2019 prevede non solo lezioni teoriche ma anche percorsi educativi non formali in luoghi d’interesse storico e una visita aziendale per conoscere direttamente soluzioni di particolare interesse. Si terranno anche alcuni incontri aperti al pubblico. Lunedì 16 settembre dalle 0,45 al Santa Chiara Lab ci saranno la tavola rotonda ‘L’educazione salverà il pianeta?’ e, alle 12,30, la lectio magistralis del professor Lorenzo Fioramonti, nuovo ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, che sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook del Santa Chiara Lab.

Le voci degli organizzatori

“Ormai da molti anni”, commenta il rettore dell’Università di Siena Francesco Frati, “l’Ateneo è impegnato sui temi della sostenibilità con iniziative didattiche e scientifiche e il coinvolgimento in network internazionali. Le università, e in generale le attività educative e formative, sono fondamentali per far conoscere agli studenti e ai cittadini gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile indicati dall’Onu e adesso gli atenei devono impegnarsi ancora di più per attivare buone pratiche nella direzione del raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030. La collaborazione con ASviS per la realizzazione della Siena Summer School rafforza il nostro impegno su questi argomenti che richiedono di essere affrontati con urgenza”.

“Il ruolo della formazione sulle tematiche della sostenibilità è sempre più centrale per il mondo delle imprese e per il settore pubblico”, spiega il professor Angelo Riccaboni, “una necessità riconosciuta a livello internazionale da enti, istituzioni e agenzie formative. Con questa nuova edizione della scuola, che avrà anche docenti internazionali e un coinvolgimento del settore privato, continuiamo un percorso formativo che ha l’obiettivo di creare cultura, formare professionisti in grado di proporre e attuare percorsi e soluzioni concrete per società piu eque e un pianeta più sostenibile”.

“L’educazione e la formazione sono la chiave di volta per accrescere la cultura dello sviluppo sostenibile e il senso di responsabilità al fine di modificare i comportamenti attuali e garantire il benessere alle generazioni future”, commenta il portavoce dell’ASviS, Enrico Giovannini. “Per questo l’ASviS è fortemente impegnata a creare occasioni di formazione a tutti i livelli su temi cruciali che riguardano la vita di tutti. Ed è quindi un nostro dovere trasferire la conoscenza per creare professionalità in grado di comprendere la complessità, le interrelazioni tra i fenomeni e cercare soluzioni più efficaci e più giuste per cambiare l’attuale modello di sviluppo”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Protetto: QualEnergia marzo/aprile 2021

CLICCA QUI PER SFOGLIARE LA RIVISTA ATTIVA UN ABBONAMENTO ACQUISTA UNA COPIA SFOGLIA I NUMERI PRECEDENTI (FREE)

QualEnergia marzo/aprile 2021

ITALIA CLIMATE NEUTRAL 2050 FOCUS SUL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA   RISERVATA AGLI ABBONATI: CLICCARE QUI PER SFOGLIARE LA RIVISTA IN OMAGGIO PER TUTTI: CLICCARE QUI...

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano
Ridimensiona font
Contrasto